0 13 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


I paesi africani sono emersi come stati-nazione “indipendenti” in un contesto di un sistema monetario fiat basato sul debito, lo standard del dollaro fiat. L’indipendenza è tra virgolette perché l’indipendenza dei paesi africani è nominale. Questo viene detto con il dovuto rispetto e gratitudine a tutti gli uomini e le donne coraggiosi che hanno combattuto, sanguinato e sono morti per porre fine al (diretto) colonialismo. Tuttavia, l’Africa rimane sotto la colonizzazione indiretta. Una delle forme di assoggettamento più paralizzanti, e certamente più incatenate, a cui si trova l’Africa è il colonialismo monetario.

Il Nilar Una valuta d'oro panafricana

In “La via d’uscita dell’Africa dal colonialismo monetario“, l’autore spiega perché e in che modo il denaro fiat danneggia le economie e le vite africane e sottolinea che una valuta d’oro africana comune, una visione di lunga data che molti africani hanno ancora, è un modo per raggiungere efficacemente l’indipendenza monetaria e quindi economica. Stando così le cose, questo articolo presenta il nilar, una valuta d’oro panafricana.

Perché il nome Nilar?

Niente è più simbolicamente e storicamente panafricano del fiume Nilo. Il Nilo è il fiume più lungo dell’Africa e del mondo. Il suo bacino idrografico comprende ben undici paesi: Repubblica Democratica del Congo, Tanzania, Uganda, Ruanda, Burundi, Kenya, Etiopia, Eritrea, Sud Sudan, Sudan e, infine, Egitto, dove il Nilo attraversa per raggiungere il Mar Mediterraneo.

Il Nilo è anche il fiume più storico e culturalmente significativo del mondo. La valle del Nilo ospita alcune delle prime e più straordinarie civiltà. In breve, il fiume Nilo è il fiume più iconico, mitico ed emblematico della storia umana. Un fiume che da millenni simboleggia vita, sviluppo e prosperità. Allo stesso modo, se attuato, il nilar creerebbe una nuova vita di stabilità e sviluppo per un’Africa economicamente unificata.

Come implementare il Nilar

Nasce la Repubblica Centrafricana bitcoin come moneta a corso legale, e lo Zimbabwe, un’economia instabile e inflazionistica, ha finalmente preso la decisione giusta di introdurre monete d’oro per risolvere il persistente problema dell’inflazione dilagante. Si tratta di piccoli ma comunque significativi passi avanti nella giusta direzione. Inoltre, potrebbero essere segni che l’Africa potrebbe averne avuto abbastanza del colonialismo con denaro fiat e delle difficoltà che crea.

Inoltre, un mondo multipolare è inevitabile e potrebbe avvicinarsi. L’Africa non dovrebbe rimanere sottosviluppata e dominata in quel mondo. Il nilar è la chiave. Perché ciò avvenga, tuttavia, è necessario un cambiamento nel pensiero economico. Ecco perché: le società africane postcoloniali hanno vissuto sotto concetti economici oppressivi e non africani (ad esempio, moneta legale, banca centrale, socialista e altri sistemi economici statalisti) che, evidentemente, non sono riusciti a fornire prosperità economica e armonia sociale. Quindi, le crisi in corso sono opportunità di rinascita. Le società africane dovrebbero ripartire da capo Il patrimonio economico dell’Africa.

I modelli statalisti rovinosi (e stranieri) devono essere abbandonati se le società africane vogliono essere libere e prospere.

Di seguito sono riportati i passaggi che i leader africani possono intraprendere per implementare il nilar:

  1. In un vertice dell’Unione africana, i leader avrebbero annunciato il lancio ufficiale del nilar, segnando l’inizio del processo di traduzione.
  2. L’attuale sistema fiat basato sul debito è senza dubbio insostenibile. Molte economie gravitano verso il collasso mentre alcune stanno già vacillando. Paesi africani con elevati rischio di default dovrebbe essere preventivamente inadempiente su tutte le obbligazioni del debito estero. I governi africani dovranno diventare fiscalmente responsabili e solidi poiché il debito sistemico e la spesa in deficit sono inconciliabili con il nilar.
  3. Anche l’inflazione monetaria da parte delle banche centrali (vale a dire, la stampa di valuta fiat) e delle banche commerciali (vale a dire, l’espansione artificiale del credito) deve essere completamente abbandonata. Riserva frazionaria bancariaun concetto fraudolento e inflazionistico, deve essere vietato.
  4. Dato che la maggior parte dei paesi africani ha poche o nessuna disponibilità di oro fuori terra, i governi dovrebbero rimuovere rapidamente tutte le misure repressive (ad esempio, tariffe, barriere non tariffarie, tasse, permessi infiniti e altre onerose barriere artificiali) in modo che l’oro e i mercati correlati diventino LIBERI. La catena di approvvigionamento di estrazione, lavorazione, raffinazione, conio, acquisto, vendita, conservazione, importazione e utilizzo dell’oro coniato o non coniato dovrebbe essere GRATUITA. Ciò stimolerebbe immediatamente la produzione locale di oro. Il che attirerebbe anche capitali stranieri e faciliterebbe l’importazione di lingotti d’oro in Africa. Aumentando così in modo significativo la quantità di monete coniate, bar e minibar in circolazione in un breve periodo.
  5. Ogni problema è un potenziale business. Quindi, un mercato dell’oro libero comporterebbe anche la nascita naturale di aziende e applicazioni tecnologiche per affrontare i problemi nella catena di approvvigionamento dell’oro. Ad esempio, le applicazioni che prevengono le frodi, certificano istantaneamente la finezza, i custodi, l’assicurazione, il trasporto sicuro, i depositi di stoccaggio, tra gli altri. Tutto ciò è essenziale per la traduzione.
  6. Anche le leggi sul corso legale devono essere abolite del tutto. La libertà monetaria dovrebbe tornare ad essere la norma in Africa. Inoltre, ciò aiuterà a tenere sotto controllo le pressioni deflazionistiche ea ridurre al minimo i potenziali shock destabilizzanti poiché le valute fiat (ad esempio cedi, dollari, euro) circolano liberamente e si scambiano a tassi di mercato liberi con l’oro. Detto diversamente, la libertà monetaria è essenziale per garantire una traduzione organica e ordinata.
  7. Il nilar può iniziare con tagli da 1, 2,5, 5, 10, 20, 50 e 100 grammi di oro fino. Un nilar è un grammo di oro fino (999,9) e un grammo di oro fino (999,9) è un nilar. Di forma tonda o rettangolare ma sempre finezza 999,9. I tagli e il titolo (solo 999,9) saranno stampigliati su un lato di ogni moneta o lingotto, mentre l’altro lato spetta all’ente emittente decidere cosa timbrare. Ad esempio, una moneta di nilar coniata in Namibia potrebbe avere l’aquila marziale. Una moneta di nilar coniata in Senegal potrebbe avere la faccia di Cheikh Anta Diop e così via. Quindi, un lato della medaglia è uniforme in tutta l’Africa e l’altro è riservato al patrimonio del paese emittente.
  8. Il nilar può essere tokenizzato per circolare digitalmente come criptovaluta. Tuttavia, notare che il requisito di riserva dovere sempre essere al 100 percento. Ad esempio, se una banca o una startup fintech emette nilar digitali, le sue riserve auree devono essere controllate in modo indipendente per accertare il rapporto del 100%. La riserva frazionaria è vietata in questa fase e i truffatori dovrebbero essere soggetti a severe sanzioni.
  9. Le banche centrali cesseranno di essere banche centrali perché non stamperanno più valuta fiat e manipoleranno arbitrariamente interessi e tassi di cambio. L’era della Fiat deve essere finita in questa fase. Le banche centrali africane diventeranno agenzie di conversione e conio (CMA). Oltre a coniare monete nilar e gestire convenzioni valutarie, CMA potrebbe fornire altri servizi correlati, come l’archiviazione o la custodia. Le CMA statali dovranno affrontare la concorrenza delle CMA private, formando così controlli e contrappesi affidabili e integrati. Ciò garantirà inoltre che nessun CMA o banca ottenga mai il controllo monopolistico del mercato.
  10. Sia i tassi di interesse (ad es. un prestito bancario) che i tassi di cambio (ad es. nairas contro dollari contro nilar) saranno stabiliti LIBERAMENTE dal mercato locale. Ricordiamo che questa transizione sta avvenendo nel contesto della libertà monetaria, non attraverso l’imposizione di interessi e tassi di cambio tecnocratici dall’alto verso il basso. Inoltre, si noti che i mercati passeranno a un ritmo diverso. Ad esempio, le condizioni di mercato in Sud Africa, che ha 125 tonnellate di oro che può distribuire, differiranno, ad esempio, dal Camerun, che potrebbe non avere una singola tonnellata di lingotti d’oro. Solo il libero mercato può gestire un cambiamento così complesso e tettonico. La burocrazia e gli interventi coercitivi porterebbero al caos e, in definitiva, al fallimento.
  11. Debiti, contratti e altri obblighi legali saranno rinegoziati dalle parti coinvolte sulla base di interessi e tassi di cambio stabiliti dal mercato libero locale. Gli obbligazionisti governativi e aziendali, i commercianti, gli appaltatori, i datori di lavoro, i dipendenti, ecc., decideranno come passare a nilars. Gli enti locali possono produrre contenuti e linee guida didattici. Linee guida, non regolamento. Il mercato deve essere libero per garantire il successo.
  12. Stati africani con riserve auree inizierà a coniare monete nilar per pagare obbligazionisti, appaltatori e dipendenti governativi locali. Poiché la quantità di nilar in circolazione aumenta costantemente, le valute legali africane devono essere rimosse dalla circolazione in tandem.
  13. I governi africani devono anche smettere di reprimere il diritto naturale degli africani alla piena proprietà. I diritti di proprietà sull’oro (e su altre risorse naturali) devono essere stabiliti in modo che gli africani, non i loro governi (cioè politici e burocrati), possiedano completamente i loro appezzamenti o ettari di terra e qualsiasi cosa possa o non possa essere trovata sotto di essi. Ad esempio, se un angolano scopre un deposito d’oro sotto un appezzamento di terreno che è suo di diritto, che si tratti di un piccolo o potente deposito d’oro, dovrebbe essere la sua assoluta proprietà privata, e non quella del governo angolano. Così funziona una società libera e giusta.

