0 6 minuti 2 settimane

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici


Immagine: Processo estenuante: il Canada ha risolto solo 8 richieste di risarcimento per danni da vaccino COVID-19;  CENTINAIA sono ancora in lista d'attesa

(Natural News) Il governo federale canadese ha risolto solo otto richieste di risarcimento per morte e lesioni dovute al vaccino contro il coronavirus di Wuhan (COVID-19), grazie a un processo estenuante progettato per lasciare centinaia di vittime del vaccino in lista d’attesa per molto tempo e scoraggiarle altri addirittura da applicare.

Sebbene la quantità di denaro ricevuta dai ricorrenti non sia stata rivelata al pubblico, i dati suggeriscono che il governo canadese ha stanziato 75 milioni di dollari come importo preliminare da cui attingere per gli insediamenti.

Le statistiche nazionali per le lesioni e i decessi da vaccino sono disponibili sul sito web del Vaccine Injury Support Program (VISP). VISP ha iniziato ad accettare richieste nel giugno 2021 mentre venivano lanciati i vaccini contro il coronavirus.

Al momento della scrittura, VISP ha ricevuto un totale di 774 reclami. Tuttavia, solo 26 domande sono state completamente valutate e solo otto hanno ricevuto un sostegno finanziario.

Di tutte le richieste, 654 sono state considerate ammissibili dopo un riesame amministrativo da parte di un case manager. Almeno 71 ricorsi sono risultati inammissibili, mentre 49 sono ancora in attesa di riesame.

Delle domande ammissibili, 553 sono in corso di raccolta di cartelle cliniche, di cui la Agenzia per la salute pubblica del Canada (PHAC) spiega che è spesso il passo più lungo prima che possano essere valutati dal Medical Review Board.

Durante questa fase, i ricorrenti vengono prima contattati per fornire il loro consenso al recupero di queste cartelle cliniche dai loro fornitori di assistenza sanitaria. Successivamente, ogni operatore sanitario viene contattato individualmente per i record pertinenti.

Il consiglio è composto da medici con esperienza rilevante e determineranno se esiste un legame tra la lesione e il vaccino, ha spiegato il PHAC.

Brighteon.TV

Almeno 23 reclami sono in attesa di valutazione da parte del Medical Review Board.

Il PHAC definisce lesioni gravi o permanenti come “lesioni pericolose per la vita o che alterano la vita che possono richiedere il ricovero in persona o un prolungamento del ricovero esistente e provocano disabilità o incapacità persistenti o significative, o dove l’esito è una malformazione congenita o Morte.”

Secondo il VISP, l’importo del sostegno finanziario fornito sarà determinato caso per caso. Inoltre, il risarcimento sarà retroattivo dalla data della lesione o del decesso.

Ad oggi, il PHAC non ha rivelato l’importo totale del sostegno finanziario pagato ai ricorrenti, presumibilmente per motivi di privacy e per il fatto che non tutti i ricorrenti hanno ricevuto l’elaborazione dei pagamenti.

La prossima segnalazione delle richieste di risarcimento danni da vaccino sarà resa pubblica entro il 30 giugno 2023, con statistiche che rifletteranno fino al 31 marzo del prossimo anno.

Al 12 maggio, il PHAC ha documentato 45.149 casi di eventi avversi a seguito di un vaccino COVID-19. Ciò rappresenta lo 0,055 percento di tutte le dosi somministrate.

Di questi casi, 36.634 sono stati considerati non gravi mentre 9.515 (0,011 percento di tutte le dosi) sono stati considerati gravi.

La valutazione del danno da vaccino in Canada è “meno precisa”

Il processo di revisione di VISP è lungo. Tutti i casi dei richiedenti passano attraverso diversi livelli di consultazione e valutazione prima che possa essere confermato che un richiedente è morto o è stato ferito dal vaccino.

Molto meno preciso è il processo mediante il quale qualcuno viene dichiarato morto a causa del coronavirus in Canada.

Secondo il College of Physicians and Surgeons of British Columbia, “COVID-19 dovrebbe essere registrato sul certificato medico di causa di morte per tutti i deceduti in cui la malattia ha causato, o si presume abbia causato o contribuito alla morte”.

Il college ha anche consigliato che il coronavirus dovrebbe essere elencato come causa se sono presenti altre malattie gravi. Ciò significa che, indipendentemente dal modo in cui una persona muore, se risulta positivo al COVID-19 al momento della morte o intorno al momento della morte, i risultati positivi del test vengono pubblicati come parte delle statistiche nazionali e provinciali. Ciò fa aumentare il bilancio delle vittime dichiarate per il coronavirus. (Correlato: la popolazione vaccinata rappresenta il 92% dei decessi per COVID-19 in Canada.)

Il test più comune utilizzato per determinare una cosiddetta “infezione” da coronavirus è il test PCR (reazione a catena della polimerasi). Secondo il dottor Paul Elias Alexander, un ricercatore canadese di salute pubblica, i test PCR variano in precisione “a seconda dell’ora del giorno”.

Alexander ha aggiunto che i test PCR per COVID-19 “possono essere imprecisi fino a 95 [percent] del tempo.”

Visita VaccineDeaths.com per la verità sulle lesioni e sui decessi da vaccino legati al vaccino COVID-19.

Guarda il video qui sotto per saperne di più su un ricevitore MLB che parla contro la politica canadese COVID-19.

Questo video è dal canale TNTVNEWS in poi Brighteon.com.

Altre storie correlate:

La Thailandia ha sborsato $ 45 milioni per richieste di risarcimento per danni al vaccino COVID.

Tom Renz sbatte il Pentagono per NASCONDERE i dati sugli infortuni da vaccino – Brighteon.TV.

Gli individui con triplo vaccino rappresentano la maggior parte dei casi, ricoveri e decessi COVID-19 in Canada quest’anno.

Le fonti includono:

LifeSiteNews.com

VaccineInjurySupport.ca

CTVNews.ca

Brighteon.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche