0 4 minuti 2 settimane

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

Martedì il Dipartimento di Giustizia ha citato in giudizio l’Idaho per il divieto di aborto.

Il procuratore generale degli Stati Uniti Merrick Garland ha annunciato la causa contro l’Idaho dopo lo stato approvato una legge limitando severamente l’aborto.

La legge dell’Idaho entrerà in vigore il 25 agosto.

“La causa cerca di ritenere invalido il divieto penale dello stato di fornire aborti, applicato alle donne che soffrono di emergenze mediche”, ha detto Garland. “Questo potrebbe essere il caso, ad esempio, quando una donna sta subendo un aborto spontaneo che minaccia un’infezione settica o un’emorragia, o soffre di una grave preeclampsia”, ha detto Garland.

TENDENZA: Adolescente attivista pro-vita aggredito brutalmente mentre bussava alle porte per parlare con gli elettori del Kansas (VIDEO)

“Nei giorni successivi alla decisione di Dobbs, ci sono state segnalazioni diffuse di ritardi e dinieghi di cure a donne incinte in situazioni di emergenza medica”, ha detto Garland.

“Oggi il messaggio del Dipartimento di Giustizia è chiaro: non importa in quale stato operi un ospedale soggetto a EMTALA. Se un paziente arriva al pronto soccorso con un’emergenza medica, mettendo a repentaglio la vita o la salute del paziente, l’ospedale deve fornire il trattamento necessario per stabilizzare quel paziente. Questo include l’aborto, e questo è il trattamento necessario”.

VIDEO:

Notizie NBC segnalato:

Il Dipartimento di Giustizia ha intentato una causa martedì sostenendo che il divieto di aborto quasi totale dell’Idaho viola la legge federale: la prima azione legale dell’amministrazione Biden per proteggere l’accesso all’aborto da quando la Corte Suprema ha ribaltato la decisione Roe v. Wade del 1973 alla fine di giugno.

Nel fare l’annuncio presso la sede del Dipartimento di Giustizia, il procuratore generale Merrick Garland ha detto ai giornalisti che il divieto dell’Idaho viola una legge federale che richiede ai fornitori di servizi medici di offrire cure mediche di emergenza.

Ai sensi dell’Emergency Medical Treatment and Labor Act (EMTALA), ogni ospedale negli Stati Uniti che riceve fondi Medicare deve fornire “il necessario trattamento stabilizzante ai pazienti che arrivano al pronto soccorso durante un’emergenza medica”, si legge nel reclamo di 17 pagine. In alcune circostanze, il trattamento medico necessario è un aborto.

La causa cerca un giudizio dichiarativo che affermi che la legge dell’Idaho viola la clausola di supremazia della Costituzione ed è anticipata ed è in conflitto con la legge federale. Chiede inoltre una sentenza contro la quale l’Idaho non può avviare un’azione penale o tentare di revocare la licenza professionale di qualsiasi fornitore di servizi sanitari che esegua un aborto autorizzato dalla legge federale. Il dipartimento ha anche chiesto un’ingiunzione preliminare e permanente contro lo stato dell’Idaho per vietare l’applicazione del suo divieto di aborto quando è in conflitto con la legge federale.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche