0 6 minuti 6 giorni

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Immagine: il Brasile, il più grande produttore mondiale di caffè arabica, registra scorte record

(Natural News) Il Brasile, il più grande produttore mondiale di caffè arabica, sta registrando scorte ai minimi storici, evidenziando il peggioramento delle condizioni delle forniture globali di caffè.

Le scorte di caffè in Brasile potrebbero scendere a soli sette milioni di sacchi del peso di 60 chilogrammi (132 libbre) ciascuno entro marzo 2023, secondo Silas Brasileiro, presidente del Consiglio nazionale del caffè. Secondo gli esperti del settore, un raccolto più confortevole permetterebbe di ottenere da 9 a 12 milioni di sacchi di chicchi di caffè arabica. (Correlato: ora il Brasile sta affrontando potenziali fallimenti dei raccolti a causa del congelamento delle esportazioni di fertilizzanti da parte della Russia.)

Nelson Carvalhaes, membro del consiglio dell’associazione di esportatori di caffè Cecafe, ha osservato che le scorte sono così basse che “anche se avremo un buon raccolto l’anno prossimo, il Brasile potrebbe a malapena avere abbastanza per soddisfare la domanda”.

Carvalhaes ha aggiunto che l’ondata di caldo che sta colpendo il Brasile sta rendendo difficile per i coltivatori di caffè generare una produzione sufficiente. “Dobbiamo solo avere la pioggia”, ha detto.

Si prevede che le condizioni meteorologiche causate da La Niña, un fenomeno meteorologico che può causare l’aumento delle temperature in Brasile, prolungheranno le condizioni di siccità per i prossimi mesi. Ciò comporterà una prolungata siccità in Brasile e troppe piogge in Colombia, il secondo produttore mondiale di caffè.

Si prevede che i modelli meteorologici avversi danneggeranno anche i raccolti di caffè in altre principali nazioni produttrici di caffè come Guatemala, Honduras, Nicaragua e persino Vietnam nel sud-est asiatico.

I coltivatori di caffè non sono in grado di produrre abbastanza quest’anno

Con il progredire della raccolta in Brasile, la frustrazione degli agricoltori per la fornitura di quest’anno è solo aumentata. Quando i produttori hanno iniziato a lavorare i fagioli, hanno notato una buccia esterna eccessiva. Ciò significa che i produttori hanno dovuto lavorare più chicchi del solito per riempire sacchi da 60 kg.

Brighteon.TV

Cooxupe, la più grande cooperativa brasiliana di coltivazione di arabica, ha previsto un calo della produzione dell’11% rispetto alla stagione del raccolto precedente.

Regis Ricco, un consulente per lo stato sud-orientale del Minas Gerais, che produce circa la metà di tutta l’arabica del Brasile, ha osservato che le cooperative di coltivazioni di caffè in tutto lo stato stanno riducendo il numero di viaggi che chiedono ai camionisti di fare per ritirare i sacchi di caffè in grani .

“È come se fossimo in bassa stagione”, ha osservato Ricco.

“Questa è una grande crisi per noi”, ha affermato Jose Marcos Magalhaes, coltivatore di caffè e presidente della cooperativa di caffè Minasul a Minas Gerais. Secondo gli accordi originali, i 9.000 membri dell’azienda si impegnano a fornire una certa quantità di caffè ogni stagione. Ma quest’anno i capi della cooperativa hanno permesso ai soci di consegnare solo la metà di quanto inizialmente promesso.

Nel 2020 i membri di Minasul hanno prodotto 2,2 milioni di sacchi di caffè. Si prevede di ricevere meno di un milione di borse quest’anno.

“Alcuni coltivatori non hanno nemmeno quella metà che chiediamo”, ha detto Magalhaes.

Ademar Laitano, 57 anni, un altro coltivatore di caffè del Minas Gerais, ha affermato che in un anno buono potrà coltivare abbastanza caffè da riempire 4.000 sacchi da 60 kg. Quest’anno, ha detto che sarà fortunato a crescere della metà di quel numero.

I prezzi del caffè continueranno ad aumentare a causa della diminuzione dell’offerta

La diminuzione dell’offerta di caffè in Brasile fa eco alle preoccupazioni sulla scarsità globale e minaccia di spingere i prezzi molto più alti di quanto non siano già.

L’anno scorso, la domanda di caffè è aumentata del due percento. Quest’anno, la società di ricerca hEDGEpoint Global Markets prevede che il consumo aumenterà di un altro 1,5%. Questo segnerebbe il secondo anno consecutivo in cui il consumo di caffè è superiore all’offerta.

Guilherme Morya, analista economico senior per la banca olandese Rabobank, ha avvertito che i prezzi globali continueranno ad aumentare a causa dell’incertezza delle forniture brasiliane.

I futures sul caffè Arabica a New York sono già aumentati di circa l’11% anno su anno a causa delle scarse forniture globali. Nel mercato interno brasiliano, il costo di un sacchetto di arabica consegnato a San Paolo, una delle principali aree di consumo, è già aumentato del 19 per cento rispetto a un anno fa.

Conab, la società di fornitura nazionale del Brasile, dovrebbe rilasciare nuove stime per il raccolto di quest’anno entro la fine di settembre. I prezzi dell’arabica nelle caffetterie che si affidano ai chicchi brasiliani dovrebbero aumentare subito dopo.

Scopri di più sullo stato dell’agricoltura globale su Harvest.news.

Guarda questo episodio dell'”Health Ranger Report” mentre Mike Adams, l’Health Ranger, lancia l’allarme sull’aumento dei tassi di fallimento dei raccolti in tutto il mondo.

Questo video è dal canale Health Ranger Report in poi Brighteon.com.

Altri articoli correlati:

La simulazione della carenza di cibo prevede un SURGE del 400% nei prezzi dei generi alimentari entro il 2030.

Funzionario agricolo brasiliano: nessuna esportazione di mais in Cina fino al prossimo anno.

Il Brasile prevede di ridurre la dipendenza dai fertilizzanti russi entro il 2050, ma cosa dovrebbero mangiare le persone per i prossimi 30 anni?

I raccolti di caffè in Brasile si stanno riducendo a causa di siccità e gelate, portando a carenze.

PIÙ FALLIMENTI DEL RACCOLTO: I raccolti di mais brasiliani sono stati compromessi dal gelo nel secondo periodo di temperature insolitamente fredde quest’anno.

Le fonti includono:

ZeroHedge.com

Bloomberg.com

OceanService.NOAA.gov

WSJ.com

Brighteon.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche