0 6 minuti 1 anno

La rabbia di Adriano di Patricia Marie Budd è un affascinante sguardo capovolto su un paese del ventiduesimo secolo in parte di quello che era il Canada. Nel paese di Adriano l’omosessualità è la norma e l’eterosessualità è disapprovata e, fino a poco tempo fa, illegale. Adriano è stato chiamato per l’imperatore romano gay e il suo obiettivo è il controllo della popolazione e il ripristino dell’ambiente. Gli eterosessuali vengono incolpati sia per il massacro dei gay che per la sovrappopolazione della terra, quindi gli scienziati hanno modificato geneticamente gli esseri umani per renderli omosessuali, sebbene alcuni abbiano ancora tendenze etero o bisessuali. Sebbene non sia illegale essere eterosessuali, chiunque venga sorpreso a fare sesso eterosessuale viene condannato a morte a causa del pericolo che la sovrappopolazione rappresenta per il paese e per il mondo.

Tuttavia, esistono quelli con tendenze etero. Prima che il romanzo si aprisse, Todd Middleton, un famoso giocatore di basket, era uno di loro. Quando è stato sorpreso a fare sesso con la sua amica Crystal Albright, è stato mandato in un campo di rieducazione dove il direttore del campo ha usato misure estreme per cercare di spazzare via i suoi sentimenti eterosessuali, incluso lo stupro. Disperato, Todd implorò il suo migliore amico, Frank Hunter, di ucciderlo per pietà. Frank lo ha fatto e, di conseguenza, Frank sta scontando una condanna a vita nell’esercito di Adriano. (Questi eventi sono accaduti in L’amante di Adriano, di cui La rabbia di Adriano è un sequel, sebbene sia anche un romanzo autonomo.)

Questa è la situazione quando si apre la rabbia di Adriano. La famiglia di Frank Hunter è stata fatta a pezzi – i suoi padri – Geoffrey e Dean – si sono separati perché Dean, che ha subito anche la rieducazione in gioventù, ora non è disposto a negare le sue tendenze etero. Dean è diventato parte di un’alleanza gay-etero in un campus universitario. Nel frattempo, un membro dei media di Adriano non è più disposto a promuovere la propaganda gay contro gli etero. Melissa Eagleton, capo conduttore del notiziario nazionale, lascia il suo lavoro quando il proprietario della stazione televisiva vuole che lei promuova la sua agenda piuttosto che lasciarla riferire la verità. Quando Melissa fonda una stazione rivale, in Adriano cominciano ad essere espresse nuove opinioni. Allo stesso tempo, le persone eterosessuali iniziano ad apparire in pubblico, tenendosi per mano e di conseguenza vengono attaccate. E poi una giovane studentessa universitaria, Tara May Fowler, viene brutalmente picchiata a morte dopo essersi dichiarata apertamente ad altre due ragazze che pensava fossero sue amiche. In mezzo a tutto questo caos, Adriano sarà in grado di sopravvivere o crollerà e permetterà alle orde di persone eterosessuali che cercano di violare le sue mura di prendere il controllo e distruggere la terra?

L’autrice Patricia Budd ha fatto un lavoro straordinario non solo immaginando un mondo di discriminazione inversa, ma portando a casa il fatto che questo mondo è una sottile metafora del nostro. In tutto il romanzo, fornisce note a piè di pagina che fanno riferimento a eventi della vita reale negli ultimi anni che sono la base per le scene del romanzo. Ad esempio, la morte di Tara May Fowler si basa sul brutale omicidio di Vladislav Tornovoi, stuprato con bottiglie di birra, torturato e ucciso da due suoi amici venerdì 10 maggio 2013 a Volgograd, in Russia, dopo essere uscito allo scoperto loro come gay. Il libro è dedicato alla memoria di Tornovoi.

Patricia Budd sa sicuramente come creare un intrigante mondo immaginario. Il lettore osserva come si comportano male gli abitanti di Adriano, nonostante le loro buone intenzioni, e si sente sia rattristato che scioccato nel pensare che cose del genere stiano accadendo nel nostro mondo in questo momento. Il ritmo di Budd è favoloso, con brevi capitoli e notizie che inducono il lettore a chiedersi costantemente cosa verrà dopo. Fa anche un ottimo lavoro nel destreggiarsi tra più trame e personaggi in modo che il lettore non si annoi mai. Ancora più importante, crea personaggi realistici e accattivanti che cercano nei loro cuori la verità e poi trovano il coraggio di agire su di essa. I lettori si innamoreranno di Destiny Stuttgart, l’ultima delle famiglie fondatrici di Adriano, che si batte per ciò che crede sia giusto, anche quando la gente dice che va contro la costituzione del paese e la liquidano come vecchia e senile. E poi ci sono i personaggi i cui cuori sono in conflitto, che vogliono vendetta ma si ritrovano ad innamorarsi dei loro nemici. Alla fine, il romanzo offre un’espressione profonda e commovente di come il superamento del pregiudizio e l’apertura al perdono possono cambiare il mondo.

Pensavo che il libro precedente di Budd, L’amante di Adriano, fosse un romanzo potente e altamente fantasioso, ma ora Budd lo ha superato. La rabbia di Adriano mi lascia a bocca aperta. Non credo che chiunque legga questo libro lo dimenticherà mai e, si spera, aiuterà a cambiare il mondo, un cuore alla volta.


new world order
#nuovo #romanzo #ambientato #nella #società #omosessuale #esplora #discriminazione #inversa

Lascia un commento

Leggi anche