0 4 minuti 1 settimana


Il partner di “controllo dei fatti” di Facebook Lead Stories afferma di aver sfatato la prima puntata dell’ultima avvincente miniserie di documentari di Infowars Covidland: The Lockdown.

In un tortuoso “fact check” di 1.600 parole dedicato al film di 94 minuti disponibile su InfowarsStore.com, le Lead Stories sostenute da Chicom lamentano che Covidland “non fornisce prove delle macchinazioni della cabala globale” e afferma falsamente che il documentario diffonde disinformazione.

attraverso Storie principali:

Il primo episodio di “COVIDLAND” dimostra le sue affermazioni secondo cui gli ospedali non sono stati tassati dai casi di COVID-19, le statistiche sui decessi sono state gonfiate dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie e che il test PCR non è in grado di rilevare il SARS-CoV-2 virus con precisione? No, non è vero: ognuna di queste affermazioni, intrecciate con la teoria che una cabala globale ha simulato una pandemia, è circolata nelle prime fasi del COVID-19 ed è stata confutata da prove pubblicamente disponibili e da esperti medici con esperienza clinica e di laboratorio con COVID.

Il lungo fact check prosegue con i lettori di Gaslight su vari punti del documentario che non si allineano con la narrativa ufficiale, incluso il fatto che molti gli ospedali erano vuoti e non al completo in mezzo al culmine della pandemia, il fatto che le statistiche Covid fossero gonfiato artificialmente, e il fatto che I test PCR sono imprecisi, che anche la FDA ha ammesso.

Un impopolare tweet dall’organizzazione che promuove il loro ultimo fact check Infowars pubblicato un giorno fa ha ricevuto zero Mi piace e zero retweet.

Nel frattempo, il Documentario sul Covidland, disponibile per lo streaming gratuito su Banned.video e FreeWorldNews.TV, è stato visualizzato oltre 2,9 milioni di volte, al momento della stesura.

Come segnalato da Infowars, Lead Stories è finanziato in parte da Pechino Azienda cinese ByteDance, LLC, che possiede TikTok, ed è stata accusata di censura da parte del governo comunista del paese.

Il cosiddetto “controllo dei fatti” di Lead Stories ha consentito a Facebook di contrassegnare ed eliminare i post che promuovono Covidland.

Considerando l’immensa popolarità di Covidland e il fatto che Lead Stories è finanziato dalla Cina e conduce la censura per conto dei Chicom, ha perfettamente senso che l’organizzazione stia cercando un film che metta a nudo la scioccante verità dietro la Cina e l’arma biologica Covid dei globalisti.

Guarda il documentario completo su COVIDLAND qui:


Dai un’occhiata anche alla prima mondiale di Covidland di Infowars, con il commento speciale di Alex Jones, Owen Shroyer, il procuratore costituzionale Robert Barnes e i registi.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *