0 9 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

I dipartimenti di polizia del New Jersey sono stati recentemente presi di mira per aver utilizzato il DNA dei neonati per risolvere crimini senza che il pubblico ne fosse a conoscenza o senza il consenso. Il DNA viene anche ottenuto senza mandato, una palese violazione della legge.

Secondo The Verge:

La polizia del New Jersey potrebbe aver utilizzato campioni di sangue prelevati da bambini per indagare sui crimini, secondo i difensori pubblici dello stato.

Secondo una causa intentata dall’Office of the Public Defender (OPD) del New Jersey, la pratica è emersa dopo un caso in cui la polizia di stato del New Jersey ha citato in giudizio con successo un laboratorio di analisi per un campione di sangue prelevato da un bambino. La polizia ha quindi eseguito l’analisi del DNA sul campione di sangue che avrebbe collegato il padre del bambino a un crimine commesso più di 25 anni fa.

I campioni di sangue non sono condivisi direttamente con le forze dell’ordine. Ma se la polizia è in grado di ottenere i campioni in modo affidabile tramite citazione, in effetti, il processo di screening della malattia sta inserendo tutti i bambini nati nello stato in un database del DNA senza possibilità di rinunciare.

Secondo la causa, i genitori e il pubblico in generale non sono a conoscenza del fatto che i campioni di sangue prelevati dai loro figli potrebbero essere utilizzati in questo modo.

L’aggiornamento biometrico fornisce ulteriori dettagli, affermando:

A meno che i genitori non richiedano un’esenzione religiosa, tutti i bambini nel New Jersey vengono campionati. Tutti gli stati e il Distretto di Columbia immagazzinano il sangue, ma le pratiche e le politiche variano.

Sembra esserci un senso condiviso dell’insolita assunzione di prove del DNA senza un mandato da un soggetto che non ha potuto fornire il consenso informato e senza il permesso di un genitore.

L’ufficio del difensore pubblico del New Jersey ha appreso della pratica e ha tentato due volte di utilizzare la legge statale sui registri pubblici aperti per ottenere maggiori informazioni sulla pratica. Sono stati negati due volte, secondo la legge 360, e l’ufficio del difensore pubblico ha citato in giudizio.

Le due agenzie dovrebbero comparire in tribunale l’8 settembre.

Lo stato del Michigan ha rivelato che distruggerà più di 3 milioni di macchie di sangue secco prelevate da bambini e tenute in deposito come parte di un accordo sul consenso e sulla privacy nell’era digitale. Lo stato preleva regolarmente sangue pungendo i talloni dei neonati per verificare la presenza di malattie rare, ma i campioni rimanenti sono conservati in città come Lansing e Detroit e possono essere potenzialmente utilizzati dagli scienziati, a pagamento, senza il consenso dei genitori. La pratica si è verificata anche in altri stati come California, New York e Minnesota, dove i campioni di sangue possono essere conservati per decenni.

Non da meno, anche le società private sono coinvolte nella raccolta di grandi quantità di DNA e altri dati sanitari. Nel 2019 Google ha collaborato con Ascension, il secondo sistema sanitario più grande del paese a sviluppare un servizio sanitario basato sull’intelligenza artificiale raccogliendo i dati medici americani. Il progetto è stato soprannominato Project Nightingale e ha consentito a Google di accedere a oltre 50 milioni di cartelle cliniche di pazienti. Google sta utilizzando i record per creare un sistema in grado di identificare e prevedere i problemi di salute prima ancora che un paziente abbia visitato un medico.

Più di recente, in un forum sulla sicurezza dell’Aspen Institute, Jason Crow, un rappresentante degli Stati Uniti del Colorado e membro dei comitati dell’intelligence e dei servizi armati della Camera, ha avvertito che il DNA fornito a società come 23e io e Ascendenza potrebbe essere utilizzato per creare armi biologiche mirate a individui specifici. Il DNA ottenuto da queste aziende è innocentemente condiviso dai clienti che si aspettano di ricevere rapporti che descrivono in dettaglio le condizioni della loro salute e/o del loro lignaggio genetico, ma potrebbero essere utilizzati a loro insaputa o consenso per scopi nefasti.

Crow ha inoltre affermato che:

Le persone sputeranno molto rapidamente in una tazza e la invieranno a 23andMe e riceveranno dati davvero interessanti sul loro background… E indovina cosa? Il loro DNA è ora di proprietà di una società privata. Può essere venduto con pochissima protezione della proprietà intellettuale o protezione della privacy e non abbiamo regimi legali e normativi per affrontarlo.

È importante notare che Ancestry è stata venduta a Blackstone Group, una società di investimento di private equity e il più grande proprietario terriero del mondo per $ 4,7 miliardi nel dicembre 2020. L’acquisizione ha sollevato preoccupazioni sul fatto che Blackstone potesse utilizzare il database Ancestry DNA per discriminare potenziali inquilini in base alla razza, religione e altre categorie, sebbene i rappresentanti dell’azienda abbiano negato le accuse.

Il capitalismo della sorveglianza ha prosperato quando le persone consegnano volontariamente i loro dettagli più intimi a società senza scrupoli che cercano di realizzare un profitto. Purtroppo, non si sa quante persone siano state indotte a cedere il proprio DNA ad Ancestry e ad altre società credendo che non sarebbe mai stato condiviso, venduto o rubato. Connettere le persone al loro passato e aiutarle a capire il loro corredo genetico attraverso il DNA sono servizi nobili che potrebbero trasformarsi in un incubo se tali informazioni venissero messe nelle mani sbagliate.

Con l’avvento della “medicina di precisione” e dell’industria della produzione di farmaci su richiesta, l’avvertimento del rappresentante Crow sul DNA assume un significato ancora più forte. Quando grandi aziende come Blackstone e Google hanno accesso al DNA e alle cartelle cliniche personali, consolida ulteriormente l’idea che uno stato di sicurezza biomedica viene costruito proprio davanti ai nostri occhi.

Stiamo vivendo uno scenario reale di Jurassic Park in cui invece del DNA di dinosauro che viene scambiato e replicato, è il DNA umano che viene acquistato e venduto al miglior offerente.

La raccolta di dati e DNA sta trasformando gli esseri umani in risorse sfruttabili e controllabili. Ciò che è ancora peggio è che questo sta accadendo ora in molti stati dalla nascita. Con gran parte del nostro DNA archiviato in giganteschi database di proprietà di multinazionali americano e cinese corporazioni, governi, forze armate e agenzie di intelligence hanno accesso a un pool di informazioni che potrebbero prendere di mira singoli cittadini per una miriade di ragioni con il pretesto di migliorare la salute pubblica.

I poteri dietro il nascente stato di sicurezza biomedica vogliono sapere tutto di noi mentre ci nascondono tutto. Soffiare il coperchio di questa agenda ad alta posta in gioco non è mai stato così importante.

Per proteggersi dalle minacce sollevate dal rappresentante Crow e da molti altri che lanciano l’allarme, i cittadini dovrebbero controllare i servizi del DNA dei consumatori tra cui Ancestry, 23andMe, MyHeritage, FamilyTreeDNA e GEDmatch per una politica che consenta la rimozione e la distruzione dei dati del DNA, sebbene il danno possa sono già stati fatti. Potrebbe anche essere saggio ottenere la rappresentanza legale in caso di sequestro illegale di dati del DNA da parte della polizia senza consenso.

Jesse Smith è un giornalista indipendente che gestisce il sito web Truth Unmuted. Truth Unmuted è dedicato a esporre le bugie, i motivi e i metodi della cabala globale che cerca di forzare l’umanità in un nuovo ordine mondiale. Il sito Web tratta questioni come tecnocrazia, globalismo, transumanesimo, politica, salute e altri argomenti rilevanti che si legano alle agende globali.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche