0 5 minuti 6 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!



Immagine: Il culto del clima vuole che le emissioni di anidride carbonica di ogni persona siano regolamentate – basta respirare… per il pianeta!

(Natural News) Hans Joachim Schellnhuber, uno dei principali scienziati tedeschi del Potsdam Institute for Climate Impact Research (PIK), ritiene che per salvare il pianeta dal “cambiamento climatico”, le emissioni di anidride carbonica (CO2) di ogni persona debbano essere limitate e regolamentato dal governo.

Definendo il concetto un “guardrail planetario”, Schellnhuber sostiene che ogni persona dovrebbe avere un limite di emissioni di CO2 di tre tonnellate all’anno applicato alla propria vita quotidiana. Coloro che superano tale importo dovrebbero essere costretti a pagare una multa, dice.

Poiché ogni respiro di una persona comporta l’espirazione di CO2 in cambio di ossigeno, anche la respirazione dovrebbe essere regolata. Coloro che desiderano rimanere sotto il limite di tre tonnellate potrebbero aver bisogno di fare meno respiri, probabilmente con molto meno esercizio fisico e sforzo fisico per mantenere bassa la frequenza cardiaca.

Solo i ricchi, in base all’idea di Schellnhuber, sarebbero autorizzati a vivere normalmente. I poveri dovrebbero davvero ridurre tutto, compresa la respirazione, per non essere multati per l’oblio.

(Correlato: Secondo Notiziario NBC e altri media globalisti, la CO2 è un “inquinante” che deve essere sradicato per salvare il pianeta dal “riscaldamento globale”.)

Alibaba sviluppa un “monitor individuale dell’impronta di carbonio” per monitorare le emissioni di CO2 delle persone

Per “avere un ambiente degno di essere vissuto [in]”, secondo Schellnhuber, le emissioni di CO2 devono essere mantenute al minimo, a meno che tu non abbia i soldi per acquistare l’accesso a una migliore qualità della vita.

Brighteon.TV

“Ogni persona riceve tre tonnellate di CO2 all’anno, ma se ne hai bisogno di più, devi solo comprarla”, avrebbe detto questo fanatico del clima.

Attualmente, il tedesco medio emette molto più di tre tonnellate di CO2 all’anno. Una persona normale emette circa 10 tonnellate di CO2 all’anno, mentre alcuni milionari e miliardari emettono fino a 100 tonnellate di CO2 all’anno.

Pochi eletti tra i ricchissimi, secondo i dati del Paris World Inequality Lab, emettono più di 2.000 tonnellate di CO2 all’anno. Queste persone sarebbero facilmente in grado di pagare le multe necessarie per continuare a volare con i loro jet privati ​​e ad alimentare le loro numerose e sontuose tenute che punteggiano il panorama mondiale.

Solo i poveri soffrirebbero della distopia immaginata da Schellnhuber, che è ciò che abbiamo sempre detto sulla truffa del cambiamento climatico. È un paradigma in cui i ricchi possono fare tutto ciò che vogliono mentre i poveri sono imprigionati in un’esistenza di miseria senza CO2.

Alibaba, con sede in Cina, ci viene detto, sta attualmente lavorando a un “monitor individuale dell’impronta di carbonio” per tenere sotto controllo le emissioni di CO2 della persona media. Se commercializzato, è così che il piano di Schellnhuber potrebbe realizzarsi nel prossimo futuro.

Un prototipo di quel dispositivo è stato presentato l’anno scorso a Davos, in Svizzera, all’incontro annuale del World Economic Forum (WEF) 2022, ospitato dal boss della globalizzazione Klaus Schwab. Il presidente del gruppo Alibaba, J. Michael Evans, ha annunciato che la Cina è sulla buona strada per trasformare quel tracker in una realtà globale.

“Stiamo sviluppando attraverso la tecnologia la possibilità per i consumatori di misurare la propria impronta di carbonio… dove stanno viaggiando, come stanno viaggiando, cosa stanno mangiando, cosa stanno consumando sulla piattaforma”, ha divagato l’ex banchiere di Goldman Sachs.

L’obiettivo, ha concluso Evans, è quello di “incentivare” la gente comune a “fare la cosa giusta, anche se gli viene offerta l’opportunità di fare la cosa sbagliata”.

Nel frattempo, i globalisti presenti al raduno WEF di quest’anno se la stanno godendo nel lusso mentre il resto del mondo è schiacciato da un’inflazione paralizzante, che è un altro effetto negativo del controllo globalista sull’offerta di moneta.

Le ultime notizie relative al clima sono disponibili su Climate.news.

Le fonti per questo articolo includono:

Breitbart.com

NaturalNews.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche