0 2 minuti 2 settimane

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici

La Casa Bianca afferma di avere conferme “visive” e conferme da “altre fonti”.

La Casa Bianca ha dichiarato martedì di non avere alcuna conferma del DNA che il leader di al-Qaeda Ayman al-Zawahiri sia stato ucciso in un attacco di droni della CIA a Kabul durante il fine settimana e ha affermato di aver trovato la sua morte altrimenti approvata.

“Non abbiamo la conferma del DNA. Non avremo nemmeno quella conferma. Francamente, sulla base di molteplici fonti e metodi da cui abbiamo raccolto informazioni, non ne abbiamo bisogno”, ha detto alla CNN il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca John Kirby.

“Abbiamo una conferma visiva, ma abbiamo anche conferme da altre fonti”, ha aggiunto Kirby.

Il presidente Biden ha annunciato l’attacco dei droni lunedì, dicendo che l’intelligence statunitense ha rintracciato Zawahiri all’inizio di quest’anno e che si è recentemente trasferito nel centro di Kabul. Secondo quanto riferito, Zawahiri viveva con la sua famiglia in una casa sicura nel distretto di Sherpur a Kabul, dove un tempo si trovava l’ambasciata americana.

Dopo l’annuncio di Biden dell’attacco dei droni, un funzionario del governo degli Stati Uniti ha detto ai giornalisti che l’intelligence statunitense era “molto fiducioso“che la persona uccisa era Zawahiri. Gli Stati Uniti sono noti per aver ucciso civili nei loro attacchi con i droni, ma Biden ha detto che nessuno è stato ferito e non ci sono notizie di vittime civili da parte dei talebani.

I talebani hanno condannato l’attacco dei droni statunitensi, dicendo che violava l’accordo di Doha, mentre gli Stati Uniti hanno affermato che la presenza di Zawahiri a Kabul significava che i talebani non stavano rispettando l’accordo. Il resoconto dei talebani dell’attacco corrisponde a quello degli Stati Uniti, sebbene non abbiano confermato che Zawahiri sia stato ucciso.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche