0 6 minuti 6 giorni

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici


Immagine: I media mainstream FINALMENTE ammettono che il mondo è sull'orlo del collasso alimentare

(Notizie naturali) I media mainstream come Business Insider, Reuters e Al Jazeera stanno finalmente ammettendo che il mondo sta attraversando una crisi alimentare globale.

Mac Slavo, scrivendo per Piano SHTF, ha sottolineato che i grandi media si sono finalmente resi conto che non affrontare la crisi “potrebbe distruggere le economie e portare a disordini civili”. (Correlato: la crisi globale dell’approvvigionamento alimentare potrebbe uccidere più persone del COVID-19, avverte il politico africano.)

“Il costo del cibo continua a salire alle stelle mentre gli scaffali si svuotano in tutto il mondo, rendendo sempre più difficile per le persone permettersi di sfamare le proprie famiglie”, ha scritto.

Slavo ha osservato che i media si sono preoccupati solo quando hanno capito che il crollo del cibo porterà più disordini civili sotto forma di proteste e rivolte.

Ayelet Sheffey e Harry Robertson, scrivendo per Business Insiderha reso la possibilità di disordini civili il fulcro del motivo per cui il mondo ha bisogno di affrontare il crollo alimentare.

“Una crisi alimentare si sta diffondendo in tutto il mondo, con prezzi che salgono ovunque”, hanno scritto. “E quando ciò accade, tutti sentono il dolore. Le persone possono ridurre i film o persino guidare quando il costo dei biglietti o del gas aumenta, ma tutti hanno bisogno di mangiare”.

“A meno che non si intervenga urgentemente… la crisi potrebbe avere gravi conseguenze a livello globale”, hanno continuato. “I disordini civili potrebbero diffondersi, alimentando l’instabilità e persino la guerra in alcune delle regioni più povere del mondo. Un guasto nei sistemi alimentari potrebbe guidare enormi ondate migratorie”.

Il loro articolo ha inoltre rilevato che proteste, rivolte e scioperi si sono già verificati in tutto il mondo a causa della scarsità di cibo.

Brighteon.TV

I media incolpano la Russia per la crisi alimentare

Sheffey e Robertson Business Insider articolo incolpava il presidente Vladimir Putin per aver spinto il sistema alimentare globale a “un punto di rottura”.

“La guerra non ha solo devastato le fattorie. Le truppe di Putin hanno bloccato la costa ucraina del Mar Nero, impedendo ai prodotti agricoli vitali di lasciare il paese”, hanno affermato.

William Rhodes e Stuart Mackintosh, scrivendo per Reutersha ulteriormente intensificato ciò affermando che l’Occidente deve iniziare a rispondere alle presunte azioni di Putin che causano il caos nelle catene di approvvigionamento alimentare globali.

Entrambi gli autori hanno ammesso che la Russia ha recentemente stretto un accordo con l’Ucraina per consentire alle esportazioni di grano di raggiungere i porti internazionali, ma ha poi accusato la Russia di aver lasciato miniere in tutti i terreni agricoli ucraini, impedendo agli agricoltori di mettersi al lavoro. Hanno poi incolpato la Russia per l’aumento dei prezzi di grano, olio di semi di girasole, carne, pollame e molti altri alimenti di base.

Gli autori hanno parlato di come l’Occidente non stia facendo abbastanza per fornire aiuti alimentari al sud del mondo anche se la crisi alimentare sta colpendo anche i loro paesi, sottolineando che le nazioni ricche hanno fornito solo circa 700 milioni di dollari in aiuti alimentari per il 2021 e il 2022 per un crisi che sta costando ai paesi a basso reddito oltre 150 miliardi di dollari all’anno.

Hanno continuato affermando che l’unica soluzione è che organizzazioni internazionali come il Fondo monetario internazionale, la Banca mondiale e le banche regionali multilaterali di sviluppo in Africa, Asia e Sud Africa inizino a gestire la produzione, l’acquisizione e la distribuzione di cibo in tutto il mondo.

“Questi organismi, sebbene di natura consensuale, possono dirigere risorse e soccorsi senza il veto della Russia o dei suoi alleati”, hanno scritto. “Questo spazio istituzionale per agire deve essere utilizzato rapidamente… La leadership di questi e altri pilastri del sistema finanziario globale deve essere autorizzata e agire ora”.

Scopri di più sulla crisi alimentare globale su FoodCollapse.com.

Guarda questo episodio dell'”Health Ranger Report” in cui Mike Adams, l’Health Ranger, parla degli americani che passano agli acquisti nei discount come ultimo sforzo per evitare il crollo del cibo.

Questo video è dal canale Health Ranger Report in poi Brighteon.com.

Altre storie correlate:

Sempre più americani ad alto reddito fanno acquisti nei discount a causa dell’inflazione inarrestabile.

Più bovini da produzione di vitelli vengono venduti per la macellazione, decimando le mandrie di bovini e facendo impennare i prezzi della carne bovina.

Crollo alimentare, carenza di manodopera che colpisce i ristoranti di tutto il Paese.

Le immagini satellitari mostrano che i raccolti di grano in tutto il mondo stanno CADENDO, tranne che in Russia e Cina.

Le fonti includono:

SHTFPlan.com

Business Insider.com

Reuters.com

Brighteon.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche