0 6 minuti 2 settimane

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!



Immagine: il prezzo dell'oro sale al massimo di 8 mesi, alla fine si stabilizza sopra il livello di $ 1.900

(Natural News) Il 17 gennaio i prezzi dell’oro sono saliti al massimo degli ultimi otto mesi prima di stabilizzarsi al livello di 1.900 dollari. Ciò ha fatto seguito al crollo del dollaro USA e al rallentamento dell’inflazione, alimentando le speranze di minori aumenti dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve.

Il contratto future sull’oro degli Stati Uniti ha raggiunto $ 1.931,80, il più alto del metallo giallo da quando ha toccato $ 1.935,50 il 25 aprile 2022. Alla fine ha perso trazione e si è stabilizzato a $ 1.907 l’oncia.

Il prezzo spot dell’oro ha seguito lo stesso percorso, raggiungendo un picco intraday di $ 1.925,93 prima di attestarsi a $ 1.903,80. (Correlato: i prezzi dell’oro dovrebbero raggiungere $ 3K l’oncia entro pochi mesi – analista.)

“I prezzi dell’oro sono diminuiti, ma mantengono ancora il livello di $ 1.900″, ha affermato Ed Moya, analista della piattaforma di trading online OANDA. “La fine dell’inasprimento della Fed si sta avvicinando, ma una recessione superficiale potrebbe non supportare gli afflussi per l’oro in quanto ciò potrebbe portare a un dollaro più forte. Sembra che il rally dell’oro qui si prenderà una pausa, ma potrebbe riprendere se i rendimenti continuano a scendere”.

Nel frattempo, il dollaro USA ha perso terreno dopo il rapporto sull’inflazione della Federal Reserve e stava virando verso la settimana peggiore in più di un mese. L’indice del dollaro, che misura la valuta statunitense rispetto a sei principali rivali tra cui l’euro e lo yen, è sceso al minimo di nove mesi di 101,265 il 18 gennaio. perché l’oro salirà alle stelle.)

Naturalmente, l’oro si rafforza quando il dollaro si indebolisce e viceversa. Il calo del dollaro e dei rendimenti obbligazionari prevede che la Federal Reserve abbasserà gli aumenti dei tassi di interesse nella prossima riunione politica del 1° febbraio.

Brighteon.TV

Come indicato dall’indice dei prezzi al consumo (CPI), l’inflazione è aumentata del 6,5% nei 12 mesi fino a dicembre. È stato l’avanzamento annuale più lento per l’IPC dall’ottobre 2021, secondo gli Stati Uniti Dipartimento del Lavoro.

“Tatticamente, l’oro e molti dei mercati hanno i postumi dell’esuberante rally di ieri sull’IPC”, ha detto Phillip Streible, chief market strategist di Blue Line Futures a Chicago. Reuters.

L’IPC è cresciuto a un tasso annuo del 9,1% e ha raggiunto il massimo degli ultimi 40 anni nel giugno 2022, seppellendo l’obiettivo di inflazione della Fed di appena il 2%. Con l’obiettivo di controllare l’aumento dei prezzi, la banca centrale ha aggiunto 425 punti base ai tassi di interesse da marzo attraverso sette rialzi dei tassi. La Fed ha eseguito aumenti dei tassi di 75 punti base da giugno a novembre prima di imporre un aumento di 50 punti base a dicembre.

Gli economisti si aspettano che la Fed annunci un modesto aumento dei punti base

Dopo la pubblicazione dei dati che mostrano che l’inflazione ha continuato a diminuire a dicembre, gli economisti si aspettano che i responsabili politici della Fed annuncino un modesto aumento di 25 punti base il 1° febbraio.

“Riteniamo che il mercato dell’oro prenderà inizialmente una pausa fino a quando non sarà più chiaro quale previsione del corso futuro della politica monetaria statunitense è più accurata: il mercato o la Fed”, hanno affermato gli analisti di Commerzbank.

Secondo la Fed, la produzione industriale statunitense è diminuita per il secondo mese consecutivo a dicembre a causa del calo della produzione industriale, il che implica che i produttori stavano rallentando l’attività sulla base della diminuzione della domanda di merci.

Ciò è stato confermato da un rapporto del 17 gennaio della Federal Reserve Bank di New York che mostra che l’Empire State Manufacturing Survey ha registrato una lettura del -32,9% a dicembre, un forte calo rispetto alle previsioni del -8,6% e del -11,20% per novembre.

Nonostante il calo del prezzo del 18 gennaio, “il contratto sull’oro del primo mese sul Comex è aumentato di oltre il quattro percento dall’inizio del 2023, estendendo un guadagno simile da dicembre e un aumento del sette percento da novembre”.

Il benchmark dell’oro Comex potrebbe reggere bene a $ 1.900, secondo Sunil Kumar Dixit, capo stratega tecnico di SKCharting.com.

“In una tendenza rialzista, gli acquirenti non perdono mai alcuna opportunità di acquisto di valore”, ha affermato Dixit. “Una rottura riuscita sopra i 1.920 dollari, seguita da un’accettazione sopra i 1.928 dollari, aiuterà l’oro a salire a 1.943 e 1.950 dollari. La nostra principale resistenza e obiettivo è di 1.980$.”

Un obiettivo ambizioso, ma raggiungibile con il modo in cui l’oro si sta comportando.

Guarda questo video che spiega come il tasso di inflazione influisce sui prezzi dell’oro.

Questo video è dal canale Goldretired su Brighteon.com.

Altre storie correlate:

Manipolazione del prezzo dell’oro cartaceo: truccato per fallire.

Gli investitori evitano il dollaro e si rivolgono all’oro.

I prezzi dell’oro dovrebbero raggiungere $ 3K l’oncia entro pochi mesi – analista.

I prezzi dell’oro potrebbero raggiungere i 15.000 dollari nel 2025 mentre il dollaro continua a scendere.

Le fonti includono:

Mining. com

MSN. com

TechStory.in

Brighteon.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche