0 5 minuti 5 giorni

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE



Immagine: Entro due mesi ci sarà un

(Notizie naturali) Prima della fine del 2022, ci sarà probabilmente un “grande conflitto mondiale” che altera radicalmente il tessuto della vita come lo conosciamo attualmente, afferma il presidente serbo Aleksander Vucic.

Il commento è stato fatto durante la prima giornata dell’ultima sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (ONU) a New York.

“Vedi una crisi in ogni parte del mondo”, ha detto Vucic all’emittente statale serba RTS.

“Penso che le previsioni realistiche dovrebbero essere ancora più oscure. La nostra posizione è ancora peggiore, dal momento che le Nazioni Unite sono state indebolite e le grandi potenze hanno preso il controllo e praticamente distrutto l’ordine delle Nazioni Unite negli ultimi decenni”.

Vucic sostiene che le “operazioni speciali” della Russia in Ucraina sono aumentate. Ora è in una fase molto più mortale, dice, che potrebbe portare alla terza guerra mondiale. (Correlato: questo “grande conflitto mondiale” di cui Vucic mette in guardia culminerà con la fine della civiltà occidentale?)

“Presumo che stiamo lasciando la fase dell’operazione militare speciale e ci stiamo avvicinando a un grande conflitto armato”, dice.

“E ora la domanda diventa dov’è la linea, e se dopo un certo tempo – forse un mese o due, anche – entreremo in un grande conflitto mondiale che non si vedeva dalla seconda guerra mondiale”.

Puoi ascoltare Vucic parlare di seguito:

Siamo diretti verso la terza guerra mondiale?

Le inquietanti parole di Vucic sono giunte lo stesso giorno in cui il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato l’immediata “mobilitazione parziale” di 300.000 soldati. Putin ha indicato che non sta bluffando ed è pronto a usare “tutti i mezzi a nostra disposizione” per proteggere l’integrità territoriale di Mosca.

“Ora loro (l’Occidente) stanno parlando di ricatto nucleare”, ha detto Putin.

“La centrale nucleare di Zaporizhzhia è stata bombardata e anche alcune alte posizioni – rappresentanti degli stati della NATO – che affermano che potrebbe esserci la possibilità e l’ammissibilità di usare armi nucleari contro la Russia”.

Tanto per essere sicuro che gli aggressori russi sappiano che è serio, Putin ha sottolineato che il suo Paese ha “varie armi di distruzione” che è pronto a usare immediatamente se necessario.

Brighteon.TV

“E per quanto riguarda alcune componenti”, ha aggiunto Putin, “sono anche più moderne di quelle Nato”.

Se dovesse scoppiare una guerra nucleare tra Russia e Stati Uniti, come alcuni prevedono, due terzi del pianeta moriranno di fame entro due anni, ha determinato un Università Rutger studia.

Ben cinque miliardi di persone, secondo il giornale, non sopravviverebbero molto a lungo dopo le esplosioni nucleari, che inquinerebbero il cielo con fuliggine radioattiva mentre ostruirebbero il sole e devasterebbero i raccolti di cibo.

“Ci si chiede come una generazione che pensa che le parole siano ‘violenza’ e che maltrattare qualcuno sia un terrorismo stocastico reagirà a una guerra nucleare intercontinentale”, ha scritto Paul Joseph Watson per Infowars.

“La mente va davvero in tilt.”

Nella sezione commenti, qualcuno ha scritto che Putin tecnicamente non ha menzionato affatto la parola nucleare nelle sue dichiarazioni. Semmai, sono i globalisti che lo attribuiscono a lui quando sono quelli che probabilmente hanno intenzione di abbandonarli per primi.

“La Russia ha un arsenale di armi che ha sviluppato e deve ancora usare, comprese le armi nucleari”, ha scritto questa persona. “Tuttavia, c’è molta più potenza di fuoco che Putin può usare prima di iniziare a pensare di ricorrere alle armi nucleari”.

“Leggete tra le righe, gente, e smettetela di essere spaventati dalla propaganda dei globalisti che mira a distruggervi tutti”.

Mentre l’attuale ordine mondiale si riduce in polvere, ti terremo informato sulle ultime novità su Collapse.news.

Le fonti per questo articolo includono:

Infowars.com

NaturalNews.com





Source link

Lascia un commento

Leggi anche