0 8 minuti 11 mesi

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

Mentre i politici e i media tedeschi non perdono occasione per continuare a rendere appetibile il nuovo colorato mondo del multiculturalismo, l’ex capo dei servizi segreti ungheresi Laszlo Földi avverte sulla televisione di stato ungherese di decine di migliaia di migranti che – finanziati con i soldi del petrolio – si stanno preparando una guerra civile in Germania.

Colpiranno le cosiddette “aree NO-GO” e amplieranno gradualmente la loro area di combattimento. Contemporaneamente vengono fondati partiti islamici, che poi prendono il potere politico anche in Germania.

Ecco la traduzione letterale in tedesco del video:

Benvenuto nello studio, esperto di intelligence László Földi. Buon giorno. C’è qualcuno nell’Unione Europea o in Europa che può dirmi quanti immigrati ci sono nel continente, arrotondati a più o meno 200.000?

Il mio problema più grande è che possono dirmi chi sono questi 1 milione di persone. In altre parole, la situazione è assolutamente catastrofica in questo senso. Ed ecco perché.

Abbiamo detto spesso che il principio delle frontiere aperte quando arrivarono innumerevoli persone – e possiamo tornare brevemente indietro – che un anno e mezzo fa era davvero un argomento tabù se sarebbero potuti arrivare terroristi o assassini.

Anche l’opinione pubblica è stata alquanto scettica su ciò che ora è un dato di fatto. Ricordo ancora uno dei presentatori televisivi che definiva una sciocchezza che i terroristi sarebbero venuti in barca e avrebbero rischiato la vita mentre potevano venire in aereo… Non è questo il problema. Potresti venire davvero.

Il problema è che sono arrivati ​​migliaia di soldati musulmani. Quindi non si tratta di terrorismo nel senso classico del termine, ma di un’invasione, di un attentato con due gol in primo piano.La politica morale mette in pericolo la democrazia: “Siamo in una guerra civile culturale” (video))

pubblicità nativa

Da un lato, inviare in Europa il maggior numero possibile di persone formate. Più della metà dei giovani di seconda e terza generazione che vivono in “no-go zone” non vogliono integrarsi. Sono potenziali membri di un esercito.

I rifugiati, chiamiamoli ora rifugiati, sono oggetto di giustificata persecuzione ai sensi della Convenzione di Ginevra del 1951 perché appartengono a un gruppo sociale in base alla loro razza, religione, etnia, opinione politica, ecc. Questo rifugiato. Perché questi rifugiati non vanno nei ricchi stati petroliferi quando sono proprio accanto?

Non è solo quella parte della strategia che è all’ordine del giorno, vale a dire che i terroristi o gli assassini vengano in Europa, ma anche un’altra forma di occupazione dell’Europa, una forma pacifica.

I paesi ricchi di petrolio non li fanno entrare nel paese, non solo perché sanno che molti di loro sono effettivamente incapaci di lavorare, per dirla senza mezzi termini, ma anche perché i loro soldi e loro stessi, quando finisce il petrolio, hanno un bisogno di massa di formare partiti. Queste persone voteranno per i partiti islamici che stanno emergendo in Europa ed entrano nei parlamenti, raggiungendo così la massa critica.

Ciò si adatta alla possibilità che l’Europa inviti effettivamente i suoi potenziali elettori, perché nessuno nei tradizionali partiti europei di oggi crede che le persone che vengono qui, nel momento in cui questi partiti vengono fondati – e ci saranno soldi per questo, perché gli stati ricchi di petrolio finanziarli – voterà per un partito diverso dall’Islam.La guerra civile sta arrivando! I precursori della rivolta e della rivoluzione nelle città tedesche (video))

Il motto dell’Unione Europea è: Unità nella diversità Unità nella diversità. Questa diversità, questa speciale “diversità”, nella mente dei padri fondatori, gli Schumann, probabilmente non significava molto ciò che sta accadendo oggi in Europa.

Ciò è tanto più vero in quanto, a mio avviso, la struttura dell’Europa cambierà etnicamente. Diversità significava ungherese e francese, tedesco e russo, ma non che un mondo basato sulla religione dovesse emergere praticamente secondo la legge della sharia in Europa.

Nessuno avrebbe potuto intenderlo seriamente. Ma se la situazione rimane com’è, e l’Europa continua a condurre una guerra interna – perché è quello che stiamo vedendo – allora questa Sharia significherà purtroppo che tra un anno e mezzo – non voglio sbagliarmi – parla di quanti punti caldi della guerra civile sono sorti in Europa.

Perché il problema con le zone vietate non è che non ti sia permesso di andarci di giorno e nemmeno di notte, ma che i giovani addestrati, preparati e armati – chiamiamoli soldati musulmani – i no-go zone zone Lasciando le zone e andando in direzioni che non hanno mai provato troppo prima, si verificheranno scontri perché le persone saranno costrette a difendersi perché le autorità non sono in grado di seguire il processo secondo la logica attuale di controllo.

Quali sono le possibili conseguenze delle recenti dichiarazioni dell’ambasciatore turco presso l’Unione europea secondo cui l’accordo tra l’UE e la Turchia si riterrà fallito se la Turchia non esenterà dall’obbligo del visto le visite familiari o il turismo per 90 giorni questo mese e ottobre? Puoi arrenderti con sicurezza.

I turchi hanno immediatamente minacciato di lasciare un gran numero di persone e mantenere la loro promessa. Dovremmo anche minacciare la Turchia di espellerla dalla NATO. Il dilemma è che la Turchia non è vincolata da un accordo per difendere l’Europa o come alleato della NATO, se si vuole. Ma secondo lo statuto della NATO, perché è un membro della NATO!

Il suo esercito è probabilmente il secondo più forte.

Esatto, costituiscono il 10% del totale, gli Stati Uniti 75, e il restante 15% sono tutti gli altri paesi della NATO, come sappiamo. Vorrei aggiungere, tuttavia, che dovremmo sapere che più del 51 per cento di quel 15 per cento è finanziato mentre i paesi europei della NATO, l’America ei turchi finanziano il restante 49 per cento.

Anche qui è una situazione interessante in cui il 15 per cento non può davvero far valere i propri diritti, ad esempio quando difende l’Europa.

Cosa può fare l’Unione europea per la Turchia? Aderisce ai principi democratici o si piega alle pressioni turche? Perché sono in un’ottima posizione di ricatto.

L’Europa non ha contrappeso alla Turchia. Il debole tentativo che la Merkel ha fatto qui è stato quindi un ultimo tentativo. In questo senso non può essere condannato.

Ha cercato di difendersi con esso, ma questo ha solo rafforzato l’autostima dei turchi, per così dire. Ripeto, se i turchi fossero minacciati di espulsione dalla Nato, in quel momento il loro ruolo nella politica mondiale scomparirebbe. Non lo stiamo facendo al momento.

László Földi, grazie mille.

Il 28 aprile 2020, “Il codice di Hollywood: culto, satanismo e simbolismo: come i film e le star manipolano l’umanità“(Anche con Amazon disponibile), con un emozionante capitolo: “La vendetta delle 12 scimmie, il contagio e il coronavirus, ovvero come la finzione diventa realtà“.

Il 15 dicembre 2020, ““(Anche con Amazon disponibile), con un emozionante capitolo: “Pop star come burattini d’élite al servizio del New Corona World Order“.

Il 10 maggio 2021, “

Puoi ottenere un libro autografato per 30 euro (tutti e tre i libri per 90 euro) inclusa la spedizione quando invii un ordine a: info@pravda-tv.com.

Letteratura:

Codex Humanus – Il Libro dell’Umanità

Cospirazione mondiale: chi sono i veri dominatori della terra?

Fischiatore

Fonti: PublicDomain /our-mitteleuropa.com il 26/09/2021

pubblicità nativa



Source link

Lascia un commento

Leggi anche