0 13 minuti 6 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!



Condividerò con te una lettera che ho ricevuto da Ryan Samsel. In questa lettera condividerà alcune delle sue esperienze che ha dovuto sopportare da quando è stato detenuto e tenuto come prigioniero politico per oltre due anni. Ryan condividerà i suoi pensieri con noi mentre Ryan è seduto in una cella e come sente che noi americani dovremmo difendere il nostro paese. Chiederà a tutti gli americani un invito all’azione per “scrivere al nostro Congresso per ricordare loro come lui e altri Jan 6er sono sovraccaricati e che il loro giusto processo è stato violato.

Jan 6ers, nel peggiore dei casi, avrebbe dovuto essere accusato solo di un 18 USC 111 (A) e non del 111 (B). La Corte Suprema stabilisce che se una persona non ha intenzione di danneggiare un’altra con intento non c’è nessun 111 (B). piuttosto sarebbe il nonviolento l’FBI ha già ammesso che non c’era una pianificazione preliminare.

Ryan condivide con noi la sua storia molto emozionante e ci chiede di fare la nostra parte. Chiedo anche al popolo americano di condividere i suoi sforzi per far conoscere al mondo la storia di Ryan! Ecco le parole dello stesso Ryan:

Ciao,

Grazie per aver scritto a me e agli altri imputati del 6 gennaio. Mi dispiace di non averti risposto prima. Mi sono concessi solo così tanti francobolli a settimana. Cerco di usare questo tempo come un modo per motivare i nostri membri del Congresso nella NOSTRA casa lassù sulla collina. Ora ho i miei compagni fratelli J6 con me disposti ad aiutarmi a ottenere francobolli da scriverti. Mi aiutano tutti i giorni e mi considero molto fortunato a stare con uomini così di grande carattere. Credo di parlare per tutti noi quando dico che ti siamo tutti molto grati, saremmo persi senza di te, te lo prometto.

So che sono passati 2 anni e forse ti stai stancando, ma ti prego di non esserlo. Dobbiamo andare più forte. Non possiamo semplicemente “mantenere la linea”, nello spirito del grande generale della guerra mondiale Patton, “non voglio

ricevere tutti i messaggi che stavano mantenendo la nostra posizione. Non ci aggrappavamo ad altro che al nemico’. Dobbiamo continuare ad andare avanti. Non chiediamo educatamente ciò che vogliamo, come se non meritassimo questi diritti, o che i cittadini di questo paese non fossero sanciti con questi diritti dal Nostro Creatore! Ci riprendiamo ciò che è nostro di diritto, donatoci dalla stessa Provvidenza. Questo velo temporaneo di schiavitù politica passerà se ricordiamo chi è Nostro Padre nei Cieli, Che, se ricordate, si è fatto Suo compito diretto liberare gli Ebrei dalla soffocante incarcerazione dell’Antico Egitto. Questa terra è stata benedetta dal Nostro Creatore e uomini e donne hanno pagato l’estremo sacrificio per ognuno di noi. Non dobbiamo mai indebolirci, soprattutto per ciò che hanno perso per nostro conto per le generazioni a venire.

I nostri padri fondatori scelsero di non mostrare alcun timore quando dichiararono l’indipendenza contro il più grande impero che il mondo conosciuto avesse mai visto nel XVIII secolo. Come possiamo ora noi, discendenti diretti di quegli uomini incredibili, beneficiando del loro sacrificio e del loro esempio, rinunciare a questo terreno sacro a causa della paura e dell’indolenza del XXI secolo? Soprattutto quando questa minaccia alla nostra libertà si è sviluppata sul nostro stesso suolo, proprio di fronte al cimitero di Arlington.

Perché dovremmo mai temere l’uomo? Temiamo solo Dio. Temiamo solo chi può distruggere lo spirito. Siamo in una lotta come nessun’altra perché il bene della libertà è toccato alla nostra generazione per preservarla con passione, ma questa lotta tra Libertà e Tirannia è una storia vecchia come il tempo. Per migliaia di anni gli uomini si sono chiesti e hanno lottato per il posto giusto in cui il governo dovrebbe esistere nella vita quotidiana di un uomo. I nostri Padri Fondatori hanno decifrato l’esatta equazione governativa con un Grande Compromesso in modo che la Vita, la Libertà e la Ricerca della Felicità potessero essere perseguite e il Governo potesse essere tenuto al suo posto, dietro una Carta dei Diritti, una Costituzione, una Repubblica, sostenuta da una cittadinanza istruita e morale. Questo virus di una macchina politica che affrontiamo è tanto malvagio quanto antico e We The People siamo l’antidoto. Non possiamo perdere. Non possiamo riscaldarci in questa lotta, o verremo sputati nell’oscuro abisso del Mistico e della Tirannia. Dobbiamo rimanere forti e ricordare che la lotta che abbiamo ereditato richiama i campi di battaglia delle Termopili, le coste di Tripoli, gli Oceani del Pacifico e ora Capitol Hill. La Provvidenza ha davvero scelto questo tempo, il nostro tempo, affinché il popolo americano si alzi e ricordi la nostra forza, e ricordi che NON discendiamo da uomini paurosi. Dobbiamo riprenderci il nostro paese, ci riprenderemo il nostro paese. SE ricordiamo come “Keep this Republic” e Chi l’ha tenuta per primo. Dobbiamo unirci come una famiglia americana unificata che si abbraccia a vicenda indipendentemente dal colore o dal credo, dall’orientamento o dall’etnia. Questa è una lotta che ogni uomo conosce bene, le sue ossa gridano per la libertà e il popolo americano, in questo giorno e in questo tempo, può ritrovare quello scopo patriottico. Vi prometto che la macchina politica di Capitol Hill perderà e la nostra vittoria finalmente si scrollerà di dosso il peso inutile dell’ideologia liberale e dell’implacabile arroganza, restituendo questa terra alla terra del latte e del miele come era stato promesso. Siamo l’ultima traccia di speranza per la libertà in questo paese? Tu, in quest’ora, devi decidere.

Il nostro Paese è a un bivio. La sinistra ci condurrà alla morte e ai giorni bui. Il diritto ci condurrà alla libertà. Nelle parole di Thomas Jefferson, “Un governo abbastanza grande da darti tutto ciò che vuoi, è abbastanza grande da portarti via tutto”, inclusa la vita! Gli altri uomini, le nostre famiglie e io abbiamo bisogno di te. Sei spalla a spalla con noi. Ci hai protetto in modi che potresti non capire mai. Sono sicuro che hai sentito delle aggressioni contro di me. Mi hanno rotto la faccia 2 volte diverse, hanno causato coaguli di sangue, perdita della vista e hanno rifiutato le cure mediche. Non ho accesso ai telefoni o allo spaccio e sono stato rinchiuso in una cella 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per un anno. Non sono forte, infatti ho imparato quanto sono debole e distrutto, ma credo che i miei antenati ci stiano guardando. Lo voglio davvero e so che il mio re mi darà vendetta. Ho perso mio padre lungo la strada e il suo ultimo messaggio per me era nelle sue parole “Fanculo l’FBI”. Rimarrò sempre fedele e affonderò con la nave. ma continuerò a combattere come un matto. Qui è dove ti chiedo di unirti a noi. Gli altri Jan 6ers e io vi chiediamo per favore di scrivere al nostro congresso per ricordare loro come siamo stati accusati eccessivamente e che il nostro giusto processo è stato violato. Nel peggiore dei casi avremmo dovuto essere accusati solo di 18 USC 111 (A) e non di 111 (B). Lo stabilisce la Suprema Corte

se una persona non ha intenzione di danneggiare un’altra con intento non c’è 111 (B). piuttosto sarebbe il non violento l’FBI ha già ammesso che non c’era una pianificazione preliminare.

Ficchiamo loro le loro stesse parole in gola. Inoltre, chiedi a Ryan Samsel di parlare al Congresso così posso chiedere loro perché sono stato picchiato. Fai sapere loro che ero il ragazzo che Ray Epps ha sussurrato all’orecchio “al cancello”. Voglio anche sapere perché non sono stato incriminato per 7 mesi. Veniamo alla verità.

Ti ringrazio per il tuo tempo. Io e gli altri presto metteremo insieme una petizione per convincere la gente a firmare. Non arrendiamoci o non arrendiamoci mai. Vorrei anche ricordarvi ancora una volta, per favore, di sopraffare il nostro congresso, incluso Kevin McCarthy, vogliamo che i giudici i pubblici ministeri, il DOJ, l’FBI e i comandanti che ci hanno torturato e non dimentichino mai di menzionare il capitano English dell’NNRL che ha agito come Himmler nei campi di Varsavia in Polonia, solo che è nel campo di Varsavia in VA. Per favore, sei in lotta con noi, sei la nostra famiglia e dobbiamo sopraffare questi congressi, digli che se non fanno nulla, li voteremo fuori, lavorano per noi gente.

Per favore un promemoria se puoi per favore scrivere al congresso una lettera certificata in modo che debbano firmare e inviare un’e-mail e ti sarei molto grato se puoi per favore sostenermi nello scrivere il giudice Cobb a Washington DC. al più presto per dirle che ci sono molti video per dimostrare che non l’ho fatto. Anche un altro promemoria, perché sono stato accusato di 13 accuse e Ray Epps che ha ammesso di averci incastrato in un messaggio di testo e al comitato J6 di Nasty Nancy non è stato accusato ma piuttosto indicato come un eroe. Mi ha sussurrato all’orecchio al cancello alla prima breccia. So la verità. Ne hanno paura. Secondo la legge, noi “Pochi Incarcerati” siamo esempi viventi di quello che viene chiamato “Procedimento Selettivo”.

Per favore, passa questa lettera. Sfortunatamente a causa della mia indisponibilità al contatto con il mondo esterno a causa di alcune restrizioni, ti chiedo di ricevere questa lettera a Jim Hoft al Gateway Pundit e di chiedergli di dire ai suoi lettori di trasmettere questa lettera a tutti i cittadini di questo grande nazione con ogni mezzo possibile, ma soprattutto ogni membro del congresso.

Ricorda, siamo la prima ondata di prigionieri politici americani. Potresti essere la seconda ondata. L’unica cosa che impedirà a questo regime politico di rapire più cittadini dalle loro case come ha fatto l’Unione Sovietica nel 20° secolo, siete voi e la vostra azione decisiva.

Grazie per il tuo tempo e l’aiuto tanto necessario a nome di tutti i J6er” Che tu creda che le azioni di Ryan del 6 gennaio 2021 fossero giustificate o meno, Ryan Samsel si vede togliere i suoi diritti costituzionali e viene accusato e trattenuto per motivi politici. Se ci limitiamo a sederci nelle nostre comode case e non facciamo nulla per aiutare tutti questi individui a non essere perseguitati politicamente, dobbiamo chiederci: “abbiamo fatto abbastanza individualmente e collettivamente per aiutare a salvare il nostro paese dall’essere preso dall’interno? Rimarremo semplicemente seduti per paura per noi stessi e lasceremo che i nostri veterani che sono passati a combattere per la morte del nostro paese siano in vena? Non dobbiamo permettere che ciò accada. Dobbiamo sacrificarci come hanno fatto anche loro per salvare questo paese un tempo grande! Sono d’accordo con Ryan Samsel e la Costituzione degli Stati Uniti d’America, noi come americani abbiamo il dovere di fare tutto ciò che è in nostro potere come individui e collettivamente come americani per prendere posizione pacificamente e legalmente e andare avanti per salvare gli Stati Uniti d’America , Uniti vinciamo divisi perdiamo. Uniamoci come popolo americano per il nostro paese e mettiamo da parte le nostre differenze per rendere questo paese ciò che è sempre stato concepito per essere!

Non possiamo lasciare che la divisione che si sta diffondendo nella nostra nazione provochi una divisione così grande che il nostro paese cada sotto la tirannia che sembra aver preso il sopravvento sul nostro governo. Se permettiamo che la divisione sia maggiore della nostra Unità, allora abbiamo perso il nostro Paese e la morte di tutti coloro che hanno combattuto ed è morto per il nostro grande Paese e le nostre libertà, saranno morti per niente. Non possiamo permettere che ciò accada! I patrioti si alzano!

Se vuoi aiutare Ryan Samsel, puoi fare una donazione sul suo account Givesendgo qui:





Source link

Lascia un commento

Leggi anche