0 4 minuti 2 mesi



Un documento della FDA appena rilasciato conclude che il vaccino contro il Covid di Pfizer è “favorevole” nonostante il documento sia carico di cattive reazioni al vaccino, inclusi disturbi del sistema nervoso, disturbi cardiaci, disturbi respiratori e persino la morte.

Secondo quanto riferito, il documento fa parte dei dati su cui la FDA ha basato la sua autorizzazione all’uso di emergenza (EUA) e copre specificamente gli eventi avversi (AE) del vaccino Covid di Pfizer/BioNTech (denominato BNT162b2) dal 1 dicembre 2020 al 28 febbraio 2021.

Durante quel periodo, sono stati registrati 42.086 eventi avversi e 1.223 decessi, il che significa che circa 1 su 34 eventi avversi è stato fatale.

“La revisione dei dati disponibili per questa esperienza cumulativa di PM, conferma un vantaggio favorevole: bilancio del rischio per BNT162b2”, conclude il documento della FDA.

È interessante notare che il documento stesso avverte dei limiti della “segnalazione di eventi avversi da farmaci post-marketing” e ammette persino che “l’entità della sottostima è sconosciuta”.

Il podcast Gal Shalev descrive cosa ciò potrebbe significare per il numero effettivo di eventi avversi.

Sfortunatamente, il documento consente solo al lettore di calcolare il rapporto tra decessi ed eventi avversi e non il rapporto tra decessi e dosi somministrate o spedite.

Questo perché il documento della FDA ha oscurato il numero di dosi spedite in tutto il mondo e non ha menzionato il numero di dosi effettivamente somministrate.

“Si stima che circa (b)(4) dosi di BNT162b2 sono state spedite in tutto il mondo dalla ricezione della prima autorizzazione temporanea per la fornitura di emergenza dal 1° dicembre 2020 al 28 febbraio 2021”.

Secondo al sito web della Conferenza amministrativa, l’esenzione (b)(4) del FOIA consente alle agenzie di trattenere segreti commerciali e informazioni commerciali o finanziarie considerate privilegiate o riservate.

L’intero documento FDA, completo di una litania di altri eventi avversi associati al vaccino, può essere letto di seguito:

Questo documento è diventato pubblico dopo un gruppo senza scopo di lucro citato in giudizio la FDA per non aver rilasciato dati dal file del prodotto biologico del vaccino COVID-19 di Pfizer.

Il gruppo, Sanità pubblica e professionisti medici per la trasparenza, aveva prima presentato una richiesta del Freedom of Information Act (FOIA) che chiede alla FDA di rilasciare tutti i dati su cui il governo federale si è basato per concedere la licenza al vaccino COVID-19 di Pfizer.

In origine, la FDA volevo aspettare 55 anni per elaborare la richiesta FOIA.


Alex Jones analizza il documento bomba della FDA caricato con eventi avversi dal colpo Pfizer.



Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche