0 13 minuti 4 giorni

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


La maggior parte degli scienziati accademici trascorre molto tempo a scrivere borse di studio che hanno pochissime possibilità di essere finanziate. Poiché l’ambiente di finanziamento è così competitivo, molti scienziati sentono la pressione di enfatizzare i risultati più positivi e sensazionali che possono produrre. Alcuni scienziati accademici si spingono troppo oltre, ignorando risultati contrastanti o addirittura fabbricando dati. La frode della ricerca che non viene denunciata può sconvolgere decenni di ricerca, cosa che è accaduta recentemente nel campo della ricerca sull’Alzheimer.

È stata la politica a guidare la scienza

Cosa succede se togli la concorrenza scientifica? C’è davvero un modo per farlo, ed è lavorare in un’agenzia governativa. Essere uno scienziato del governo non è un cattivo affare per molte persone. La paga è buona, il lavoro è sicuro e le aspettative non sono alte. Garantire i finanziamenti è piuttosto facile e completamente arretrato rispetto al mondo accademico: spesso prima ottieni il finanziamento e poi lo giustifichi con una “sovvenzione”. L’impatto percepito delle tue pubblicazioni non ha importanza, qualsiasi rivista è sufficiente. Nel caso della mia posizione al CDC-NIOSH, la scienza meccanicistica non è stata incoraggiata. Invece, c’era molta enfasi sulla tossicologia, che consiste semplicemente nell’esporre un animale o un tessuto a un composto o microbo e nel determinare se c’è un effetto negativo. Se c’era, non era necessario fare ulteriori passi per determinare perché c’era un effetto negativo. È stato un semplice processo di esposizione, valutazione, rapporto, risciacquo e ripetizione.

Non ero nella mia posizione post-dottorato del governo molto tempo prima che mi rendessi conto che il lavoro del governo non era la mia vocazione. Non è che non fosse una sfida, era solo una sfida nel modo sbagliato. Gli scienziati governativi spesso trascorrono più tempo a combattere la burocrazia del governo che i problemi scientifici. In un sistema così intasato dalla burocrazia, le persone automotivate alla fine si scoraggiano, mentre le persone demotivate arrivano alla costa.

Ci sono stati molti esempi di disfunzioni burocratiche e sprechi. In un reparto, i membri del personale si sono imbattuti in un magazzino pieno di scatole nuove di zecca di computer obsoleti che non erano mai stati aperti. Nessuno sembrava sapere come ci fossero arrivati. Allo stesso modo, non era raro imbattersi in grandi magazzini di reagenti costosi in un congelatore o in un magazzino che erano scaduti senza essere stati aperti. Questi esempi erano semplicemente una funzione di spostamento dei finanziamenti e delle priorità. Il Congresso lanciava periodicamente denaro all’agenzia in modo che tutti potessero affermare che stavano facendo qualcosa per un problema di salute altamente visibile. Se non l’hai speso, è andato via.

In un altro caso, i funzionari del governo hanno deciso di aver bisogno di un programma di prenotazione di viaggi online per dipendenti simile a Orbitz for Business. Il risultato è stato deludente: milioni di dollari e anni dopo, c’erano ancora seri problemi con esso che hanno provocato ritardi nei viaggi. Tutti si sono lamentati di doverlo usare. Avrebbero potuto semplicemente usare Orbitz for Business, se solo fosse stato permesso.

A un certo punto, recarsi in un paese straniero per tenere un seminario di ricerca richiedeva un preavviso di un anno. Questo includeva il titolo del discorso. Chissà di cosa parleranno con un anno di anticipo?

Una delle mie storie dell’orrore preferite sulla burocrazia del governo riguardava un impiegato del CDC che è stato licenziato accidentalmente da un burocrate senza nome. Non si è nemmeno reso conto di essere stato licenziato finché un giorno la sua busta paga non è stata depositata e il suo badge di sicurezza ha smesso di funzionare. Ci sono voluti mesi per farlo rientrare. La grande ironia di quella storia è che è quasi impossibile licenziare qualcuno intenzionalmente. Non sono sicuro di come qualcuno possa farlo accidentalmente. Ma a quanto pare, è successo.

Alla filiale del CDC in cui lavoravo, avevamo un nucleo di istologia gestito da un tecnico a cui non piaceva il suo lavoro e sapeva che non poteva essere licenziato. Avrei inviato campioni di tessuto e ci sarebbero voluti mesi per essere elaborati e colorati. Quando li ho recuperati, c’erano alcune cose curiose sulle diapositive che avrei notato. Alcuni dei diversi campioni apparirebbero identici sui vetrini tagliati. La tecnologia di istologia stava semplicemente tagliando lo stesso blocco più e più volte per creare diapositive ed etichettarle in modo diverso. Quando ho parlato di questo comportamento al mio capo, non lo ha sorpreso. Mi ha detto che il ragazzo era amareggiato e intendeva metaforicamente darci tutti un grosso dito medio, e non c’era modo di fermarlo. Abbiamo finito per appaltare il vicino nucleo universitario per fare lo stesso lavoro. Nel frattempo, l’inutile tecnologia istologica ha continuato a essere pagata per fare ancora meno.

Una volta, un patologo del CDC ha cercato di denunciarlo per “distruzione di proprietà del governo”. Era una di quelle persone auto-motivate che prendevano sul serio il suo lavoro e potevano essere invocate dagli altri, e allo stesso tempo era abbastanza ingenua da aspettarsi lo stesso. Cos’è successo quando ha sollevato una puzza per il pigro tecnico dell’istologia? È stata rimproverata ed etichettata come una “problematrice”. Probabilmente perché i burocrati hanno riconosciuto che il suo tentativo di whistleblowing avrebbe semplicemente creato lavoro per loro e non avrebbe effettivamente comportato alcun cambiamento significativo.

Una volta sono stato rimproverato dal mio capo per un motivo che non riesco a ricordare chiaramente. Proprio come l’onorevole ma ingenuo patologo, stavo chiamando BS per qualcosa e quindi non mi sono reso caro al front office. Anche se non riesco a ricordare gran parte della vestizione che ho ricevuto, una cosa che ha detto mi è rimasta impressa: “Non puoi cambiare il sistema dall’esterno del sistema”. Voleva dire che era inutile per qualcuno nella mia posizione di basso contratto combattere qualsiasi cosa, non avrebbe fatto nulla e avrebbe solo ferito me e infastidito tutti gli altri. Più tardi, mi sono reso conto che anche qualcosa che non aveva menzionato era vero: è impossibile avanzare all’interno del sistema promettendo di cambiarlo. Se volevi avanzare all’interno del CDC o di un’altra agenzia governativa, devi dimostrare la tua dedizione allo status quo. Quel potente incentivo assicura che il sistema sia preservato, con incentivi perversi completamente intatti.

Questa dinamica era dolorosamente ovvia mentre osservavo lo svolgersi della risposta alla pandemia del governo. All’inizio, quando l’incertezza era massima, molti leader sembravano ragionevoli e mettevano in guardia contro il panico, perché sapevano che esisteva il potenziale per gravi danni collaterali. Una volta che sono stati resi noti ulteriori dettagli sul virus, in particolare il forte rischio stratificato per età di malattie gravi, sono emersi interessi politici contrastanti e, di conseguenza, i messaggi e il processo decisionale sono stati distorti.

In tempi normali, le grandi agenzie sanitarie burocratiche guidate da interessi politici non influenzano direttamente la vita quotidiana della maggior parte degli americani. Durante un disastro naturale, però, queste agenzie continueranno a essere guidate dalla politica, non dalla salute pubblica, perché non sono in grado di adattarsi a una crisi. È allora che le crepe iniziano a farsi vedere e tutti ne risentono.

Un ottimo esempio è il giornale di punta del CDC Report Settimanale Morbilità e Mortalità (MMWR). Secondo il CDC, MMWR esiste “… per segnalare eventi di interesse e importanza per la salute pubblica ai principali componenti del CDC – dipartimenti sanitari statali e locali – e il più rapidamente possibile” e per distribuire “… informazioni scientifiche obiettive, anche se spesso preliminari, a il grande pubblico”.

La parola chiave qui è “obiettivo”, che sembra essere usata in modo non ironico. Ecco gli editor di MMWR che descrivono come determinano quale contenuto è adatto per la pubblicazione:

Diverse altre differenze [between the MMWR and medical journals] esistere. Uno dei principali è che, a differenza delle riviste mediche (con poche eccezioni, cioè alcuni supplementi speciali come questo), il contenuto pubblicato in MMWR costituisce la voce ufficiale del suo genitore, CDC. Un segno di ciò è l’assenza in MMWR di eventuali disclaimer ufficiali. Sebbene la maggior parte degli articoli che appaiono in MMWR non siano “peer-reviewed” nel modo in cui lo sono gli invii alle riviste mediche, per garantire che il contenuto di MMWR sia conforme alla politica CDC, ogni invio a MMWR è sottoposto a un rigoroso processo di autorizzazione multilivello prima della pubblicazione. Ciò include la revisione da parte del direttore o designato del CDC, i massimi direttori scientifici a tutti i livelli organizzativi del CDC e un’accurata revisione da parte dei redattori di MMWR. Gli articoli inviati a MMWR da autori non CDC sono sottoposti allo stesso tipo di revisione da parte di esperti in materia all’interno del CDC. Quando un rapporto viene visualizzato in MMWR, riflette o è coerente con la politica CDC.

Hai preso tutto questo? Non c’è nulla di “oggettivo” su come il CDC determini ciò che viene pubblicato nel loro diario di punta. Scelgono di pubblicare solo risultati che supportano la loro politica e sono completamente aperti al riguardo.

Questo è indietro rispetto a come dovrebbe essere determinata la politica sanitaria. La scienza dovrebbe guidare le raccomandazioni politiche, ma al CDC le raccomandazioni politiche guidano la scienza.

Una volta riconosciuto questo fatto, molti degli “studi” più controversi pubblicati su MMWR iniziano ad avere un senso completo. Ad esempio, molti studi sulle maschere che affermano una significativa efficacia del mascheramento universale o scolastico pubblicati dal CDC (alcuni che ho in precedenza discusso) sono stati progettati ed eseguiti male e facilmente sfatato (leggere sotto) da osservatori esterni. Questo perché il “rigoroso processo di autorizzazione multilivello” non ha comportato alcuna preoccupazione con la metodologia effettiva di quegli studi. C’era semplicemente una serie di conclusioni predeterminate dai direttori del CDC alla ricerca di dati di supporto. Niente di oggettivo.

La scienza politicamente guidata presso il CDC e altre agenzie sanitarie governative non si limitava a mascherare gli studi. Anche i rischi di COVID grave o lungo e i benefici dei vaccini COVID nei bambini e negli adulti sani sono stati notevolmente esagerati. Peggio ancora, i principi di base dell’immunologia (ad es. immunità acquisita da infezioni) sono stati negati. Ci si aspettava che gli immunologi andassero d’accordo. Molti lo hanno fatto.

La scienza è un processo perfetto complicato da praticanti umani imperfetti. Ovunque ci siano persone, ci sarà politica e ovunque ci siano agenzie sanitarie governative, i loro interessi politici calpesteranno qualsiasi scienza in conflitto. Come per ogni grande problema, il primo passo è ammettere che c’è un problema. Dopo aver accettato il fatto che le agenzie sanitarie sono organizzazioni politiche, i prossimi passi dovrebbero esplorare i modi per garantire un’amministrazione bipartisan e rimuovere gli incentivi perversi. Separare i rami della ricerca e delle politiche di ciascuna agenzia, i limiti di mandato per le posizioni amministrative e l’approvazione dei direttori da parte del congresso potrebbero essere un buon inizio.

Ovviamente, nessun cambiamento significativo nelle agenzie sanitarie governative avverrà senza superare la massiccia opposizione burocratica. Ma un cambiamento significativo è l’unico risultato che dovremmo accettare, o possiamo aspettarci di più quando arriverà la prossima pandemia.

Steve Templeton è professore associato di microbiologia e immunologia allo IUSM-Terre Haute. Già CDC/NIOSH. È l’autore del prossimo libro Fear of a Microbial Planet: How a Germophobic Safety Culture Makes Us Less Safe. Questo articolo è stato originariamente pubblicato su Paura di un pianeta microbico.

Leggi il documento qui sotto:

È stata la politica a guidare la scienza



Source link

Lascia un commento

Leggi anche