0 3 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Un uomo ha riportato ferite mortali quando è stato accoltellato più di 40 volte da un sospetto che questa settimana stava tentando di decapitarlo all’interno di un negozio in Florida, secondo quanto riferito.

L’orribile incidente è avvenuto lunedì sera a Punta Gorda, una città nella contea di Lee.

La vittima e il sospetto sono entrati al The Trading Post al Burnt Store Marina per mangiare un boccone quando le cose hanno preso una svolta scioccante.

Il sospetto, identificato come il 36enne Edmund Clarke, ha afferrato le forbici da un bancone e ha iniziato a pugnalare la vittima.

Clarke ha quindi recuperato diversi coltelli e ha continuato a tagliare la sua vittima per diversi minuti nel “tentativo di decapitarlo”, le autorità dire.

L’ufficio dello sceriffo della contea di Lee (LCSO) ha rilasciato filmati di sorveglianza che mostrano i momenti che hanno portato al barbaro attacco.

“I poliziotti sono arrivati ​​sul posto e hanno localizzato una vittima che era stata pugnalata più di 40 volte alla testa, al collo e al busto”, ha spiegato LCSO in un dichiarazione.

“La vittima è stata trasportata in aereo al Gulf Coast Medical Center, dove è stata sottoposta a un intervento chirurgico d’urgenza”.

Secondo quanto riferito, Clarke conosceva la sua vittima poiché aveva lavorato per molti anni per la famiglia dell’uomo.

“Il rapporto di arresto dice che la vittima aveva prelevato Clarke in ospedale dopo che il padre della vittima gli aveva chiesto di volare da Chicago. Clarke era stata in ospedale per un dolore addominale”, OCCHIOLINO rapporti.

“Il rapporto di arresto dice che una persona ha spiegato che Clarke si è infuriata dopo aver lasciato l’ospedale e sembrava che avesse allucinazioni mentre lanciava accuse contro qualcuno”.

Clarke è stata accusata di tentato omicidio.


Alex Jones ha esposto come il Le iniezioni di COVID causeranno sintomi simili alla poliomielite più di un anno fa.

Dan Lyman su Gab



Source link

Lascia un commento

Leggi anche