0 3 minuti 6 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


Il padre di Elon Musk dice di aver paura che “possa succedere qualcosa” a suo figlio e afferma che il miliardario è “un po’ ingenuo riguardo ai nemici che si sta facendo” quando si tratta di rilasciare i file di Twitter.

Nelle ultime settimane, Musk ha citato il rilascio di innumerevoli documenti interni che dimostrano che la Casa Bianca, il governo federale e il colosso farmaceutico hanno lavorato direttamente con la vecchia guardia di Twitter per censurare le informazioni e bandire gli utenti di spicco.

Sebbene i media mainstream abbiano fatto del loro meglio per ignorare le rivoluzionarie rivelazioni, i file di Twitter hanno comunque messo in imbarazzo molte figure potenti.

L’ingegnere in pensione Errol Musk ha detto al quotidiano The Sun che crede che suo figlio non prenda sul serio le possibili conseguenze che potrebbe subire per aver smascherato l’establishment.

“Ho davvero paura che possa succedere qualcosa a Elon anche se ha circa 100 guardie di sicurezza intorno a lui”, ha avvertito Errol, osservando che suo figlio “è un po’ ingenuo riguardo ai nemici che si sta facendo, soprattutto con i file di Twitter”.

Elon Musk teme che qualcuno possa tentare di ferire o rapire suo padre per vendicarsi della sua posizione politica.

Il giovane Musk “ha deciso dopo le recenti minacce contro di lui che anch’io ho bisogno di protezione”, ha detto Errol al Sun, rivelando che la sua casa era dotata di un sistema di sicurezza “di prim’ordine”.

Dopo che la sua casa è stata forzata quattro volte solo nell’ultimo anno, la proprietà è ora “completamente protetta”, con un recinto elettrico, nove telecamere di sicurezza 24 ore su 24 a cui Musk può accedere dal suo telefono e “sorveglianza 24 ore su 24, 7 giorni su 7 da parte di Musk”. guardie armate fino ai denti”.

“Se rapiscono uno di noi, sono i 20 milioni di dollari più veloci che qualcuno abbia mai guadagnato in vita sua”, ha detto il 76enne, che ha ucciso tre intrusi armati nel 1998.

“Il rischio che accada qualcosa di brutto o che venga colpito è piuttosto grande”, ha detto Errol, aggiungendo: “Non è così difficile uccidermi se qualcuno lo volesse, quindi spero che non lo faccia”.

Come riportato in precedenza, Musk ha annunciato il mese scorso di aver aumentato le sue precauzioni di sicurezza personale a causa delle preoccupazioni sulla sua sicurezza in seguito al rilascio dei primi “file Twitter”.

“Il rischio che mi succeda qualcosa è piuttosto alto”, ha detto il miliardario.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche