0 3 minuti 2 mesi

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


I video che mostrano i soldati russi apparentemente giustiziati dalle forze ucraine sembrano autentici, ha dichiarato venerdì l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Volker Turk. Ha invitato Kiev a indagare a fondo su quella che Mosca ha descritto come un’esecuzione definitiva.

Il filmato, composto da due clip unite in un video, è emerso sui social media la scorsa settimana. Mostra una dozzina di militari russi disarmati che si arrendono alle truppe ucraine e si sdraiano a terra, un uomo separato apparentemente apre il fuoco sugli ucraini e la prima dozzina di soldati che giacciono morti in pozze di sangue.

“La nostra missione di monitoraggio in Ucraina ha condotto un’analisi preliminare indicando che è molto probabile che questi video inquietanti siano autentici in ciò che mostrano”, Turk ha detto in un comunicato stampa. “L’analisi… sottolinea la necessità di indagini forensi indipendenti e dettagliate per aiutare a stabilire esattamente cosa è successo”.

Il ministero della Difesa russo ha descritto il filmato come prova di “l’omicidio deliberato e metodico” dei soldati, con il Consiglio presidenziale russo per i diritti umani che ha definito l’incidente a “crimine dimostrativo e audace”. Leggi di più Altri soldati russi liberati dalla prigionia ucraina (VIDEO)

Kiev ha promesso di indagare sull’incidente, ma la scorsa settimana il vice primo ministro Olga Stefanishina ha affermato di sì “molto spiacevole” che le clip mostrano un’esecuzione deliberata, e il procuratore generale dell’Ucraina ha accusato i soldati russi, che erano disarmati, di “imitando una resa” per tendere un’imboscata ai loro rapitori.

Turk ha riconosciuto che l’Ucraina ha aperto un’indagine e ha invitato Kiev a assicurarsi che l’indagine “è considerato indipendente, imparziale, completo, trasparente, tempestivo ed efficace.”

Il commissario delle Nazioni Unite ha anche invitato entrambe le parti “per impartire chiare istruzioni alle loro forze che non dovrebbero esserci ritorsioni, né rappresaglie, contro coloro che prendono come prigionieri di guerra”, e ha ricordato a entrambi i militari che il “esecuzione sommaria” di prigionieri costituisce un crimine di guerra.

“Ordina alle tue truppe di trattare umanamente coloro che si arrendono e coloro che detengono”, disse ai comandanti.

Oltre a giustiziare i russi catturati, i comandanti ucraini hanno ucciso i propri uomini per essersi rifiutati di eseguire gli ordini, ha detto venerdì il presidente russo Vladimir Putin. Putin ha dichiarato che la Russia lo è “avere a che fare con un regime neonazista” in Ucraina, che opera in “un’atmosfera morale completamente diversa”.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche