0 4 minuti 6 giorni



Il deputato del Queensland George Robert Christensen ha invitato i cittadini a sollevarsi contro le misure di blocco del Covid e i mandati sui vaccini, confrontando i governi che li attuano con i regimi totalitari responsabili di indicibili atrocità.

Parlando davanti al parlamento mercoledì, Christensen ha affermato che i premier australiani erano “ubriachi di potere” e “cercavano di sopraffarsi a vicenda”.

“La paura è la giustificazione della scelta per la coercizione e il controllo con gli australiani non vaccinati sempre più demonizzati, ostracizzati e socialmente sradicati”, ha detto Christensen.

Maggiori informazioni su Christensen e il suo voto storico contro il suo stesso partito e ulteriori restrizioni di blocco da 7news.com.au:

Il governo Morrison ha evitato per un pelo un imbarazzo in parlamento dopo che il canaglia LNP del Queensland George Christensen ha attraversato la sala mercoledì.

Christensen ha votato con l’opposizione contro il disegno di legge del governo di apportare modifiche alle leggi sull’azione collettiva.

“La soluzione”, ha sottolineato l’ex giornalista, “è una riscoperta della dignità umana, insieme a – e non lo dico a cuor leggero – la disobbedienza civile”.

Leggi una trascrizione del discorso del membro del parlamento di seguito:

I regimi totalitari responsabili delle atrocità più atroci del XX secolo – pensate a Stalin, Mao, Hitler, Pol Pot – non ci sono arrivati ​​da un giorno all’altro.

Hanno usato la paura per controllare. Hanno escluso le persone “sporche”, all’inizio dolcemente. Hanno giustificato l’esclusione. Sono passati a esclusioni più dure e alla fine hanno eliminato le persone socialmente o fisicamente.

Nel 21° secolo, i premier dello stato australiano stanno correndo lungo quel percorso familiare cercando di sopraffarsi a vicenda, ubriachi di potere, creando i propri stati di polizia di biosicurezza completi di apartheid medico.

Purtroppo, l’abbiamo permesso rifiutando di frenarli – peggio, fornendo i dati del registro di immunizzazione australiano che è alla base di questa apartheid medica.

La paura è la giustificazione della scelta per la coercizione e il controllo con gli australiani non vaccinati sempre più demonizzati, ostracizzati e socialmente sradicati.

Nel Queensland, il premier ha twittato che le persone non vaccinate hanno alzato bandiere rosse – Non solo una, ma 22 di esse.

I politici dei media e i burocrati della salute affermano tutti che il Covid-19 è ora una pandemia di non vaccinati, ma non c’è giustificazione per tale demonizzazione.

In uno studio tedesco, 55 dei pazienti sintomatici sopra i 60 anni sono stati completamente vaccinati. Gibilterra, dove tutti i 34.000 residenti sono completamente vaccinati, registra 60 nuovi casi al giorno.

Il percorso totalitario, il percorso che indubbiamente stiamo percorrendo, non è mai finito bene.

La soluzione è una riscoperta della dignità umana, insieme – e non lo dico a cuor leggero – la disobbedienza civile.


Centinaia di migliaia di australiani insorgono contro la tirannia del Covid

Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche