0 5 minuti 2 settimane

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici


Immagine: gli elettori del Kansas hanno appena trasformato il loro stato in una destinazione turistica per l'aborto

(Natural News) Gli sforzi per impedire al Kansas di diventare uno degli stati più favorevoli all’aborto del paese, nonostante il suo status “rosso”, sono falliti.

Gli elettori hanno deciso in modo schiacciante di respingere l’emendamento 2, che avrebbe affermato che “non esiste il diritto costituzionale del Kansas all’aborto o di richiedere il finanziamento governativo dell’aborto”.

L’emendamento mirava a ribaltare una decisione del 2019 della Corte Suprema del Kansas che dichiarava che la costituzione dello stato “consente a una donna di prendere decisioni in merito al suo corpo, salute, formazione familiare e vita familiare, inclusa la decisione se continuare una gravidanza”.

Nello stesso anno, il legislatore del Kansas ha approvato una legge che vieta gli aborti nel secondo trimestre, così come un’altra legge relativa alle norme sanitarie della procedura raccapricciante.

La Corte Suprema del Kansas con un schiacciante voto 6-1 ha deciso che tutte queste leggi violano la Costituzione dello stato. Quest’anno, sono stati compiuti sforzi per annullare questa decisione con un voto, ma sono falliti.

Sfortunatamente, le implicazioni del voto sull’emendamento 2 in Kansas sono a livello nazionale. Altri stati potrebbero provare a proporre simili iniziative elettorali per decidere il destino dei bambini non ancora nati.

“Non è chiaro il motivo per cui i sondaggi sarebbero stati così sbagliati in questo caso, ma è del tutto possibile che la parte pro-aborto fosse più energica di quella pro-vita”, scrive Steve Byas per Il nuovo americano.

“Dopotutto, la persona media, su entrambi i lati della questione, probabilmente pensa che la Corte Suprema degli Stati Uniti abbia messo fuori legge l’aborto a livello nazionale, anche se tutto ciò che hanno fatto è stato restituire la questione agli stati – a cui apparteneva”.

Brighteon.TV

L’emendamento 2 è stato formulato male, confondendo gli elettori nel respingerlo?

Emily Wales di Great Plains Planned Parenthood era così eccitata dall’annullamento dell’emendamento 2 che ha rilasciato una dichiarazione di lode e di celebrazione per “l’ondata di sostegno della base” che l’ha resa possibile.

“Ora più che mai il nostro lavoro continua”, ha aggiunto.

Joe Biden ha anche rilasciato una dichiarazione – beh, in ogni caso si è imbattuto in qualcosa su un teleprompter – dichiarando che il voto contro l’emendamento 2 dimostra che “la maggioranza degli americani concorda sul fatto che le donne dovrebbero avere accesso all’aborto”.

“Ascolta la volontà del popolo americano e ripristina le protezioni uova come legge federale”, ha aggiunto Biden.

Laura Kelley, la governatrice democratica del Kansas, è stata forse la più drammatica, affermando che se l’emendamento 2 fosse stato approvato anziché respinto, “riporterebbe lo stato nel Medioevo”.

Si ipotizza che la formulazione dell’emendamento 2 possa aver confuso gli elettori, i quali potrebbero aver pensato che votare contro di esso significasse anche votare contro l’aborto.

“Potrebbe anche esserci stata una certa confusione sul fatto che il voto sì o il voto no fosse contrario all’aborto (coloro che si oppongono all’aborto potrebbero aver pensato che un voto no indicasse opposizione, mentre un voto sì era per il diritto all’aborto)”, scrive Byas .

“Non c’è dubbio che i milioni di dollari spesi in Kansas in una massiccia campagna di disinformazione – sostenendo che cose come la legislatura del Kansas era pronta a vietare la contraccezione e simili – hanno fatto la differenza con molti Kansan che credevano ingenuamente a tale propaganda”.

Byas mette anche in guardia contro le richieste di una convenzione costituzionale su questa e altre questioni importanti perché crede che ciò comporterebbe un diluvio di “indicibili milioni di dollari di propaganda diretta, insieme alla pressione di potenti interessi speciali, per produrre un cambiamento negli Stati Uniti drasticamente Costituzione – o anche un documento completamente nuovo”.

“Le legislature statali (o le convenzioni statali) sarebbero soggette allo stesso tipo di pressioni”, afferma, aggiungendo che l’aborto potrebbe facilmente essere sancito in qualsiasi nuova costituzione se si terranno convenzioni.

Le ultime notizie sulla lotta all’aborto possono essere trovate su Abortions.news.

Le fonti per questo articolo includono:

TheNewAmerican.com

NaturalNews.com



Source link

Lascia un commento

Leggi anche