0 3 minuti 2 settimane


Il governatore del Texas Greg Abbott ha inviato la guardia nazionale dello stato per proteggere il confine meridionale.

Tecnicamente questo dovrebbe essere il lavoro del governo federale, ma Biden si rifiuta semplicemente di farlo.

Il popolo del Texas è fortunato che Abbott sia disposto a farsi avanti.

Municipio rapporti:

DI TENDENZA: ROTTURA: “CI VEDIAMO IN CORTE” – Il candidato del procuratore generale dell’Arizona Abe Hamadeh presenta la PRIMA causa contro le elezioni truccate del 2022 in Arizona

La Guardia Nazionale del Texas adotta misure “senza precedenti” per proteggere il confine

Alcuni giorni dopo che il governatore del Texas Greg Abbott ha dichiarato un’invasione per il crescente numero di immigrati clandestini, la Guardia Nazionale del Texas sta schierando veicoli corazzati simili a carri armati lungo il confine tra Stati Uniti e Messico.

Secondo i documenti ottenuti da Army Times e Texas Tribune, i veicoli corazzati M113 saranno schierati in 10 postazioni lungo il confine. Inoltre, la Guardia Nazionale del Texas aumenterà anche “i voli aerei e gli sforzi per la sicurezza”.

“Queste azioni fanno parte di una strategia più ampia per utilizzare ogni strumento disponibile per contrastare il livello record di immigrazione clandestina”, ha dichiarato il Dipartimento militare in una nota. “La Guardia Nazionale del Texas sta adottando misure senza precedenti per salvaguardare il nostro confine e per respingere e respingere gli immigrati che cercano di attraversare il confine illegalmente”. …

In una lettera inviata al presidente Biden la scorsa settimana, Abbott ha affermato che “l’inerzia” del governo federale al confine gli ha forzato la mano.

“Due anni di inazione da parte tua ora non lasciano al Texas altra scelta che intensificare i nostri sforzi per proteggere il nostro Stato”, si legge nella lettera.

Grazie al cielo qualcuno è disposto a farlo.

La gestione del confine da parte di Biden è una vergogna.

Croce postata da Vedetta americana.





Source link

Lascia un commento

Leggi anche