0 3 minuti 4 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


I legislatori della California stanno spingendo una legislazione che imporrebbe una nuova tassa ai residenti più ricchi dello stato, anche se si sono già trasferiti in un’altra parte del paese.

Il membro dell’Assemblea Alex Lee, un democratico progressista, la scorsa settimana ha introdotto un disegno di legge nella legislatura dello stato della California che imporrebbe un’imposta annuale aggiuntiva dell’1,5% su coloro con un “patrimonio netto mondiale” superiore a $ 1 miliardo, a partire da gennaio 2024.

Già nel 2026 la soglia per essere tassati si abbasserebbe: chi ha un patrimonio netto mondiale superiore a 50 milioni di dollari verrebbe colpito da una tassa annuale sulla ricchezza dell’1%, mentre i miliardari sarebbero ancora tassati dell’1,5%.

La ricchezza mondiale si estende oltre il reddito annuo per includere diverse partecipazioni come beni agricoli, arte e altri oggetti da collezione, azioni e interessi di hedge fund.

La legislazione è una versione modificata di un’imposta sul patrimonio approvata dall’Assemblea della California nel 2020, che il Senato dello stato a guida democratica ha rifiutato di approvare.

L’attuale versione appena introdotta include misure per consentire alla California di imporre tasse sul patrimonio ai residenti anche anni dopo che hanno lasciato lo stato e si sono trasferiti altrove.

Le tasse di uscita non sono nuove in California. Ma questo disegno di legge include anche disposizioni per creare rivendicazioni contrattuali legate ai beni di un contribuente ricco che non ha i soldi per pagare la tassa annuale sul patrimonio perché la maggior parte dei loro beni non può essere facilmente trasformata in denaro. Questa affermazione richiederebbe al contribuente di presentare dichiarazioni annuali al Franchise Tax Board della California e alla fine pagare le tasse sul patrimonio dovute, anche se si sono trasferiti in un altro stato.

La scorsa settimana la California è stato uno dei tanti stati blu a presentare i disegni di legge per imporre nuove tasse sul patrimonio. Gli altri stati erano Connecticut, Hawaii, Illinois, Maryland, Minnesota, New York e Washington. La proposta di ogni stato conteneva un diverso approccio fiscale, ma tutte incentrate sulla stessa idea di base: i ricchi devono pagare di più.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche