0 4 minuti 1 anno

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


Dopo un’offerta da parte della società madre del gigante della tecnologia, Alphabet, per un redditizio contratto di cloud computing del Pentagono, i dipendenti di Google hanno risposto: tre anni dopo una protesta dei lavoratori che ha portato all’affondamento di un precedente accordo di difesa.

Alphabet ha “perseguito in modo aggressivo” il contratto Joint Warfighting Cloud Capability (JWCC) del Dipartimento della Difesa (DoD), secondo quanto riportato dal New York Times all’inizio di questa settimana, osservando che l’organizzazione lo considerava una priorità. L’iniziativa – un successore del fallito progetto “nube di guerra” del Pentagono – apparentemente mira a utilizzare “l’intelligenza artificiale per ottenere un vantaggio sul campo di battaglia”.

In un tweet in risposta al rapporto, l’Alphabet Workers Union ha espresso frustrazione per il fatto che Google stesse pensando solo alla sua “linea di fondo” e ha promesso che i suoi “lavoratori [would] combatti questo… e vinci di nuovo”. Secondo quanto riferito, il sindacato dei dipendenti conta circa 800 membri.

Non sorprende che Google abbia continuato a cercare contratti redditizi con il Dipartimento della Difesa. Hanno passato anni a licenziare gli organizzatori e a limitare la trasparenza perché la linea di fondo è tutto ciò che conta [them].

Secondo l’agenzia di stampa Insider, alcuni dipendenti hanno deriso Alphabet sui forum interni e pubblicato meme sul suo nuovo corteggiamento DoD sulla sua piattaforma Memegen. Apparentemente, un meme ha visto il CEO di Google Sundar Pichai rinominare la società come Pentagono, un riferimento a Mark Zuckerberg che ha recentemente ribattezzato Facebook Meta.

“C’è un punto in cui un’azienda guadagna abbastanza e non dovrebbe dover compromettere la propria morale solo in nome della crescita eterna”, si legge in un altro meme dei dipendenti che è stato visto dall’outlet, che ha anche riferito di meme che fanno riferimento al fallito progetto 2018 dell’azienda Maven si occupa del Pentagono.

Tre anni fa, circa 4.000 dipendenti hanno presentato una petizione a Pichai per porre fine al programma Project Maven, che ha visto Google utilizzare l’apprendimento automatico per analizzare le capacità di targeting dei droni statunitensi. Sebbene la società abbia affermato che la sua tecnologia è stata coinvolta in “solo usi non offensivi”, l’indignazione interna l’ha costretta a non rinnovare il contratto del Pentagono e a pubblicare una serie di linee guida etiche per il futuro lavoro di intelligenza artificiale militare, che includeva non causare “danni complessivi”. .”

Nonostante queste linee guida – che hanno visto Google abbandonare una guerra di offerte per il fallito contratto di Joint Enterprise Defense Infrastructure del Pentagono – secondo quanto riferito, il CEO di Google Cloud Thomas Kurian ha incontrato martedì il capo di stato maggiore dell’aeronautica, il generale Charles Q. Brown, per “difendere il caso” di l’impresa a far parte del contratto JWCC.

Non è chiaro se il contratto JWCC violerebbe i principi dichiarati da Google e la società non ha commentato casi d’uso specifici per la sua tecnologia. Un portavoce ha detto a Insider di essere “fermamente impegnato” a servire il Dipartimento della Difesa e altri clienti del settore pubblico.

Principe Carlo sta prendendo il controllo dell’Impero Britannico e ha dichiarato guerra per imporre il blocco del “Grande Reset” della società.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche