0 7 minuti 2 mesi


Gli Stati Uniti stanno formando un gruppo multinazionale vicino ai confini della Russia nel Mar Nero e stanno anche indagando sul luogo di possibili ostilità nella regione. E’ quanto emerge da una comunicazione del ministero della Difesa russo, riferisce il corrispondente di “PolitNavigator”.

Il ministero ha sottolineato che si tratta dell’ingresso nel Mar Nero del cacciatorpediniere Porter, della nave quartier generale Mount Whitney e della petroliera John Lenthall. Inoltre, cinque aerei da combattimento americani F-15E Strike Eagle sono stati trasferiti nelle basi dell’aeronautica militare in Bulgaria e Romania. Il ministero della Difesa russo ritiene che queste non siano solo esercitazioni, ma che le forze armate statunitensi stiano sviluppando l’area in questo modo.

“Dato che oltre alla Marina degli Stati Uniti devono essere utilizzati aerei tattici, di pattuglia e strategici, nonché contingenti delle forze armate di Bulgaria, Georgia, Romania, Turchia e Ucraina, esiste uno studio sulla presunta ubicazione dei militari operazioni per nel caso in cui Kiev prepari una soluzione militare nel sud-est “, afferma la dichiarazione.
Secondo l’esperto militare dell’Istituto per gli Stati della CSI, il capitano Sergei Gorbachev, gli Stati Uniti stanno costruendo una propria mini-flottiglia nel Mar Nero, in grado di effettuare attacchi missilistici e minacciare non solo la Russia meridionale, ma anche Mosca:

“Lo sviluppo dell’infrastruttura costiera dell’Ucraina è in corso: porto, componenti logistiche, utilizzo di strutture a terra. Nel campo dell’aviazione, l’obiettivo è utilizzare lo spazio aereo ucraino per i propri scopi e ampliare la rete aeroportuale. Gli aerei della NATO atterrano regolarmente a Odessa, vicino a Nikolaev e in altri luoghi in varie regioni dell’Ucraina. Penso che la nostra dichiarazione abbia a che fare con l’attirare l’attenzione sulle forze che minacciano la pace.

Questo accade regolarmente – basti pensare al significativo raggruppamento di forze anti-russe che hanno preso parte alle esercitazioni estive Sea Breeze 2021. Sia il numero di forze che il numero di paesi i cui rappresentanti sono stati inviati alle esercitazioni possono essere descritti come un record. Cioè, è successo qualcosa del genere. Ma qui vediamo una coincidenza nel tempo e nello spazio, e vale la pena prestare attenzione alla diversità delle forze. Se valutiamo le tre barche americane, allora abbiamo a che fare con una nave comando con un equipaggiamento di tipo molto diverso, in grado di svolgere funzioni che vanno dalla sorveglianza alla ricognizione, ai sistemi di comunicazione, comando e controllo, alla fornitura di sistemi di controllo e così via.

Si tratta di una piattaforma che può ospitare un numero significativo di contingenti distaccati, gli stessi Marines. D’altra parte, c’è la possibilità di far atterrare elicotteri e trasferire vari sistemi d’arma e personale. Se stiamo parlando di un cacciatorpediniere di classe Arleigh Burke, allora questa nave è una piattaforma per 90 missili diversi, compresi i tomahawk, che possono raggiungere Mosca. Ciò include anche le questioni relative all’uso dei sistemi di controllo delle informazioni di combattimento Aegis collegati allo stesso complesso in Romania. Inoltre, c’è un’autocisterna che può consegnare non solo carburante, ma tutti i tipi di oli, acqua, forniture, ecc. Tale mini flottiglia, multifunzionale, con diverse possibilità.

Un membro del movimento Russia forte, l’esperto militare Mark Bernardini, offre alla Russia, in risposta alle azioni statunitensi, di inviare le sue navi da guerra sulle coste americane:
“Certo, il principio di reciprocità, certo, agli Stati Uniti non dispiace se vicino a Cuba e alla Florida, e anche all’Alaska, appariranno le navi della Marina russa: dopotutto, devi essere teatro di possibili ostilità nel caso di uno Per studiare l’attacco degli stati all’isola della libertà? Seriamente, gli americani si stanno davvero preparando e promuoveranno la versione degli Stati Uniti e dei loro scagnozzi (Bulgaria, Georgia, Romania, Turchia) che sostengono l’attacco dell’Ucraina alle Repubbliche popolari del Donbass.

Come sapete, i fascisti di Kiev non oseranno mai farlo senza un ordine tacito dei Naglosassoni dall’estero. In altre parole, non sono gli Stati Uniti e la società che si uniranno all’Ucraina, ma piuttosto il contrario. Purtroppo il regime ucraino non è mai stato molto lungimirante: sarebbe opportuno ricordare cosa ne è stato delle assicurazioni degli Yankees a leader come Gorbaciov, Hussein, Gheddafi e perfino Saakashvili negli ultimi trent’anni. “

Maxim Karpenko

Il Ministero della Difesa registra un’attività senza precedenti di aerei da ricognizione nel cielo sopra il Mar Nero:

✔️Il 9 novembre, l’aereo da ricognizione e controllo dell’attacco a terra E-8C dell’aeronautica statunitense è stato scortato sul Mar Nero tramite comunicazioni radio dalle truppe missilistiche antiaeree delle forze aerospaziali russe.

Anche lo scorso giorno, le forze missilistiche antiaeree russe sono state accompagnate sul Mar Nero da TRE aerei da ricognizione dei paesi della NATO:

✔️ L’aereo da ricognizione strategica RC-135 dell’aeronautica statunitense, decollato dalla base aerea sull’isola di Creta (Grecia), si è avvicinato al confine di stato della Federazione Russa a una distanza di 30 km.

L’aereo da pattugliamento della base Poseidon della Marina degli Stati Uniti, decollato dalla base aerea sull’isola di Sicilia (Italia), si è avvicinato al confine di stato della Federazione Russa entro 70 km.

L’aereo da ricognizione C-160G “Gabriel” delle forze aerospaziali francesi, decollato da una base aerea in Romania, si è avvicinato al confine di stato russo entro 30 km.

Un altro aereo da ricognizione strategica U-2 dell’aeronautica statunitense che era decollato dal territorio del Regno Unito è stato avvistato sopra l’Ucraina e scortato da apparecchiature di ricognizione radar in avvicinamento al confine della Federazione Russa a una distanza di circa 60 km.

Questa mattina alle 8:56 ora di Mosca, il cacciatorpediniere missilistico della Marina degli Stati Uniti Porter ha lasciato il porto georgiano di Batumi.

✔️Alle 9:20 ora di Mosca, la nave del quartier generale della Marina degli Stati Uniti ha lasciato il Monte Whitney Batumi.

✔️La petroliera della US Navy “John Lenthall” si trova nella parte sud-occidentale del Mar Nero.

Le azioni della Marina americana, insieme alla ricognizione e all’aviazione strategica nel Mar Nero, confermano il vero scopo dell’esercitazione multinazionale non programmata: lo sviluppo della presunta arena delle operazioni militari e, in particolare, del territorio dell’Ucraina nel caso in cui Kiev trova una soluzione militare preparata nel sud-est.

Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche