0 4 minuti 2 mesi


Diverse organizzazioni studentesche di sinistra presso l’Arizona State University lunedì hanno chiesto che Kyle Rittenhouse fosse “ritirato” dalla scuola.

Il 19 novembre, i giurati conclusero le loro deliberazioni e dichiararono Rittenhouse non colpevole di tutte le accuse mosse contro di lui. L’adolescente è stato accusato di reato dopo aver sparato a morte a due persone e ferito un terzo durante i disordini a Kenosha, nel Wisconsin, il 25 agosto dello scorso anno.

Studenti per il socialismo presso l’Arizona State University, Studenti per la giustizia in Palestina presso l’Arizona State University, Multicultural Solidarity Coalition presso l’Arizona State University e MECHA di ASU tutti chiedono all’amministrazione universitaria di allontanare il 18enne dal campus e rilasciare una dichiarazione contro di lui.

È stato soprannominato “L’assassino Kyle Rittenhouse” dai gruppi.

Il volantino, condiviso da tutti i gruppi, afferma “KILLER OFF CAMPUS” e sollecita l’establishment scolastico a “proteggere gli studenti da un assassino violento e assetato di sangue”.

Il diciottenne deve essere rimosso dall’ASU e la scuola deve “rilasciare una dichiarazione contro la supremazia bianca e l’assassino razzista Kyle Rittenhouse”, secondo un elenco di quattro richieste.

I club vogliono anche che l’università “riaffermi il supporto per il centro multiculturale del campus come spazio sicuro dalla Supremazia Bianca”, deviando fondi dal dipartimento di polizia locale.

I gruppi riconoscono che Rittenhouse, che durante il processo ha affermato di sostenere Black Lives Matter, è stato assolto da tutte le accuse. Tuttavia, le organizzazioni considerano questo come prova di un “sistema di “giustizia” imperfetto”, affermando che “Rittenhouse è ancora colpevole verso le sue vittime e le famiglie di quelle vittime”.

“Anche con un verdetto di non colpevolezza da parte di un sistema di ‘giustizia’ difettoso, Kyle Rittenhouse è ancora colpevole verso le sue vittime e le famiglie di quelle vittime”, afferma la lettera di richiesta. “Unisciti a noi per chiedere all’ASU che queste richieste siano soddisfatte per proteggere gli studenti da un violento assassino assetato di sangue”.

In una dichiarazione per la stampa, Students for Socialism ASU ha affermato che “non sopporteranno un killer suprematista bianco nel nostro campus”. Definiscono anche il processo Rittenhouse un “fallimento del sistema giudiziario nel punire la violenza dei vigilanti fascisti”.

“Il pericolo che Kyle Rittenhouse presenta non è solo come persona nel campus, che rappresenta la violenza che le persone emarginate affrontano ogni giorno, ma gli elementi di destra razzisti e fascisti che porterà nel campus”, il dichiarazione recita. “Da quando Rittenhouse ha sparato e ucciso due manifestanti antirazzisti e ne ha ferito un altro, è stato seguito online e nella vita reale da nazisti, fascisti e seguaci del klan di destra estremamente violenti”.

Citando la loro ferma opposizione ai “teppisti fascisti dell’ICE, o soldati assassini dell’IDF” invitati nel campus, al fine di proteggere gli studenti dalla “violenza fascista”, il gruppo chiede all’amministrazione universitaria di negare l’iscrizione a Rittenhouse.

Secondo resoconti dei media locali, Rittenhouse è stato iscritto come studente non in cerca di laurea ASU Online e non aveva ancora superato il processo di ammissione all’inizio di novembre. Secondo quanto riferito, Rittenhouse aveva dichiarato al processo che intendeva studiare infermieristica o legge all’ASU, presumibilmente sperando di mantenere un basso profilo.

Però, Phoenix New Times ha riferito domenica di aver abbandonato l’università, anche se al momento non sono stati forniti dettagli.

Cosa si sta facendo ad Alex Jones? non è mai stato fatto prima, avverte il massimo avvocato.



Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche