0 2 minuti 5 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


Il ministro degli Esteri della Slovenia, Tanja Fajon, segnala la sua sottomissione all’agenda globalista con una dichiarazione (o richiesta) che le nazioni sovrane devono “rispettare” le regole internazionali dell’”ordine mondiale”.

Fajon è leader dei socialdemocratici, parte del Partito dei socialisti europei ed ex membro del Parlamento europeo dalla Slovenia.

Fajon aveva in programma una discussione sulla “frammentazione globale”, che sembra essere il filo conduttore dell’evento nel 2023.

I globalisti hanno accennato in più panel alle loro frustrazioni per i governi nazionali che hanno interrotto le agende chiave del WEF, tra cui la risposta alla pandemia globale, la guerra in Ucraina e il cambiamento climatico.

In un twitta oggiFajon ha anche chiesto una maggiore inclusione di un maggior numero di attori aziendali piuttosto che dei soli governi nelle iniziative del WEF.

Il tono di Davos è stato finora decisamente cupo, con molti presenti che lamentano gli esiti delle misure pandemiche globali e la mancanza di unificazione sul cambiamento climatico. Ciò che non menzionano, almeno non direttamente, è che gran parte di ciò è dovuto alla resistenza pubblica di massa in molte regioni. Sembrerebbe che l’establishment abbia fatto ipotesi sui loro progressi nel 2022 che non si sono concretizzate.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche