0 5 minuti 5 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


Il governo del Regno Unito ha annunciato ufficialmente che non richiederà più colpi di richiamo COVID da persone sane di età inferiore ai 50 anni.

Mentre il Regno Unito inizia a riprendersi dalla pandemia, il programma universale di vaccinazione Covid terminerà quest’anno.

“Mentre continua la transizione dalla risposta all’emergenza pandemica alla ripresa dalla pandemia, il [Gemeinsame Komitee für Impfung und Immunisierung] JCVI ha raccomandato che l’offerta di richiamo del 2021 (terza dose) per le persone di età compresa tra 16 e 49 anni che non rientrano in un gruppo a rischio clinico venga gradualmente eliminata in conformità con la fine della campagna di vaccinazione di richiamo nell’autunno 2022”, ha affermato il governo in un comunicato stampa uscita datata mercoledì.

Mercoledì, gli inglesi di età inferiore ai 50 anni sono stati invitati a ricevere la loro dose di richiamo gratuita prima della scadenza del programma.

“In Inghilterra, la campagna autunnale e la prima offerta di richiamo termineranno il 12 febbraio 2023. Incoraggiamo chiunque sia attualmente idoneo per un richiamo iniziale che non si è ancora vaccinato a farlo prima della fine dell’offerta”, ha affermato il JCVI.

Il governo sta anche esortando i non vaccinati a ricevere la prima dose prima della scadenza dell’offerta.

Il programma di vaccinazione si concentrerà ora sugli anziani e sugli immunocompromessi. Per migliaia di britannici, questa sarà la settima e l’ottava vaccinazione.

“Allo stesso modo, il JCVI consiglia di spostare l’immunizzazione di base COVID-19 a un’offerta più mirata durante le campagne di immunizzazione per tutto il 2023 per proteggere coloro che sono a maggior rischio di malattia grave da COVID-19. Incoraggiamo le persone che non hanno ancora ricevuto la prima vaccinazione a registrarsi per una prima vaccinazione prima della scadenza dell’offerta”.

La posta quotidiana segnalato:

Il comitato congiunto per la vaccinazione e l’immunizzazione (JCVI), che consiglia il numero 10, oggi ha avvertito che potrebbe essere necessaria la vaccinazione di emergenza se emergesse una nuova variante con “differenze biologiche clinicamente importanti”.

Tuttavia, nessuno dei ceppi attualmente in circolazione, inclusi i ceppi Kraken o Orthrus, garantisce un aumento del programma.

La campagna autunnale di aggiornamento Covid dovrebbe essere offerta a coloro che sono a maggior rischio di grave infezione da Covid “, ha affermato il JCVI.

I gruppi esatti che dovrebbero essere idonei per questo non sono stati nominati.

Tuttavia, la campagna, iniziata a settembre, ha invitato persone di età superiore ai 50 anni, residenti e personale delle case di cura e operatori sanitari.

Oltre a questi gruppi, ai bambini di età compresa tra i 5 e i 49 anni clinicamente a rischio, che vivono con una persona immunocompromessa o che prestano assistenza, è stata offerta anche una vaccinazione di richiamo in un programma simile a quello per la vaccinazione antinfluenzale annuale.

Gli adulti sani di età inferiore ai 50 anni che non hanno usufruito dell’offerta di un’iniezione di richiamo hanno solo due settimane e mezzo per approfittare dell’offerta prima di non essere più idonei.

Il panel ha anche affermato che il Regno Unito dovrebbe terminare l’offerta generale della prima e della seconda dose entro la fine dell’anno, sebbene non abbia raccomandato un calendario.

Ciò significa che solo determinate persone potranno beneficiare della prima e della seconda vaccinazione in determinati periodi dell’anno.

Al momento, chiunque abbia compiuto cinque anni al 31 agosto 2022 può ancora ottenere la prima vaccinazione presso i centri ambulatoriali o tramite il servizio nazionale di prenotazione del SSN.

La decisione arriva il giorno dopo che Esther McVey ha chiesto un’indagine urgente e approfondita sulle morti in eccesso da parte del parlamento britannico.

Il Regno Unito è l’ultimo paese a smettere di somministrare il vaccino COVID alle persone sotto i 50 anni.

Il Gateway Pundit aveva precedentemente riferito che la Danimarca avrebbe vietato alle persone di età inferiore ai 50 anni la vaccinazione COVID.

A luglio 2022 non è stato più possibile per bambini e adolescenti di età inferiore ai 18 anni ricevere la prima vaccinazione COVID e dopo il 1° settembre 2022 non è stato più possibile per loro ricevere la seconda vaccinazione.

La vaccinazione COVID è adatta solo per le persone di età superiore ai 50 anni e per le persone a maggior rischio.

“Alle persone di età superiore ai 50 anni viene offerta la vaccinazione. La vaccinazione contro il Covid-19 sarà offerta anche alle persone di età inferiore ai 50 anni, che corrono un rischio maggiore di ammalarsi gravemente di Covid-19.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche