0 4 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha confermato venerdì mentre era in Cambogia per un vertice regionale che la Russia è “pronta a discutere” di uno scambio di prigionieri per la star statunitense della WNBA Brittney Griner, il giorno dopo che le è stata inflitta una dura condanna a 9 anni di reclusione per essere stata catturata un aeroporto russo sei mesi fa con cartucce per vaporizzatori di cannabis.

Ha affermato che il suo governo è ora “pronto a discutere l’argomento, ma nel quadro del canale concordato dai presidenti”, secondo CNN. “C’è un canale specifico che è stato concordato da [Russian President Vladimir Putin and US President Joe Biden]e qualunque cosa qualcuno dica pubblicamente, questo canale rimarrà in vigore”, ha aggiunto il principale ambasciatore mentre partecipava al vertice dell’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico.

Sia la Casa Bianca che la presidente degli Stati Uniti Nancy Pelosi giovedì hanno condannato il “ingiusto” La condanna di Griner e la sua lunga condanna. Aveva implorato la corte di “non porre fine alla sua vita” attraverso una dura condanna al carcere. Gli Stati Uniti hanno avuto il suo arresto, detenzione e condanna per “violazioni sfacciate e inaccettabili dello stato di diritto da parte di Putin”.

ha ribadito il presidente Biden nella sua dichiarazione che è stata ingiustamente detenuta. “È inaccettabile e chiedo alla Russia di rilasciarla immediatamente in modo che possa stare con sua moglie, i suoi cari, gli amici e i compagni di squadra”, ha sottolineato Biden. “La mia amministrazione continuerà a lavorare instancabilmente e perseguire ogni possibile strada per riportare a casa Brittney e Paul Whelan sani e salvi il prima possibile”.

In seguito all’apertura di Lavrov sull’offerta di scambio di prigionieri, il Segretario di Stato Antony Blinken ha affermato che la parte statunitense continuerà i negoziati con la Russia, dopo aver parlato con Lavrov al telefono la scorsa settimana. Secondo quanto riferito, la telefonata non è andata bene, con alcuni rapporti che suggeriscono che la Russia ha effettivamente chiesto di più oltre al ritorno del trafficante di armi russo condannato Viktor Bout:

“Abbiamo avanzato, come sapete, una proposta sostanziale su cui la Russia dovrebbe impegnarsi con noi. E quello che il ministro degli Esteri Lavrov ha detto stamattina e ha detto pubblicamente è che sono pronti a impegnarsi attraverso i canali che abbiamo stabilito per fare proprio questo. E lo perseguiremo”, Blinken ha detto Venerdì.

Secondo quanto riferito, i negoziati includono anche l’ex marine Paul Whelan, che sta scontando 16 anni in un campo di prigionia russo. Sebbene sia Griner che Whelan siano stati al centro di notizie e speculazioni sui media, c’è preoccupazione che un altro americano detenuto possa essere “dimenticato” dall’amministrazione.

Marc Fogel è in detenzione russa da quasi un anno. “È stato arrestato il 14 agosto all’aeroporto internazionale Sheremetyevo di Mosca mentre lui e sua moglie Jane stavano tornando a insegnare alla Anglo American School”, rapporti dettaglio della sua situazione dopo essere stato beccato con 17 grammi di marijuana medica, in circostanze molto simili al caso di Griner.

La famiglia e i sostenitori di Fogel stanno attualmente facendo pressioni sui leader del Congresso e sull’amministrazione Biden per riportarlo a casa insieme a Griner e Whelan. Tuttavia, la possibilità che gli Stati Uniti rilascino Bout dalla prigione federale rimane estremamente controversa, data la sua lista di crimini.

BOMBA MEDIA : Steve Bannon parla del Grande Reset con Alex Jones.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche