0 5 minuti 1 mese

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Whitey Bulger

Giovedì il Dipartimento di Giustizia ha annunciato che 3 uomini, tra cui un sicario della mafia, sono stati accusati dell’omicidio del boss del crimine di Boston James “Whitey” Bulger.

AP segnalato:

Tre uomini, tra cui un sicario della mafia, sono stati accusati dell’omicidio del famigerato boss del crimine di Boston James “Whitey” Bulger in una prigione del West Virginia, ha detto giovedì il Dipartimento di Giustizia.

Le accuse contro Fotios “Freddy” Geas, Paul J. DeCologero e Sean McKinnon arrivano quasi quattro anni dopo l’omicidio di Bulger, che ha sollevato interrogativi sul motivo per cui il noto “boccino” è stato collocato nella popolazione generale invece di alloggi più protettivi. Gli uomini sono stati accusati di cospirazione per commettere omicidio di primo grado.

TENDENZA: GUARDA JOE BIDEN AL Rallentatore — Assisti alla demenza con gli occhi vitrei da vicino e personale — DEVE VEDERE IL VIDEO

Il leggendario mafioso di Boston Whitey Bulger è stato ucciso in prigione nell’ottobre 2018.

Geas deve affrontare un’accusa separata per omicidio da parte di un detenuto federale che sta scontando l’ergastolo e McKinnon è accusato separatamente di aver rilasciato false dichiarazioni a un agente federale.

Geas e DeCologero sono stati identificati come sospetti poco dopo la morte di Bulger, secondo le forze dell’ordine dell’epoca, ma sono rimasti privi di accusa poiché le indagini si sono trascinate per anni. Sono stati messi in isolamento durante la sonda, hanno detto i membri della famiglia al Boston Globe.

James ‘Whitey’, 89 anni Bulger è stato ucciso in prigione da un “compagno di detenzione con legami mafiosi” poco dopo essere stato trasferito in una prigione federale del West Virginia.

Secondo quanto riferito, Bulger è stato allontanato dalle telecamere di sicurezza e picchiato con un lucchetto in un calzino e gli sono stati cavati anche gli occhi.

Fonti raccontate La posta quotidiana che Whitey Bulger stava per eliminare le persone dell’FBI, in particolare i funzionari dell’FBI del programma informatore.

La connessione Whitey Bulger-Robert Mueller:

I MINION DI MUELLER HANNO AIUTATO IL MAGNIFICO WHITEY BULGER A ELIMINARE I CONCORRENTI DELLA MOB, afferma il membro del Congresso Louie Gohmert

A maggio, il rappresentante Louie Gohmert (R-TX) ha pubblicato un rapporto di 48 pagine intitolato “Robert Mueller smascherato” per smascherare i decenni di corruzione del Consigliere speciale.

Nell’ampio rapporto, Gohmert ha coperto il losco passato di Mueller nell’aiutare il mafioso Whitey Bulger eliminando i concorrenti della mafia.

Il Globo di Boston ha notato il collegamento di Robert Mueller con il caso Whitey Bulger in un articolo intitolato “Una domanda persistente per il direttore dell’FBI Robert Mueller”. Il Globe ha detto questo:

“[Mike] Albano [former Parole Board Member who was threatened by two F.B.I. agents for considering parole for the men imprisoned for a crime they did not commit] fu sconvolto dal fatto che, più tardi quello stesso anno, Mueller fosse stato nominato direttore dell’FBI, perché era Mueller, prima come assistente procuratore degli Stati Uniti poi come procuratore degli Stati Uniti ad interim a Boston, che scrisse lettere al consiglio per la libertà vigilata e la grazia durante gli anni ’80 opponendosi alla clemenza per i quattro uomini incastrati dall’FBI mentono. Naturalmente, anche Mueller era in quella posizione mentre Whitey Bulger aiutava l’FBI a sbarazzarsi dei suoi concorrenti criminali anche se seppelliva i corpi in fosse poco profonde lungo il Neponset…”

Mueller ha messo in prigione persone per crimini che non hanno commesso:

“Mueller era il capo della divisione criminale come assistente procuratore degli Stati Uniti, poi come procuratore ad interim degli Stati Uniti. Non sono riuscito a trovare alcuna spiegazione online da parte di Mueller sul motivo per cui ha insistito per tenere in prigione gli imputati che gli agenti dell’FBI, nelle tasche di Whitey Bulger, avevano incastrato per un omicidio che non avevano commesso. Non commettere errori: queste non erano persone onorevoli che aveva incarcerato. Ma faceva parte di un modello che alla fine è diventato abbastanza chiaro che Mueller era più interessato a condannare e mettere in prigione persone che non gli piacevano, anche se erano innocenti delle accuse, che a scoprire la verità”, ha detto Gohmert.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche