0 6 minuti 7 giorni

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici


Immagine: gli hedge fund acquistano distillati di petrolio in mezzo alla carenza di diesel e olio da riscaldamento

(Notizie naturali) La scorsa settimana i gestori di portafoglio sono stati ottimisti sull’acquisto di distillati statunitensi poiché la carenza di diesel e olio da riscaldamento continua.

Hedge fund e altri pool di investimento hanno acquistato l’equivalente di quattro milioni di barili nei sei più importanti contratti futures e opzioni sul petrolio nella settimana terminata il 26 luglio.

John Kemp, analista di mercato senior presso Reutersha affermato che gli acquisti di Brent (+12 milioni di barili) e benzina statunitense (+1 milione) sono stati compensati dalle vendite di NYMEX e ICE WTI (-17 milioni) e dal gasolio europeo (-1 milione).

Ma il cambiamento più significativo è stato l’acquisto di gasolio (+9 milioni di barili). Ha coinciso con la continua carenza di carburante utilizzato dalle aziende di trasporto merci, dai produttori, dagli agricoltori, dai minatori e dalle stesse compagnie petrolifere e del gas.

Le scorte di olio combustibile distillato si stanno ricostruendo lentamente nonostante l’aumento dell’attività di lavorazione del greggio durante la stagione estiva di punta della domanda di benzina.

Complessivamente, le scorte sono diminuite dalla fine di giugno, soprattutto sulla costa orientale, che include il punto di consegna per il contratto diesel NYMEX nel porto di New York.

Gli analisti affermano che l’olio combustibile distillato rimane la parte più stretta del mercato e non vedono indicazioni che le scorte aumenteranno. Le scorte sono al livello più basso in questo periodo dell’anno dal 2000. Le scorte di solito salgono nel terzo trimestre perché le raffinerie producono più diesel e olio da riscaldamento durante la lavorazione di più greggio per la domanda di benzina durante la stagione estiva.

Tuttavia, le azioni sono aumentate di meno di un milione di barili in questo trimestre, uno degli aumenti più minimi degli ultimi 40 anni. Le scorte sono aumentate di circa 400.000 barili da fine giugno a fronte di un aumento stagionale medio pre-pandemia di 5,5 milioni di barili tra il 2010 e il 2019.

Brighteon.TV

“Il consumo di distillati è la parte più sensibile del mercato dei carburanti ai cambiamenti nel ciclo di produzione e trasporto”, ha affermato Kemp sulla base della sua analisi separata.

Ha inoltre affermato che sia l’attività manifatturiera che il trasporto merci si sono ridotti dall’inizio dell’anno, alleviando una certa domanda di distillati e favorendo forniture costanti.

La domanda di carburante rimane forte in mezzo a segnali di dati contrastanti

L’analista senior ha affermato che il livello estremamente basso delle scorte e la loro mancata ricostruzione implica che sarà ora necessario un rallentamento economico molto più profondo e più lungo per consentire la ripresa delle scorte di greggio e in particolare di carburante. (Correlato: la diffusa carenza di diesel influirà su tutto in America e nel mondo.)

Questo è stato concordato dai produttori di carburante statunitensi. Secondo loro, la domanda di carburante per i trasporti rimane stabile nonostante i segnali contrastanti provenienti dai dati di inventario raccolti dall’Energy Information Administration (EIA). A causa dell’imminente collasso economico del paese, i prezzi del greggio sono diminuiti poiché le recessioni sono generalmente seguite da una minore domanda di carburante per periodi di tempo.

I dati EIA hanno mostrato che la domanda di benzina è rimasta al di sotto della media stagionale quinquennale dall’inizio di giugno, mentre la domanda di benzina è rimbalzata dell’8,5% la scorsa settimana dopo essere diminuita all’inizio di luglio.

“Attraverso il nostro canale all’ingrosso, non c’è davvero alcuna indicazione di alcuna distruzione della domanda a giugno, in realtà abbiamo stabilito record di vendita”, ha dichiarato Gary Simmons, vicepresidente esecutivo di Valero Energy Corporation, durante la chiamata sugli utili del secondo trimestre dell’azienda il 28 luglio.

Ha affermato che la società ha venduto 911.000 barili al giorno a giugno, superando il record di agosto 2018. “Le nostre medie su sette giorni ora sono tornate a un livello simile a quel livello di giugno, con la benzina a livelli pre-pandemici e il diesel che continua a tendere al di sopra di pre-pandemia. livelli di pandemia”, ha detto Simmons.

Nel frattempo, PBF Energy Inc. ha anche affermato che la domanda all’ingrosso è rimasta forte. “Siamo agli stessi livelli in cui siamo stati negli ultimi 90 giorni”, ha dichiarato l’amministratore delegato della PBF Tom Nimbley.

Ha aggiunto che le scorte dovranno essere reintegrate da questi livelli straordinariamente bassi e ciò richiederà alle raffinerie di continuare a funzionare a livelli di utilizzo elevati.

I raffinatori affermano che anche se gli Stati Uniti dovessero subire una recessione, dovranno comunque continuare a produrre carburante per le scorte esaurite nella prima metà del 2022.

Visita FuelSupply.news per ulteriori notizie sulla carenza di forniture di diesel.

Guarda il video qui sotto che parla di come la carenza di gas è in base alla progettazione.

Questo video è dal canale InfoWars in poi Brighteon.com.

Altre storie correlate:

Biden sta ESPORTANDO le riserve petrolifere di emergenza degli Stati Uniti in Asia ed Europa interrompendo l’approvvigionamento interno.

Il regime di Biden impone più etanolo da mais nella benzina per danneggiare i motori di automobili e camion in tutta l’America.

Costco inizia a limitare le vendite di BENZINA nel New Jersey poiché la carenza di forniture peggiora.

Gli agricoltori della Pennsylvania non sono in grado di raccogliere i loro raccolti a causa della carenza di diesel.

Le fonti includono:

ZeroHedge.com

Reuters.com 1

Fingfx.ThomsonReuters.com

Reuters.com 2

VIA.gov

Brighteon.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche