0 7 minuti 5 giorni



Immagine: il riparatore di laptop di Hunter Biden rivela un avvertimento

(Natural News) John Paul Mac Isaac, il riparatore di laptop che presumibilmente ha ottenuto il laptop di Hunter Biden, ha rivelato lunedì che sta lavorando con i legislatori repubblicani mentre si preparano a indagare sul giovane Biden dopo aver preso la maggioranza alla Camera durante le elezioni di metà mandato di questo mese.

(Articolo di Jack Phillips ripubblicato da TheEpochTimes.com)

Mac Isaac ha affermato in un’intervista di lunedì a Fox News che un agente dell’FBI gli ha dato un avvertimento “agghiacciante” quando ha interagito per la prima volta con l’ufficio dopo aver trovato il laptop. Il riparatore di laptop con sede nel Delaware ha detto di aver ricordato di aver detto a un agente che avrebbe cambiato i loro nomi quando avrebbe pubblicato il suo libro.

“È stato allora che l’agente Mike si è voltato e mi ha detto che, nella loro esperienza, non succede mai niente alle persone che non parlano di queste cose”, ha detto Mac Isaac, affermando che era una velata minaccia di tacere.

“Ho avuto a che fare con ritorsioni da più fronti negli ultimi due anni, quando quello che ho fatto è trapelato nel paese. Me lo aspetto e mi aspetto che continui”, ha aggiunto a Fox News mentre promuoveva il suo libro.

I repubblicani, ha detto, dovrebbero ritenere “l’FBI responsabile della collusione con il nostro mainstream e i social media per bloccare una storia, una storia vera con conseguenze reali” e dovrebbero “arrivare al fondo di ciò che la famiglia Biden stava facendo quando Joe Biden era vicepresidente.

Lunedì, un avvocato di Hunter Biden, Chris Clark, detto CBS News che Mac Isaac non aveva il “consenso di Hunter per accedere ai dati del suo computer o condividerli con altri”. Alcuni analisti hanno affermato che potrebbe essere stata la prima volta che uno degli avvocati di Hunter Biden ha confermato di aver lasciato il laptop nell’officina di riparazione di computer del Delaware.

Brighteon.TV

All’inizio di quest’anno, Mac Isaac ha ricordato al New York Post come Hunter Biden è arrivato nel suo negozio a Wilmington, nel Delaware, nell’aprile 2019.

“Sono contento che tu sia ancora aperto”, gli avrebbe detto Hunter Biden. “Sono appena tornato dal cigar bar e mi hanno parlato del tuo negozio, ma ho dovuto sbrigarmi perché chiudi alle sette.”

“Ho bisogno che i dati vengano recuperati da questi, ma hanno tutti danni liquidi e non si accendono”, ha ricordato Mac Isaac.

Altri dettagli

È arrivato quando la CBS ha citato un esperto indipendente che ha affermato che i dati provenienti dal laptop di Hunter Biden sono autentici, circa due anni dopo che il NY Post e altri organi di informazione, tra cui The Epoch Times, ne hanno parlato. Non è chiaro perché la CBS abbia deciso di pubblicare il suo rapporto lunedì.

Epoca Times foto

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden (a sinistra) saluta il figlio Hunter Biden dopo aver partecipato alla messa presso la chiesa cattolica dello Spirito Santo a Johns Island, nella Carolina del Sud, il 13 agosto 2022. (Nicholas Kamm/AFP tramite Getty Images)

The Epoch Times ha contattato l’ufficio stampa dell’FBI per un commento.

Dopo che i repubblicani hanno riconquistato la maggioranza alla Camera, i massimi legislatori del GOP hanno indicato che indagheranno sui registri bancari e sulle affermazioni degli informatori che mostrano collegamenti tra Hunter Biden e il presidente Joe Biden.

A poche settimane dalle elezioni generali del 2020, il New York Post ha pubblicato informazioni provenienti dal laptop, mostrando ciò che i repubblicani e altri critici definiscono affari loschi tra la famiglia Biden e individui legati al Partito Comunista Cinese e alle società energetiche ucraine. Il giovane Biden, in un’intervista del 2019, ha negato di aver fatto qualcosa di sbagliato, ma ha riconosciuto che tali accordi hanno creato un’impressione esterna negativa.

Il rappresentante James Comer (R-Ky.), che dovrebbe presiedere il Comitato per la supervisione e la riforma della Camera, ha detto ai giornalisti la scorsa settimana che il comitato indagherà non solo su Hunter Biden ma anche sul presidente Biden.

“Voglio essere chiaro. Questa è un’indagine su Joe Biden. Ecco dove si concentrerà il comitato in questo prossimo Congresso”, ha detto Comer ai giornalisti.

“Questo comitato valuterà lo stato del rapporto di Joe Biden con i partner stranieri della sua famiglia e se è un presidente compromesso o influenzato da dollari e influenza stranieri”, ha detto Comer, aggiungendo che il suo comitato ha acquisito rapporti di attività sospette presentati dalle principali banche .

In risposta, la Casa Bianca ha affermato in una dichiarazione della scorsa settimana che i repubblicani della Camera si stanno impegnando in attacchi partigiani contro i membri della famiglia di Biden. L’amministrazione ha accusato il GOP di traffico di “teorie del complotto a lungo sfatate”, senza elaborare.

“Il presidente Biden non lascerà che questi attacchi politici lo distraggano dal concentrarsi sulle priorità degli americani”, ha detto ai media Ian Sams, portavoce dell’ufficio del consiglio della Casa Bianca.

Settimane dopo le elezioni del 2020, il giovane Biden ha affermato che i pubblici ministeri del Delaware stavano indagando sui suoi affari fiscali, sebbene non sia stato accusato di un crimine. Da allora, pochi dettagli sono stati divulgati pubblicamente su quell’indagine.

Mentre i repubblicani conducono le loro indagini, non è chiaro quanti americani la considereranno una priorità assoluta.

Meno del 30% degli elettori ha affermato in un recente sondaggio che Hunter Biden dovrebbe essere una priorità assoluta per il prossimo Congresso, con circa il 52% dei repubblicani che ha espresso interesse a indagare su di lui. Per mesi, altri sondaggi hanno mostrato che l’indice di approvazione del presidente Biden è rimasto in gran parte sott’acqua a causa dell’elevata inflazione, dei timori di una recessione e di un’ondata di criminalità violenta a livello nazionale.

Leggi di più su: TheEpochTimes.com





Source link

Lascia un commento

Leggi anche