0 5 minuti 5 giorni

Questo strano dispositivo protegge la tua auto dai ladri...

SCOPRI COME FATi Mappo!


Un gruppo di esperti ha iniziato a indagare su un numero insolitamente elevato di morti neonatali in Scozia e dovrebbe pubblicare un rapporto in autunno.

Healthcare Improvement Scotland (HIS) ha confermato di aver ritirato il neonatologo Dr. Helen Mactier a presiedere il gruppo di esperti che esaminerà le possibili cause di due picchi inspiegabili di mortalità neonatale a soli sei mesi di distanza, nel settembre 2021 e nel marzo 2022, quando sono morti in totale 39 neonati.

I lavori sono già in corso, ma HIS ha affermato di essere ancora alla ricerca di ulteriori professionisti per il gruppo di esperti, che dovrebbe riunirsi mensilmente.

Nell’ottobre dello scorso anno, l’HIS stava cercando un consulente esperto che lavorasse in un’unità di terapia intensiva neonatale “fuori dalla Scozia” per unirsi al gruppo di revisione.

Il governo scozzese ha commissionato la revisione nel settembre dello scorso anno dopo che le indagini interne di Public Health Scotland (PHS) non sono riuscite a trovare una spiegazione definitiva per l’aumento delle morti neonatali.

dott Helen Mactier, recentemente andata in pensione dopo 20 anni come specialista in neonatologia presso il Princess Royal Maternity Hospital di Glasgow, è stata presidente della British Association of Perinatal Medicine (BAPM) dal 2019 al 2022.

È stata anche membro del panel per l’inchiesta indipendente sui servizi di maternità dell’East Kent, che ha accusato la ripetuta carenza di cure per dozzine di morti e lesioni materne e infantili.

Un portavoce di HIS ha dichiarato: “Su richiesta del governo scozzese, Healthcare Improvement Scotland sta conducendo una revisione del significativo aumento della mortalità neonatale in tutta la Scozia nel 2021/22.

Lo scopo della revisione è comprendere tutti i fattori che contribuiscono all’aumento nazionale della mortalità neonatale.

“La revisione dovrebbe valutare e determinare se ci sono problemi, cause sottostanti o fattori di sicurezza, sia dal punto di vista clinico che dei sistemi, e in tal caso, dovrebbero essere identificati i punti chiave di apprendimento e formulate raccomandazioni per migliorare la qualità dell’assistenza”.

Ha aggiunto che la revisione “è in una fase iniziale e prevediamo di pubblicare il nostro rapporto questo autunno”.

Il tasso di mortalità neonatale ha superato il limite di allarme superiore (linea rossa tratteggiata) due volte in sei mesi per la prima volta dall’inizio della sorveglianza (Immagine: PHS)

L’allarme è stato lanciato per la prima volta alla fine del 2021 quando il monitoraggio mensile ha rilevato che a settembre 21 bambini erano morti entro 28 giorni dalla nascita, rispetto ai nove che ci si sarebbe aspettati in base alle medie pre-pandemia.

Ciò corrispondeva a un tasso di mortalità neonatale di 4,9 decessi per 1.000 nati vivi e superava per la prima volta una soglia di allarme superiore, nota come limite di controllo, da quando è iniziata la sorveglianza nel 2017.

Ciò ha innescato un’indagine automatica, ma solo sei mesi dopo il limite di controllo è stato superato una seconda volta quando 18 neonati sono morti nel marzo 2022, portando il tasso di mortalità neonatale a 4,6 decessi per 1000 nati vivi.

Non è stato trovato alcun legame chiaro con le infezioni da Covid materne o infantili o con un aumento delle nascite pretermine, tutti fattori che aumentano il rischio di mortalità neonatale.

Le fluttuazioni casuali sono considerate improbabili, ma il PHS sospetta che le assenze del personale legate a Covid possano essere state un fattore.

Un collegamento con i vaccini Covid è stato escluso sulla base di prove internazionali della loro sicurezza in gravidanza, ma il PHS ha confermato di non aver verificato lo stato vaccinale delle madri interessate.

Il PHS ha sottolineato che non vi era alcuna base di sanità pubblica per questo e che tale analisi “sebbene non significativo per il processo decisionale della salute pubblica, potrebbe scuotere la fiducia nei vaccini“.

Il tasso di mortalità neonatale è in calo dall’aprile 2022 ed è stato costantemente al di sotto delle aspettative tra maggio 2022 e ottobre 2022, il mese più recente per il quale sono disponibili dati, rispetto alle medie pre-pandemia.



Source link

Lascia un commento

Leggi anche