0 5 minuti 1 settimana

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

Le conseguenze della vaccinazione contro il Covid-19 per la salute delle donne vengono insabbiate su larga scala. Purtroppo il peggio deve ancora venire.

Ora abbiamo prove scientifiche che le iniezioni di mRNA di Covid-19 possono causare cancro alle ovaie, al pancreas e al seno.

Di Joel Smalley; Analista di dati professionale

Il percorso di riparazione del DNA della ricombinazione omologa è uno dei meccanismi che il corpo utilizza per impedire alle cellule di diventare cancerose in risposta allo stress ambientale.

Uno dei componenti più importanti di questo percorso è la proteina tumorale P53 (p53), il “custode del genoma”. Protegge le nostre cellule dai danni cellulari. Durante lo stress cellulare, p53 entra in azione e regola l’espressione genica per controllare la riparazione del DNA, la divisione cellulare e la morte cellulare. È il gene più comunemente mutato nel cancro.

Nell’ottobre 2021, dopo la revisione tra pari, due stimati scienziati di nome Jiang e Mei hanno pubblicato un Lavora in MDPIin cui hanno mostrato che la proteina spike SARS-Cov-2 cancella il meccanismo di riparazione del DNA nei linfociti.

Effetti del virus SARS-CoV-2 sull’efficienza della riparazione omologa (HR) nei linfociti

La proteina spike virale era così tossica per questo percorso da eliminarne il 90%. Se tutta la proteina spike entrasse nel nucleo (nelle ovaie) e fosse prodotta abbastanza a lungo prima che il corpo fosse in grado di liberarsene, causerebbe il cancro. Fortunatamente, nel caso di un’infezione naturale, questo è improbabile.

Sfortunatamente, il toxshot sperimentale dell’mRNA induce la produzione di proteina spike (la proteina spike corrisponde per tutta la sua lunghezza – aminoacido per aminoacido – esattamente alla proteina spike virale¹) all’interno e intorno al nucleo cellulare² e si allunga per almeno 60 giorni e quasi sicuramente più a lungo prodotto.

I “fattori di verifica” hanno affermato che la proteina spike virale non entra nel nucleo cellulare, sebbene scienziati esperti abbiano dimostrato che esiste.

Studio al microscopio confocale che mostra come la proteina spiker (verde) ingrandisce il nucleo cellulare (blu).

Funzionari sanitari e regolatori hanno affermato che la proteina spike del vaccino non entra nel nucleo cellulare, anche se i produttori di mRNA hanno fornito loro immagini come parte della loro applicazione per l’uso di emergenza.

Presentazione di BioNTech al TGA australiano fonte

OK, quindi entra nel nucleo, ma l’account ufficiale dice che non rimane nel corpo per più di qualche ora. Tuttavia, uno studio approfondito condotto da uno dei gruppi di biologia molecolare più rispettati al mondo presso la Stanford University ha mostrato che l’mRNA (che produce l’antigene della punta del vaccino) era ancora presente e attivo nell’organismo dopo 60 giorni.

Jiang e Mei, logicamente e ragionevolmente, hanno avvertito che la proteina spike dell’mRNA ha probabilmente lo stesso effetto della proteina spike virale su p53 e quindi può causare il cancro.

Due mesi dopo che il mio amico Jikky il topo ha portato questa rivelazione all’attenzione di Jiang e Mei, il documento di Jiang e Mei è stato ritirato per aver sollevato falsamente “preoccupazioni” sui metodi dello studio, nonostante si trattasse di procedure standard.

Inoltre, gli autori dell’EOC erano Eric Freed, il capo del National Institutes of Health (NIH) degli Stati Uniti, che finanzia Moderna, il titolare del brevetto del COVID mRNA Toxshot⁵, e Oliver Shildgen, l’attuale editore della rivista che originariamente accettò il opera! E nessuno dei due ha dichiarato conflitti di interesse.

Ebbene, nonostante il ritiro, la proteina spike, che circola in grandi quantità in prossimità del nucleo per lunghi periodi di tempo, ha ancora il potenziale per indurre il cancro in queste cellule (ovaie, pancreas, mammella, prostata, linfonodi). Questi tumori possono richiedere anni per svilupparsi, quindi è possibile che non vedremo un chiaro segnale di sicurezza per altri 5 o 10 anni.

Fonti:

https://www.tga.gov.au/sites/default/files/foi-2183-09.pdf

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/35148837/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC8786601/

https://www.cbsnews.com/news/moderna-covid-vaccine-patent-dispute-national-institutes-health/



Source link

Lascia un commento

Leggi anche