Lawrence W. Reed pone ai critici della moneta d’oro alcune domande pertinenti che vale la pena menzionare qui anche per i critici africani della moneta d’oro:

Da cosa è fatto il denaro fiat emesso dal governo? Respiro d’angelo? Manna divina dal paradiso monetario? Ovviamente no. La sua forma digitale è composta da eterei uno e zero mentre la sua forma fisica e familiare è composta da alberi. Alberi! Quando e dove nella storia un albero, o qualsiasi derivato dell’albero, è emerso naturalmente e volontariamente come mezzo di scambio affidabile? Mai e da nessuna parte, tranne quando è stato emesso come una sorta di “scontrino” per la cosa reale. Gli oppositori del gold standard vogliono farci credere che l’oro sia vecchio stile, che una prospettiva più “illuminata” è che il denaro non dovrebbe provenire da un buco nel terreno. Pensaci. Ci stanno dicendo che i soldi dovrebbero invece provenire da—rullo di tamburi—alberi! Hmmm. Quale suona più affidabile: un gold standard o un tree standard?

Conclusione

Il nilar è il mezzo attraverso il quale l’Africa raggiunge l’indipendenza monetaria ed economica in modo unificato. Il suo imperativo prevale perché il nilar è il pilastro principale su cui possono essere fondate società africane stabili, libere, prospere e strutturalmente giuste. È anche il fattore più cruciale per il successo di il libero scambio continentale africano Area come mercato unico africano. E un mercato unico africano libero alimentato dal nilar, più poche o nessuna tassa, può trasformare l’Africa da una regione colpita dal sottosviluppo in una potenza economica globale in quindici-venticinque anni.

Manuel Tacanho è fondatore e presidente dell’Istituto Afrindependent. È anche fondatore di Afridom, una solida startup di banca digitale basata sul denaro per l’Europa e l’Africa ed è un sostenitore del libero mercato e del denaro solido per lo sviluppo economico dell’Africa. Questo articolo è stato originariamente pubblicato sul Istituto Mises.

GreatGameIndia è attivamente preso di mira da forze potenti che non desiderano che sopravviviamo. Il tuo contributo, per quanto piccolo, ci aiuta a restare a galla. Accettiamo pagamenti volontari per i contenuti disponibili gratuitamente su questo sito Web tramite UPI, PayPal e Bitcoin.

Supporta GreatGameIndia



Source link

Lascia un commento

Leggi anche