0 4 minuti 4 mesi

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Il presidente francese Emmanuel Macron ha innescato una cascata di virtù e indignazione sui social media dopo aver affermato che “è fondamentale che la Russia non venga umiliata in modo che quando i combattimenti si fermeranno in Ucraina si possa trovare una soluzione diplomatica”, aggiungendo che credeva che Parigi avrebbe svolto un ruolo di mediazione per porre fine al conflitto.

Sebbene Macron abbia cercato di mantenere un dialogo con Vladimir Putin dall’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca a febbraio, la sua posizione è stata più volte criticata da alcuni stati fermi dell’Europa orientale e baltica anti-Russia poiché la vedono come un indebolimento degli sforzi per fare pressione su Putin al tavolo dei negoziati .

“Non dobbiamo umiliare la Russia in modo che il giorno in cui i combattimenti cesseranno possiamo costruire una rampa di uscita con mezzi diplomatici”, Macron ha detto in un’intervista ai giornali regionali pubblicata sabato. “Sono convinto che il ruolo della Francia sia quello di essere una potenza di mediazione”.

Com’era prevedibile, il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, che trascorre la maggior parte del suo tempo su Twitter, ha criticato i commenti di Macron, rispondendo su Twitter sabato che “gli appelli per evitare l’umiliazione della Russia possono solo umiliare la Francia e ogni altro Paese che lo richiederebbe. Perché è la Russia che si umilia. Ci concentriamo tutti meglio su come mettere la Russia al suo posto. Questo porterà pace e salverà vite”.

Tutto questo arriva quando i media occidentali abbandonano gran parte della facciata della propaganda negli ultimi tre mesi e ammettono che la guerra in Ucraina è stata effettivamente un disastro per, beh, l’Ucraina (NYT: “La realtà geografica della guerra in Ucraina: la Russia ha conquistato gran parte dell’est“, WaPo: “I combattenti volontari ucraini nell’est si sentono abbandonati“).

Nel frattempo, mentre alcuni non fanno altro che twittare, Macron ha effettivamente parlato con Putin più volte dall’invasione come parte degli sforzi per raggiungere un cessate il fuoco e avviare un negoziato credibile tra Kiev e Mosca. “Penso, e gli ho detto, che sta commettendo un errore storico e fondamentale per la sua gente, per se stesso e per la storia”, ha detto Macron.

La Francia ha sostenuto l’Ucraina militarmente e finanziariamente, ma fino ad ora Macron non è stato a Kiev per offrire un sostegno politico simbolico come altri leader dell’UE, cosa che l’Ucraina ha voluto che facesse. Macron ha detto che non aveva escluso di andare. Parigi invia armi offensive tra cui il cannone dell’obice Caesar prelevato dalle scorte dell’esercito francese. Macron ha detto di aver chiesto ai produttori di armi di accelerare la produzione.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche