0 7 minuti 1 anno


Il Washington Department of Health sta pubblicizzando opportunità di lavoro per i dipendenti che lavorano in strutture di quarantena e isolamento che verranno utilizzate per ospitare gli americani che non sono in grado di mettere in quarantena a casa, suscitando il timore che il programma possa essere utilizzato per detenere con la forza le persone.

Intitolato ‘Isolation & Quarantine Team Consultants’ – il lavoro offre un impiego “continuo” con uno stipendio fino a $ 4286 dollari al mese.

La struttura si trova “all’interno di un motel nella contea di Lewis” e i dipendenti avranno il compito di provvedere al “trasporto da e verso la struttura in furgoni che sono stati modificati per separare il flusso d’aria per proteggere il conducente”.

“I membri del team provvedono a tutti gli aspetti del soggiorno dell’ospite, tra cui la fornitura di servizi di lavanderia, la consegna di prodotti per l’igiene, la consegna di cibi pronti o alimenti per microonde agli ospiti”, afferma la descrizione del lavoro.

“Le persone che risultano positive al COVID-19 o che sono esposte a qualcuno che risulta positivo sono invitati a isolare o mettere in quarantena (I & Q) lontano da altre persone per 10-14 giorni al fine di ridurre il rischio di trasmissione del virus ad altri, ” afferma il Dipartimento della Salute di Washington sito web. “La maggior parte delle persone è in grado di isolarsi o mettere in quarantena nelle proprie case. Nello Stato di Washington, fornire I & Q è responsabilità delle giurisdizioni locali”.

nullo

“La struttura statale di isolamento e quarantena è stata creata per individui che non sono residenti a Washington ma viaggiano nel nostro stato e risultano positivi al COVID-19 o che sono stati esposti a qualcuno che risulta positivo e non ha una residenza o un altro luogo in cui trascorrere il loro periodo di isolamento o quarantena di 10-14 giorni”.

La pubblicità per le persone che lavorano nelle strutture di quarantena segue i CDC pubblicazione all’inizio di quest’estate di un documento di pianificazione COVID-19 che suggeriva di trasferire “individui ad alto rischio” in “zone verdi” o “campi” per tenerli lontani dal resto della popolazione.

Il documento si chiama Considerazioni operative provvisorie per l’implementazione dell’approccio di protezione per prevenire le infezioni da COVID-19 in contesti umanitari ed è stato originariamente pubblicato sul sito Web ufficiale del CDC il 26 luglio 2020.

“Santa merda. Il CDC ha effettivamente messo insieme un documento per discutere di mettere le persone ad alto rischio nei campi per “proteggere” le persone a basso rischio da loro”, ha twittato Candace Owens.

Lo scopo del documento strategico è “ridurre il numero di casi gravi di COVID-19 limitando il contatto tra gli individui a più alto rischio di sviluppare malattie gravi (“alto rischio”) e la popolazione generale (“basso rischio”).

Secondo il CDC, per raggiungere questo obiettivo, “le persone ad alto rischio verrebbero temporaneamente trasferite in zone sicure o “verdi” stabilite a livello di famiglia, quartiere, campo/settore o comunità a seconda del contesto e dell’ambiente. Avrebbero contatti minimi con i membri della famiglia e altri residenti a basso rischio”.

Gli intervistati su Twitter hanno espresso preoccupazione per il fatto che il programma nello Stato di Washington verrà utilizzato per mettere in quarantena forzatamente gli americani che infrangono le regole di isolamento COVID-19.

Un utente ha descritto il ruolo come “Covid Quarantine Internment Camp Counselor”.

Un video pubblicato su Twitter mostra un “sito di quarantena COVID” in costruzione a Eatonville, WA per scopi simili a quelli descritti nell’annuncio di lavoro.

Come noi evidenziato l’anno scorso, le autorità di Quebec City, in Canada, hanno annunciato che isoleranno i cittadini “non collaborativi” in una struttura per il coronavirus, la cui posizione rimane un segreto.

Anche la Nuova Zelanda annunciato prevede di mettere i contagiati COVID e i loro familiari in “strutture di quarantena”.

A gennaio, anche le autorità tedesche annunciato terrebbero i dissidenti COVID che ripetutamente non seguono correttamente le regole in quello che è stato descritto come un “campo di detenzione” situato a Dresda.

———————————————————————————————————————

METTERE IN GUARDIA!

Nell’era della censura di massa della Silicon Valley È fondamentale rimanere in contatto.

Ho bisogno che ti iscrivi alla mia newsletter gratuita qui.

Sostieni il mio sponsor – Turbo Forza – una spinta sovralimentata di energia pulita senza il crollo.

Ottieni l’accesso anticipato, contenuti esclusivi e cose dietro le quinte seguendomi su gente del posto.

———————————————————————————————————————





Source link

Lascia un commento

Leggi anche