0 5 minuti 1 anno

Il romanzo d’esordio di Spenser Lincoln, Yaga in Yggdrasil City, è un mix eclettico di fantasy, mitologia, narrativa urbana, romanzo di formazione, romanticismo e avventura. Non ho mai letto un libro del genere. EM Forster ha scritto in Aspetti del romanzo: “Espansione. Questa è l’idea a cui il romanziere deve aggrapparsi. Non il completamento. Non l’arrotondamento, ma l’apertura”. Spenser Lincoln ha incarnato quell’idea nel suo romanzo, mostrandoci un mondo complesso di cui possiamo solo intravedere. Leggere questo romanzo è come visitare un paese straniero in cui veniamo via con una comprensione limitata delle persone, ma ce ne siamo innamorati e vogliamo continuare a esplorarlo ancora e ancora.

Il romanzo si apre quando Yaga e i suoi due compagni di liceo, George e Audhild, sconfiggono un lich che sta minacciando il loro mondo. Il prologo descrive in dettaglio questa scena cruciale attorno alla quale è costruito tutto ciò che segue.

Quindi, nel capitolo 1, facciamo un salto in avanti di quattro anni a quando Yaga è al college con la sua ragazza più giovane Simone. Seguiamo le attività quotidiane di Yaga, dall’aereo a scuola in autunno e spalare i marciapiedi per soldi in inverno, a come usare il suo primo cellulare e aiutare la sua ragazza a fare pozioni. Sì, frequentano un college che insegna magia, ma questo libro non è una storia di Harry Potter. Invece, è una storia di angoscia mentre Yaga lotta continuamente con il suo passato e con chi vuole essere nel suo presente.

La battaglia con il lich ha creato difficoltà a George e Audhild mentre ha portato Yaga allo status di celebrità momentanea. Anche ora, quando le persone hanno in gran parte dimenticato l’attacco dei lich, ci viene detto che Yaga “sembrava che non potesse sbagliare. Aveva irradiato maestà che ha bruciato al livello subatomico e ha influenzato generazioni”. Ma quella maestà e il potere che ha raggiunto hanno anche effetti negativi su Yaga. Lo hanno reso egoista, creando una distanza tra lui e molti dei suoi amici. Ha persino indotto sua madre e sua sorella ad abbandonarlo.

Yaga nella città di Yggdrasil non è la storia di un supereroe. Thor potrebbe sentirsi a casa vivendo a Yggdrasil, il grande albero del mondo della mitologia norrena su cui è costruita la città del romanzo, ma non ha posto in questo romanzo. Questo romanzo è uno sguardo introspettivo sui costi dell’eroicità.

È anche una creazione magistrale di un mondo immaginario. Yggdrasil è un pianeta a sé stante, ma al lettore sembra una realtà familiare ma alternativa. Ci sono molti umani su Yggdrasil, ma ci sono anche elfi, sfingi, vampiri e molte altre creature. In verità, abbiamo solo piccoli scorci di questa società complicata e di come funziona, e il lettore ne vuole di più. Numerosi volumi non placherebbero la sete di conoscere i dettagli di questo mondo complesso e intrigante. Ecco solo i due paragrafi iniziali del Capitolo 1 che ci introducono in questo luogo unico:

“Al di fuori del tempo e dello spazio propri, esisteva una pianura infinita e piatta. Le sue fondamenta erano il proto-materiale prima del primo atomo. Sparse sulla sua superficie c’erano rovine e trapianti da realtà più antiche. Popoli trapiantati dai mondi preesistenti si sono riuniti e hanno plasmato l’unico vero punto di riferimento, un alberello di Yggdrasil, l’Albero del Mondo.

“Anche come un germoglio, l’albero aveva torreggiato sopra e sminuito ogni crescita naturale e costruzione mortale che fosse mai esistita. Prima che la prima persona umana, o almeno bipede, fosse stata deviata in questo residuo di esistenza, l’alberello era una montagna Per eoni di tempo relativo, l’albero è cresciuto e la gente ha costruito una città da esso e dall’interno verso l’esterno. Nelle aree al di là dell’ombra, hanno piantato i loro raccolti e bandiere e costruito recinti per proteggere entrambi. è stato il primo, e l’industria fumante ha preso quel poco di terreno solido rimasto. Dalle radici del centro ai rami alti dei quartieri alti, la gente viveva e si guadagnava da vivere fornendo servizi a tutti gli altri. Oggi, Yaga ha fornito uno di questi servizi cittadini come un commesso mentre guardava la prima neve cadere fuori dalla finestra.”

Un eroe che ora lavora come commesso in una farmacia, sai che questo tipo di contrasto preparerà il lettore a un viaggio pieno di colpi di scena. Ti garantisco che ogni pagina di Yaga a Yggdrasil City ti farà reagire con meraviglia alle complessità di questo mondo strano e magico, tutto frutto dell’immaginazione di Spenser Lincoln.


new world order
#nuovo #romanzo #fantasy #fonde #tradizione #norrena #con #impostazioni #moderne #creare #mondo #unico

Lascia un commento

Leggi anche