0 7 minuti 1 settimana


Immagine: è impossibile ottenere l'immunizzazione con i vaccini covid-19 intramuscolari perché i coronavirus si propagano a livello intracellulare e nel muco

(Notizie naturali) Tutti i vaccini per covid-19 sono MORTI ALL’ARRIVO perché i vaccini aumentano gli anticorpi nei muscoli deltoidi, bypassando il muco e le membrane mucose, dove i coronavirus si attaccano e si replicano effettivamente. Qualsiasi misurazione degli anticorpi dopo la vaccinazione è inutile. Questi anticorpi indotti dal vaccino sono prodotti nel tessuto muscolare, lontano dal suo ambiente bersaglio nel corpo. Inoltre, questi anticorpi di breve durata non possono neutralizzare i coronavirus perché non possono viaggiare all’interno delle cellule, dove i coronavirus si propagano. Una risposta immunitaria adeguata ai coronavirus dovrebbe includere una risposta uguale dai linfociti T. Attualmente, ciò si ottiene al meglio attraverso una risposta immunitaria umorale e adattativa completa tramite un’infezione naturale.

L’immunità prevalente deriva da un’infezione naturale, nel muco del naso, e include una risposta dei linfociti T a spettro completo

Oltre 9,5 miliardi di dosi di vaccino mRNA sono state consegnate alle braccia delle persone nel 2021, ma le infezioni continuano a moltiplicarsi, con un numero di casi che supera il numero registrato nel 2020. Mascherine, vaccini e isolamento non sono riusciti a fermare una classe di virus endemici, sono sempre mutanti e sono meglio neutralizzati nel muco della bocca, del naso, del tubo digerente e dei polmoni. Questa realtà biologica è stata ignorata dai media allarmanti e dai funzionari della sanità pubblica che non riescono a capire come funziona il sistema immunitario.

Non solo ci sono trattamenti antivirali e protocolli antinfiammatori per aiutare la risposta immunitaria innata, ma ci sono modi per assottigliare il muco e prevenire l’ispessimento del muco in modo che il corpo possa rilevare ed eliminare correttamente le minacce virali. Ci sono sostanze fitochimiche che assottigliano il muco per aiutare il corpo a rispondere alle infezioni. Erbe come il verbasco (Verbascum thapsus L.) sono utili per la risposta immunitaria innata. Le saponine isolate dal verbasco (Ilwensisaponina A e C) sono comprovati agenti anti-infiammatori e antivirali. Ci sono anche cibi che addensano il muco nel corpo. In caso di infezione, alimenti come zucchero e latticini possono contribuire all’eccesso di catarro e complicazioni nel tratto respiratorio.

Brighteon.TV

L’immunità sterilizzante può avvenire solo attraverso un’infezione naturale perché il processo di esposizione deve avvenire nel muco come previsto dalla natura. Dopo che l’infezione è stata neutralizzata, una risposta duratura include i linfociti T e B di memoria residenti insieme agli anticorpi IgA neutralizzanti. Queste forze sono pronte dove sono più necessarie e sono pronte ad affrontare future infezioni nelle loro fasi iniziali.

Il sistema immunitario umano non è una macchina, programmata esclusivamente dai vaccini

Non c’è dubbio che gli sviluppatori di vaccini covid abbiano speso enormi sforzi per sviluppare un codice corretto (per le proteine ​​spike), in modo che i vaccini potessero suscitare una risposta negli esseri umani e programmare teoricamente le cellule immunitarie. I produttori di vaccini hanno anche sviluppato e ottimizzato una nanoparticella lipidica efficiente per fornire questo programma nelle cellule. Nonostante anni di ricerca sull’mRNA e sulle nanoparticelle lipidiche, i produttori di vaccini hanno mancato del tutto il bersaglio con questo vaccino perché non hanno studiato il modo migliore per fornire questo programma al corpo umano. I produttori di vaccini avevano bisogno di più di una soluzione precisa; avevano bisogno di più tempo per sviluppare una visione olistica, approccio a sistemi completi che si è concentrato sul metodo di consegna. Se il programma vaccinale deve essere efficace a lungo termine, dovrebbe prendere di mira i sistemi specifici del corpo che contano di più per lo sviluppo di un’immunità duratura e di lunga data. Gli sviluppatori di vaccini dovrebbero chiedersi: come sviluppiamo una risposta immunitaria duratura nel muco, attivando allo stesso tempo i linfociti T?

L’efficacia del vaccino è promossa con l’assolutismo, ma una misurazione dei livelli di anticorpi nel siero è solo una piccola parte di un sistema molto più intelligente che include muco, membrane mucose, ghiandole, sistema linfatico, proteine ​​di sorveglianza cellulare, microbi commensali, cellule T, cellule T citotossiche e cellule T-Helper-1 e T-Helper-2 che agiscono a livello intracellulare per neutralizzare virus come SARS-CoV-2. I produttori di vaccini banalizzano il sistema immunitario umano, dando l’impressione che sia una macchina programmabile. Il sistema immunitario è molto più sofisticato di quanto non si creda. Il sistema immunitario contiene molte variabili e varia da persona a persona.

Gli anticorpi indotti dai vaccini sono per lo più inutili perché circolano nel sangue e lontano dal muco, dove sono effettivamente necessari. Inoltre, non possono funzionare a beneficio del corpo all’interno delle cellule, dove si verifica effettivamente la replicazione del virus. Come regola generale, gli anticorpi non sono in grado di legarsi ai virus che si stanno replicando all’interno delle cellule. Questo è il compito dei linfociti T, che svolgono il compito di istruire le cellule infette all’autodistruzione.

Il professor Sucharit Bhakdi (Germania) ha recentemente scritto della fallibilità di questo vaccino sistemico in un documento intitolato “Perché la vaccinazione intramuscolare contro il COVID-19 deve fallire”. Le sue conclusioni sono state confermate dal professor Edward J. Steele (Australia) in un’intervista intitolata “Le origini del Covid-19 e perché i vaccini non funzionano”. Il professor Michael W. Russel (Stati Uniti) ha scritto su questo argomento in un articolo intitolato “Immunità della mucosa in COVID-19: un aspetto trascurato ma critico dell’infezione da SARS-CoV-2”. I vaccini intramuscolari non funzioneranno per i virus della mucosa, sia per i virus dell’influenza che per SARS-CoV-2 e le sue infinite varianti.

Le fonti includono:

Covidmythbuster.substack.com

Pubmed.gov

NCBI.NLM.NIH.gov

Thermofisher.com

DoctorsforcovidEthics.org [PDF]

Rumble.com

InternalJournal.frontiersin.corg

Scopri tutto di te con il test del DNA più completo

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche