0 3 minuti 2 settimane

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!



Dvir Abramovich, presidente del gruppo di lobby ebraico B’nai B’rith Anti-Defamation Commission, chiede che a Kanye “Ye” West sia vietato l’ingresso in Australia per incontrare la famiglia della sua nuova moglie a causa delle sue critiche ai magnati dell’industria ebraica.

Gli ebrei australiani hanno chiesto che al rapper caduto in disgrazia Kanye West venga negato il visto per le sue odiose invettive antisemite.

[…] West, 45 anni, ha ‘sposato’ l’architetto Bianca Censori, 27 anni, originaria di Melbourne, in una cerimonia non vincolante nello Utah circa due settimane fa.

Si ritiene che stia pianificando una visita in Australia per incontrare la famiglia della sua nuova sposa la prossima settimana, ma alcuni membri della comunità ebraica locale vogliono che gli sia vietato l’arrivo.

Dvir Abramovich, presidente del gruppo di lobby ebraico Commissione anti-diffamazione, lunedì ha chiesto al ministro dell’Immigrazione David Giles di rifiutare l’ingresso in Occidente.

La dichiarazione dalle parole forti faceva riferimento a tre delle affermazioni più oltraggiose di West e sosteneva che “l’appello alla violenza e all’odio” deve avere delle conseguenze.

“L’Australia non dovrebbe stendere il tappeto di benvenuto e fornire una piattaforma a un fomentatore di odio che vomita minacce contro la comunità ebraica e spaccia miti di cospirazione sul potere, l’avidità e il controllo ebraici”, ha affermato.

“Kanye è un palese, schietto antisemita, amante dei nazisti e adoratore di Hitler che ammira apertamente un malvagio tiranno responsabile dello sterminio di sei milioni di ebrei, tra cui 1,5 milioni di bambini”.

“Questo tipo di retorica è pericoloso e ha conseguenze nel mondo reale, dati gli oltre 30 milioni di follower che questa persona ha e che potrebbero iniziare a credere che la sua demonizzazione della comunità ebraica debba agire”.

Il dottor Abramovich ha sostenuto che consentire a West di entrare nel paese minerebbe i valori australiani di tolleranza, diversità e rispetto.

La B’nai B’rith Anti-Defamation Commission, proprio come la B’nai B’rith Anti-Defamation League in America, sono grandi sostenitori delle frontiere aperte e dell’immigrazione di massa, ma in questo caso stanno facendo pressioni per bandire Ye dall’Australia per le sue opinioni politiche.

Abramovich ha affermato che la visita di Icke “avrebbe solo rafforzato il sentimento estremista e potrebbe dar luogo a violenze”.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche