0 5 minuti 2 mesi

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Immagine: i documenti Pfizer e i dati del mondo reale mostrano entrambi che i colpi di covid stanno già causando lo spopolamento di massa

(Natural News) Decine o addirittura centinaia di migliaia di persone in più in tutto il mondo muoiono ogni settimana rispetto al pre-plandemico livelli. E tutte le prove disponibili indicano come colpevoli i “vaccini” del coronavirus di Wuhan (Covid-19).

Le morti in eccesso, come le chiamano, continuano ad aumentare in quasi tutti i paesi industrializzati che hanno spinto le loro popolazioni a colpi di arma da fuoco. Sta accadendo nel Regno Unito, nell’Europa nordica e nel Nord America, tutti luoghi in cui si è svolta la vaccinazione di massa dell’operazione Warp Speed.

I numeri diventano un po’ complicati a seconda dei set di dati utilizzati poiché i governi hanno fatto gli straordinari cercando di nascondere la verità. Un’analisi più approfondita dei dati, tuttavia, e inizia a mostrarsi.

Le persone non vaccinate, nel frattempo, sopravvivono e, nella maggior parte dei casi, prosperano mentre le loro controparti “completamente vaccinate” continuano a sviluppare VAIDS (AIDS indotto da vaccini) o muoiono a causa della “sindrome della morte improvvisa dell’adulto”, nota anche come SADS.

“In ogni singolo mese dall’inizio del 2022, i giovani di età compresa tra 18 e 39 anni parzialmente vaccinati e doppiamente vaccinati hanno avuto maggiori probabilità di morire rispetto ai giovani di età compresa tra 18 e 39 anni non vaccinati”, riferisce Notizie esposte.

“I bambini di età compresa tra i 18 e i 39 anni con triplo vaccino, tuttavia, hanno avuto un tasso di mortalità che è peggiorato nel mese successivo alla campagna di richiamo di massa avvenuta nel Regno Unito nel dicembre 2021”.

I bambini di tutto il mondo stanno morendo a causa delle ricadute delle iniezioni di covid

Un’altra tendenza che si verifica in tutto il mondo nei paesi più colpiti è l’eccesso di morti di neonati. Per la seconda volta in sette mesi a marzo, i neonati morti hanno raggiunto livelli critici, mostrano i dati.

Brighteon.TV

A marzo è stato registrato un incredibile 4,6 decessi neonatali ogni 1.000 nati vivi, un aumento del 119% oltre i livelli previsti. Nel settembre 2021 è stato osservato un picco ancora più grande di 5,1 decessi neonatali ogni 1.000 nati vivi.

Public Health Scotland (PHS) ha avviato un’indagine che è volata per lo più sotto il radar. La sua conclusione? I bambini muoiono a causa di “fattori al di là della variazione casuale” – le iniezioni non sono state menzionate.

In Germania, Taiwan e altrove, i tassi di natalità sono analogamente in calo, sia a causa del fatto che le donne completamente colpite non sono in grado di rimanere incinte, sia perché i bambini muoiono non molto tempo dopo la nascita.

I cosiddetti documenti Pfizer affrontano questo problema, si scopre, menzionato in profondità nei dati secondo cui oltre il 90% delle donne incinte colpite dal covid finiscono per perdere i loro bambini. (Correlato: Pfizer è stato recentemente sorpreso a mentire su eventi avversi correlati al jab.)

Se non fosse stato per un ordine del tribunale, tra l’altro, queste e altre rivelazioni critiche nei documenti Pfizer non avrebbero mai visto la luce.

Il Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS) dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) mostra inoltre che gli aborti spontanei post-covid sono almeno il 1.517% superiori rispetto agli aborti post-influenzali.

Ad aprile scorso, circa 4.113 bambini non ancora nati sono morti, di cui siamo a conoscenza, a causa di complicazioni associate ai vaccini per l’influenza Fauci. Di questi, 3.209 sono stati specificamente attribuiti all’iniezione di mRNA (RNA messaggero) di Pfizer.

“Il CDC ha ammesso che solo dall’1 al 10% delle reazioni avverse viene effettivamente segnalato al VAERS, quindi la cifra reale potrebbe essere molte volte peggiore”, Notizie esposte spiega.

“Ma per mettere in prospettiva questi numeri, ci sono stati solo 2.239 decessi fetali segnalati a VAERS nei 30 anni prima dell’autorizzazione all’uso di emergenza delle iniezioni di Covid-19 nel dicembre del 2020”.

Nel frattempo, le autorità di regolamentazione della medicina continuano a spacciare la bugia secondo cui, sulla base di “studi sugli animali”, non ci sono effetti dannosi diretti o indiretti sulla gravidanza causati dai colpi di virus cinese.

Poi abbiamo il cancro ovarico, i cui tassi stanno aumentando drammaticamente a causa dell’operazione Warp Speed.

“Immaginate il compiaciuto triplo jabbed che ha abusato degli unjabbed negli ultimi due anni leggendo questo articolo”, ha scritto un commentatore. “Parla di dover mangiare una torta umile.”

Le ultime notizie sulle iniezioni di virus cinesi possono essere trovate su ChemicalViolence.com.

Le fonti per questo articolo includono:

Expo-News.com

NaturalNews.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche