0 8 minuti 3 settimane

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


La questione dello scandalo dei documenti riservati di Joe Biden e del suo potenziale impatto sulla sicurezza nazionale è stata esacerbata dalla rivelazione di due rapporti che collegano il guadagno finanziario di Hunter Biden dalle transazioni commerciali associate al Partito Comunista Cinese alla residenza della famiglia Biden a Wilmington, nel Delaware. Hunter Biden ha davvero fornito documenti riservati all’intelligence cinese?

Hunter Biden ha fornito documenti riservati all'intelligence cinese?

In primo luogo, secondo Breitbart News’ Seamus Bruner (ricercatore del famoso dropper di bombe Peter Schweizer), “Mentre era dipendente dalla droga, saltellava con le prostitute e faceva affari con uomini d’affari legati ai più alti livelli dell’intelligence cinese, Hunter Biden vissuto nella casa in cui Joe Biden conservava documenti riservati.

Hunter Biden ha commesso un errore durante il completamento di un controllo dei precedenti, elencando il suo “affitto” di $ 49.910, che in realtà è il deposito cauzionale e l’affitto di sei mesi per uno spazio ufficio privilegiato presso la House of Sweden a Washington DC Tuttavia, l’aspetto più intrigante di questo è che le date elencate da Hunter per vivere a Wilmington, residenza del Delaware su altri documenti e rendiconti finanziari, coincidono con un periodo di tempo in cui vari membri della famiglia Biden ricevevano denaro da uomini d’affari stranieri legati ai più alti livelli dei servizi di intelligence statali cinesi attraverso l’energia società CEFC. Come ha sottolineato Bruner, Cnn aveva fatto riferimento a CEFC come entità diretta dallo stato nel 2018.

La compagnia energetica CEFC e almeno quattro dei suoi dirigenti e associati – Ye Jianming, Patrick Ho, Gongwen Dong e Jiaqi Bao – hanno collegamenti con il Partito Comunista Cinese e le sue operazioni di intelligence militare. In un caso, Hunter si è persino riferito a Patrick Ho come “il fottuto capo delle spie della Cina”.

Altro tramite Breitbart..

All’inizio del 2017, Hunter era in corrispondenza diretta con il personale del CEFC ed è volato a Miami nel febbraio dello stesso anno per incontrare il presidente del CEFC Ye Jianming. Durante questo viaggio, Ye Jianming ha regalato a Hunter un diamante da 3,16 carati del valore di circa $ 80.000.

Hunter Biden ha fornito documenti riservati all'intelligence cinese 2

Quando l’ex moglie di Hunter ha scoperto che aveva ottenuto qualcosa di così immenso valore, ha chiesto al suo avvocato divorzista di inviare un’e-mail “urgente” cercando di determinare dove si trova il diamante e mettere al sicuro il bene prima che Hunter potesse “dissiparlo”. L’avvocato di Hunter offerto una losca smentita:

«Non c’è nessun diamante in possesso di Hunter. Non so dove Kathleen abbia accesso a queste informazioni, ma su questo punto, ciò che afferma la tua e-mail di seguito è impreciso.
I metadati raccolti dalle foto del diamante sul laptop abbandonato indicano che Hunter ha mentito sul fatto di non avere il diamante e in effetti aveva il diamante con sé a Wilmington. La posizione attuale del diamante da 3,16 carati rimane sconosciuta
Dopo il fatidico incontro del febbraio 2017 con Ye, e nel periodo in cui Hunter ha affermato di essersi trasferito nella casa di Wilmington dove sono stati trovati documenti riservati, gli affari dei Biden con CEFC sono esplosi.


Nove giorni dopo l’incontro di Miami, Hunter ha ricevuto due bonifici separati di 3 milioni di dollari che il Financial Crimes Enforcement Network del Dipartimento del Tesoro ha segnalato come sospetti.

Inoltre, le immagini trovate sul laptop scartato di Hunter Biden, secondo il Faro libero di Washingtonconfermano la sua presenza alla Wilmington House nel luglio 2017. Vale la pena ricordare che i documenti riservati in questione sarebbero stati portati nella casa di Gennaio di quello stesso anno.

Le fotografie trovate sul laptop scartato di Hunter Biden, secondo le fonti, forniscono la prova più definitiva fino ad oggi che Hunter, impegnato in trattative con una compagnia energetica cinese legata al Partito Comunista Cinese, aveva accesso alle parti della residenza di suo padre dove i documenti riservati sono stati conservati, anche se stava attivamente negoziando un accordo con la compagnia energetica cinese collegata al PCC.

Una recensione del laptop del Washington Free Beacon ha trovato quattro fotografie del 2017 di Hunter Biden, vestito con una camicia con colletto bianco e un cappellino da baseball mimetico, al volante della Corvette Stingray del 1967 di suo padre. I metadati GPS incorporati nelle foto indicano che sono state scattate a un minuto l’una dall’altra alle 18:49 del 30 luglio di quell’anno, appena fuori dalla residenza del presidente a Wilmington, Del. Le foto mostrano Hunter Biden in posa nel veicolo accanto a due ragazze. Uno sembra essere sua nipote di allora di 12 anni, Natalie Biden. L’altro non è stato identificato.

Hunter Biden ha fornito documenti riservati all'intelligence cinese 3

Konstantinos Gus Dimitrelos, un ex agente dei servizi segreti ed esperto autorizzato di computer forensics, ha esaminato le immagini e stabilito la loro autenticità.

“Se richiesto, testimonierò che le fotografie sono autentiche e sono state scattate il 30 luglio 2017”, ha detto a Free Beacon.

E come riporta il Beacon, confermando il rapporto di Breitbart, “Al momento in cui sono state scattate le foto, Hunter Biden stava negoziando un lucroso accordo commerciale con l’ormai defunto conglomerato energetico cinese CEFC, che era strettamente legato al governo cinese. L’ex socio in affari di Biden, Tony Bobulinski, ha affermato di aver incontrato Joe Biden di persona all’inizio di maggio 2017, meno di tre mesi prima che Hunter Biden fosse fotografato al volante del prezioso veicolo di suo padre, per discutere degli affari cinesi della famiglia Biden.

Una società di intelligence ha recentemente pubblicato un rapporto di indagine su come l’intelligence cinese ha coltivato la famiglia Biden. Il rapporto dell’intelligence ha rivelato una narrazione dettagliata di eventi e interazioni importanti che hanno avuto luogo durante gli incontri tra la famiglia Biden e i magnati cinesi. Come diretta conseguenza dell’elaborata operazione di influenza La Cina è riuscita a rubare i segreti nucleari americani. Come parte dell’operazione, Joe Biden ha anche bloccato la vendita della tecnologia dei motori a razzo criogenici russi all’India descrivendolo come “pericoloso”.

Hunter Biden ha ricevuto 6 milioni di dollari in spese legali e di consulenza dal CEFC nel corso del 2017 e del 2018. In particolare, gli stessi media che hanno promosso l’idea che Trump avesse legami con la Russia sulla base di false informazioni, non prestano molta attenzione al reali rischi per la sicurezza nazionale posti dalla famiglia Biden.

GreatGameIndia è attivamente preso di mira da potenti forze che non desiderano che sopravviviamo. Il tuo contributo, per quanto piccolo, ci aiuta a restare a galla. Accettiamo il pagamento volontario per i contenuti disponibili gratuitamente su questo sito Web tramite UPI, PayPal e Bitcoin.

Sostieni GreatGameIndia





Source link

Lascia un commento

Leggi anche