0 4 minuti 2 mesi

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Il senatore Chuck Grassley (R-Iowa) ha chiesto risposte al direttore del Federal Bureau of Investigation (FBI) Christopher Wray durante l’irruzione di lunedì nel resort di Mar-a-Lago dell’ex presidente Donald Trump.

Grassley, il membro di spicco della commissione giudiziaria del Senato, ha inviato una lettera giovedì a Wray con una serie di domande sull’irruzione senza precedenti dell’FBI nella residenza di Trump a Palm Beach.

“Non ho ricevuto risposte soddisfacenti”, ha detto Grassley a “Fox and Friends” dopo aver rivelato di aver parlato con Wray martedì.

Le domande sono le seguenti:

  • “Quando hai approvato il raid? Quando l’ha fatto il procuratore generale Garland?
  • «Qual era la premessa per il raid? Si prega di fornire i documenti presupposto, compreso il mandato di perquisizione e la dichiarazione giurata di supporto.
  • “Qual è lo scopo dell’indagine che ha preceduto il raid? È limitato ai registri federali e ai problemi di classificazione? Spiega per favore.”
  • “Hai discusso del mandato di perquisizione con qualcuno alla Casa Bianca prima o dopo la sua esecuzione?”– “Se sì, di cosa si è discusso?”– “Qualche membro del personale della Casa Bianca o altro impiegato esecutivo, funzionario o agente, indirizzarti in qualche modo a perseguire ed eseguire il mandato di perquisizione? Se sì, chi?”
  • «Ha discusso del mandato di perquisizione con il procuratore generale Garland o uno qualsiasi dei suoi rappresentanti o subordinati al Dipartimento di Giustizia prima o dopo la sua esecuzione? Se sì, di cosa si è discusso?”
  • “L’FBI ha impiegato una squadra per determinare quali documenti rientrano nell’ambito dell’indagine e quelli che ne sono al di fuori? Se sì, quando è stata assunta quella squadra? Se no, perché no?”

Grassley ha anche chiesto a Wray dell’apparente doppio standard dell’FBI quando si trattava di Hillary Clinton e del “trattamento dei guanti per bambini relativo alla sua gestione impropria di informazioni altamente riservate” nel 2016:

Come illustra lo schema dei fatti sopra menzionato, il Dipartimento di Giustizia e l’FBI si sono impegnati in lunghi negoziati con il Segretario Clinton ei suoi avvocati. Il governo ha persino consentito ad avvocati non governativi di redigere le lettere che circoscrivevano l’ambito della revisione del documento che sarebbe stata eseguita dall’FBI. Tale ambito di revisione ha limitato significativamente la capacità dell’FBI di rivedere tutti i documenti pertinenti durante il mandato del Segretario Clinton con l’amministrazione Obama-Biden. Il Dipartimento di Giustizia e l’FBI hanno concesso lo stesso privilegio all’ex presidente Trump e ai suoi avvocati?

“Come illustra il suddetto schema di fatti, l’FBI, sotto l’amministrazione Obama-Biden, ha accettato di distruggere i documenti del governo relativi alla cattiva gestione da parte del Segretario Clinton di informazioni altamente riservate, nonché i laptop associati alla signora Mills e alla signora Wilkinson. Tali documenti sono stati oggetto di citazione del Congresso e relative richieste. Il Dipartimento di Giustizia e l’FBI hanno concesso lo stesso privilegio all’ex presidente Trump e ai suoi avvocati? Se no, perché no?

Grassley ha chiesto a Wray di rispondere entro il 25 agosto.

Leggi la lettera di Grassley:




Source link

Lascia un commento

Leggi anche