0 3 minuti 2 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


Turbati dalle statistiche nazionali che mostrano il 20% di decessi in eccesso a settimana, i parlamentari britannici hanno chiesto un’indagine, secondo quanto riportato martedì dal Daily Mail. A differenza dell’ultima volta che le morti in eccesso hanno raggiunto tali livelli, durante la seconda ondata di Covid-19, poche di queste morti potrebbero essere attribuite al virus.

Martedì, parlando davanti alla Camera dei Comuni, la deputata conservatrice Esther McVey ha infilzato l’ufficiale medico capo Chris Whitty per aver incolpato il picco di morti in eccesso non Covid su “pazienti che non assumono statine o medicinali per la pressione sanguigna durante la pandemia”, sottolineando che le cifre mensili per le prescrizioni di statine erano rimaste costanti.

Dove sono le prove? E se non ce n’è uno, cosa sta causando queste morti in eccesso?” ha chiesto, chiedendo al ministro “impegnarsi in un’indagine urgente e approfondita della questione.”

Il ministro laburista ombra della sanità pubblica Andrew Gwynne ha descritto il segretario alla salute Steve Barclay come “parte uomo, parte struzzo“per il suo rifiuto di affrontare la questione, accusando il governo del primo ministro Rishi Sunak di”negazione e scaricabarile.

Ci sono stati 50.000 morti in più di quanto ci saremmo altrimenti aspettati nel 2022”, ha detto martedì alla Camera dei Comuni. “Escludendo la pandemia, è il dato peggiore dal 1951.”

Secondo l’Office for National Statistics, nella seconda settimana di gennaio sono morte 2.837 persone in più rispetto al normale in Inghilterra e Galles, con solo il 5% di queste morti attribuibili a Covid-19.

L’ultima volta che i decessi in eccesso sono stati così alti, durante la seconda settimana di febbraio 2021, i decessi per Covid-19 hanno rappresentato il 37% del totale. Né la statistica è un valore anomalo: le ultime due settimane di dicembre hanno visto il 21% e il 20% di morti in eccesso.

Il Royal College of Emergency Medicine ha riferito che fino a 500 persone a settimana muoiono perché non possono ricevere cure di emergenza in tempo. Un record di 54.532 persone ha aspettato più di 12 ore nei reparti di emergenza per essere effettivamente ricoverato in ospedale una volta presa la decisione di ricoverarli, secondo i dati del SSN, e solo il 65% dei pazienti è stato visto entro quattro ore.

Il mese scorso, Whitty ha avvertito che “rinvio di cure e screening elettivi e semi-elettivi” a causa dei blocchi e dei ritardi del sistema sanitario nazionale si tradurrebbe in un’altra ondata di mortalità dopo che il Covid-19 si era ampiamente attenuato, con tumori non diagnosticati e altre condizioni croniche che hanno causato un numero di vittime maggiore del solito.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche