0 3 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

Un medico e ricercatore svedese lancia l’allarme sul legame tra vaccini contro il coronavirus, tumori in rapida crescita e infiammazione dei vasi sanguigni nei pazienti morti dopo aver ricevuto un vaccino mRNA.

La dottoressa, che lavora presso l’ospedale regionale della città svedese di Kalmar, in una recente intervista con l’Associazione norvegese dei medici e degli operatori sanitari ha dichiarato di essere molto preoccupata per il gran numero di casi di cancro aggressivi che sta vedendo.

Ute Krüger ha esaminato 8000 autopsie ed è convinto che ci sia una connessione tra vaccinazione e mortalità. “I vaccini contro la corona sembrano provocare tipi di cancro in rapida crescita”, ha affermato il medico. Sospetta che ciò abbia a che fare con le reazioni infiammatorie dopo la vaccinazione.

Ha parlato con altri patologi che trovano sempre più tumori in vari organi che un tempo erano rari. “Nessuno mi ascolta”, si lamenta Kruger. “I miei colleghi mettono persino in dubbio la mia competenza”.

Ad esempio, un collega le ha chiesto di guardare il referto dell’autopsia. Ha concluso che la persona era morta per infiammazione del muscolo cardiaco a seguito della vaccinazione corona. Il collega ha trovato questa conclusione “troppo inverosimile”.

Questo nonostante il VAERS, il database americano per le reazioni avverse ai farmaci, abbia già 30.000 segnalazioni di morte e più di 50.000 casi di miocardite.

I cambiamenti molto probabilmente correlati al vaccino contro il coronavirus sono solo una frazione di ciò che accade nel corpo, ha affermato il dott. Kruger. “Ho studiato medicina perché voglio aiutare le persone, ma ora sento che tutto ciò che posso fare è guardarli mentre vengono uccisi e non c’è molto che posso fare al riguardo”, ha detto.

Ovunque io vada, i medici mi dicono: ‘Vedo esattamente la stessa cosa’”, ha detto Krüger, parlando di uno “schema”.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche