0 6 minuti 2 giorni



È la meta preferita dagli italiani. Secondo Demoskopika, degli oltre 23 milioni di italiani in partenza ad agosto il 67% sceglie il mare. E il 74% punta alle coste italiane. Un’indagine di Confcommercio, in collaborazione con Swg, vede la Puglia come meta più ambita cui seguono Emilia Romagna, Toscana, Sicilia e Liguria, mentre la Sardegna si ferma in settima posizione.

Analizzando le spiagge italiane in base ai commenti e i punteggi ricevuti su Google Mas, Holidu – portale di prenotazione di alloggi – ha stilato una classifica dei luoghi più amati d’Italia. A garantirsi il podio è la Liguria, con la sua Baia del Silenzio che ha totalizzato 13.509 commenti e un punteggio di 4,6 stelle su cinque.

Situata a Sestri Levante, la Baia del Silenzio è uno dei luoghi più incantevoli della riviera ligure. Negli anni ha ospitato grandi personalità quali lo scrittore Hans Christian Andersen, il compositore Richard Wagner e lo scienziato Guglielmo Marconi. Caratterizzata da acqua cristallina e sabbia fine, è protetta a ovest dal massiccio promontorio di Punta Manara, e cinta alle spalle dalle tipiche casette liguri dai toni pastello alternate da aristocratiche palazzine storiche, testimoni delle vacanze all’insegna del benessere e dell’alta qualità dello stile di vita, tipiche nel Gran Tour Ottocentesco, del quale la Baia divenne una delle mete predilette durante i soggiorni liguri.

In seconda posizione troviamo la Spiaggia di Tueredda, a pochi chilometri da Chia, nel comune di Teulada. Costituita da un arenile lungo circa 500 metri, dalla singolare forma a doppio arco, questa spiaggia è famosa per la sua sabbia chiara e finissima, di colore bianco, che va a perdersi in un mare cristallino dove il verde smeraldo della riva incontra l’azzurro intenso del fondale dove il mare diventa più profondo. Proprio davanti alla spiaggia si trova una piccola isola raggiungibile anche a nuoto mentre alle spalle è possibile ammirare una natura ancora incontaminata, e i resti del nuraghe Sa Tuerredda.

Chiude il podio, Lama Monachile in Puglia, «la meraviglia di Polignano che regala uno scenario incantevole». L’affaccio su questa spiaggia è dato da un alto ponte di 15 metri costruito nei primi anni dell’Ottocento dai Borboni, che hanno contribuito con la loro costruzione a far diventare Cala Porto come un vero e proprio porto commerciale. Quello che tutti non sanno riguarda la presenza di un altro ponte, più basso del precedente ma molto più antico: una costruzione romana a campata risalente al II secolo d.C facente parte dell’antica via Traiana, il percorso che collegava Benevento a Brindisi.

La classifica continua con Pontile di Ostia nel Lazio, simbolo per antonomasia del litorale ostiense. Nel dicembre del 1943, ad appena tre anni dalla sua inaugurazione, la passerella fu rasa al suolo dalle truppe tedesche che avevano occupato la zona, nel tentativo d’impedire lo sbarco degli anglo-americani per la liberazione della capitale. Rimasero in piedi appena due tronconi in mare e l’emiciclo del pontile, che fu totalmente ristrutturato solo nei primi anni Cinquanta.

Oggi, il Pontile di Ostia si protende ora verso il mare con i suoi 150 metri di lunghezza, allargandosi nella parte terminale a formare una piazzola, dove fa bella mostra di se una caratteristica rosa dei venti.

Torniamo in Sardegna, con la spiaggia di Is Arutas, situata sulla costa Ovest dell’isola e caratterizzata da centinaia di metri di finissimi e tondeggianti granelli di quarzo, declinati in un’escalation di colori: bianco candido, rosa delicato e tutte le tonalità di verde. Particolarità cui deve il nome «spiaggia dei chicchi di riso».

Uno dei luoghi del cuore del Fai, la spiaggia di Boccadasse si aggiudica il sesto posto nella classifica. Situata nel borgo degli innamorati, è una delle spiagge più popolari e incredibili di Genova. Un piccolo tratto di ciottoli che incanta in una cornice colorata e suggestiva a pochi passi dal centro del capoluogo ligure.

All’ottavo posto, La Cinta, la spiaggia più famosa di San Teodoro, crea un arco lungo cinque chilometri di dune di sabbia bianca e sottile che degradano dolcemente, prive di scogli, in un mare azzurro e limpido, profumate da ginepro, giglio marino ed elicriso, che adornano un paesaggio rimasto incontaminato nonostante sia frequentatissimo. Il suo fondale è basso e limpido: è una spiaggia amata da famiglie con bambini, giovani e appassionati della natura. È il luogo ideale per lunghe passeggiate e perfetto per ammirare da vicino i fenicotteri rosa, che popolano le acqua salmastre a ridosso delle dune.

Distese di soffice sabbia dal colore dorato, un mare cristallino incastonato in un panorama naturalistico mozzafiato. Ecco Punta Prosciutto, in nona posizione nella classifica delle spiagge più amate di Holidu. Una delle bellezze del Salento, situata tra Lecce e Taranto, Punta Prosciutto offre uno spettacolo unico grazie ai suoi due chilometri di sabbia e dune secolari, ricoperte da una fitta vegetazione tipica della macchia mediterranea.

A chiudere la top ten, la spiaggia delle Ghiaie all’isola d’Elba. I suoi ciottoli bianchi, levigati dal mare, sarebbero – secondo una leggenda – stati macchiati dalle gocce di sudore degli Argonauti. Il tratto di mare antistante che si estende per circa un miglio marino compreso lo Scoglietto, dal 1971 è zona di tutela biologica, il che lo rende luogo ideale per le immersioni subacquee.



Comunica il Tuo Dissenso le T-Shirt Ribelli

Let's go Brandon Anti Biden Trump T-shirt

VISITA ORA



Source link

Lascia un commento

Leggi anche