0 4 minuti 2 mesi



L’ex moglie di Elon Musk, Talulah Riley, gli ha scritto “Per favore, fai qualcosa per combattere il risveglio” con la sua acquisizione di Twitter, secondo l’analisi di Bloomberg News dei testi rilasciati dal telefono di Musk come parte del suo contenzioso con Twitter.

Da Bloomberg:

Mentre molti dei messaggi di testo [revealed in court documents from Musk’s phone] implicavano suppliche per investire denaro nell’accordo, quelle di Riley erano più concentrate sulla politica. “Per favore, fai qualcosa per combattere il risveglio”. ha scritto: “Farò di tutto per aiutare! xx.”

Era particolarmente preoccupata per la sospensione dell’account Twitter del sito satirico Babylon Bee, definendolo “pazzo” in un messaggio a Musk. “Raiyah e io ne stavamo parlando oggi”, ha scritto. “Era uno scherzo da re. Perché tutti sono diventati così puritani?”

Poco dopo la sospensione dell’Ape, Musk ha intervistato i suoi seguaci sulla libertà di parola.

Muschio anche inviato un messaggio con Joe Rogan:

Rogan: Hai intenzione di liberare Twitter dalla censura felice?

Musk: “Darò consigli, che possono o meno scegliere di seguire”.

Rogan: “Spero DAVVERO che tu abbia Twitter. Se lo fai, dovremmo organizzare una festa infernale.

Musk: Perché organizzare una festa quando puoi avere un Pigiama Jammy Jam?

Musk ha anche parlato con il deposto CEO di Twitter Jack Dorsey della creazione di una nuova piattaforma completamente.

Da Masticabile:

[…] mentre era ancora nel consiglio di amministrazione di Twitter, Dorsey stava messaggiando con Musk sull’acquisizione di Twitter e sul privato della società. In risposta a un tweet di Musk che chiedeva se fosse necessaria una nuova piattaforma, Dorsey (o “jack jack”, che è il modo in cui Musk ha salvato le sue informazioni di contatto) ha scritto a marzo: “Sì, è necessaria una nuova piattaforma. Non può essere un’azienda. Questo è il motivo per cui sono andato via.”

“Credo che debba essere un protocollo open source, finanziato da una sorta di fondazione che non possiede il protocollo, lo fa solo avanzare. Un po’ come ha fatto Signal. Non può avere un modello pubblicitario”, ha continuato Dorsey. “Questo non è un lavoro complicato, deve solo essere fatto bene, quindi è resiliente a ciò che è successo a Twitter”.

Dorsey ha spiegato che a maggio se ne sarebbe andato completamente dalla compagnia quando si sarebbe dimesso dal consiglio. Dopodiché, intendeva “fare questo lavoro”.

Musk ha risposto che voleva aiutare, ed è stato allora che Dorsey ha offerto questa interessante pepita di informazioni: Dorsey aveva precedentemente cercato di far entrare Musk nel consiglio e quando ciò non è riuscito, Dorsey ha voluto uscire da Twitter.

“Volevo parlarne con te dopo che ero stato tutto chiaro, perché ci tieni così tanto, capisci la sua (sic) importanza e potresti sicuramente aiutare in modi incommensurabili. Quando abbiamo fatto entrare l’attivista, ho fatto del mio meglio per farti entrare nel nostro consiglio, e il nostro consiglio ha detto di no. È stato più o meno il momento in cui ho deciso che dovevo lavorare per andarmene, per quanto sia stato difficile per me”, ha scritto Dorsey.

Sono tutti segnali molto positivi.

Muschio lunedì ha detto a Twitter che avrebbe portato a termine il suo acquisto del sito al prezzo di offerta originale di $ 54,20 per azione.

“Abbiamo ricevuto la lettera dai partiti Musk che hanno depositato presso la SEC”, ha annunciato martedì Twitter. “L’intenzione della Società è quella di chiudere la transazione a $ 54,20 per azione”.

Dopo che è uscita la notizia dell’accordo, Musk ha twittato: “L’acquisto di Twitter è un acceleratore per creare X, l’app per tutto”.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche