0 5 minuti 2 mesi


Nota: il richiamo della politica di destra contro sinistra è ancora così forte, almeno qui negli Stati Uniti, che sento il bisogno di affermare all’inizio che la mia motivazione qui non è quella di segnare punti per la destra. Questo dipinto – Don Chisciotte della Sinistra – è un’immagine della Sinistra Svegliata. Alcuni mesi fa ho dipinto un ritratto altrettanto poco lusinghiero e onesto della destra cristiana. L’intento di questi dipinti è quello di fungere da finestre aperte che presentano visioni chiare di prospettive dissenzienti. Ritrarre in modo critico entrambe le ali della classe dirigente, rende evidente, spero, che queste opere non fanno parte della trappola destra/sinistra.

All’inizio di quest’anno, file di autocarri pesanti hanno attraversato il gelido nord del Canada e sono confluite a Ottawa per protestare contro i mandati di vaccinazione per i camionisti transfrontalieri. La protesta è aumentata di numero, ampliandosi fino a diventare una protesta contro lo Stato di Polizia medica in generale.

L’Ottawa Freedom Convoy è stato sufficientemente monumentale che anche le “notizie” mainstream alla fine sono state costrette a riconoscerne l’esistenza, dopodiché hanno iniziato a diffamarlo. Questa copertura non è durata a lungo: l’attuale situazione è cambiata, la guerra in Ucraina è stata portata in primo piano sulla scena mondiale e quasi tutto il resto è stato spinto fuori dal palco.

Sto rivisitando il Freedom Convoy. Desidero avviare un’ulteriore conversazione a riguardo. Così ho creato questa opera d’arte. Lo intendo come un tributo degno delle gesta valorose del . . . contro manifestanti e polizia canadese; Immorterò la loro relazione simbiotica. Come i cavalieri del passato, i contro-manifestanti e la polizia si fecero avanti per sottomettere la marmaglia di contadini ribelli, rimettendoli al loro giusto posto saldamente sotto il controllo delle autorità.

La calunnia contro il Freedom Convoy non era particolarmente sofisticata; equivaleva a ignorare che la protesta era ovviamente una protesta contro lo Stato di Polizia Sanitaria, e invece inventare storie sul fatto che si trattasse di un evento vagamente razzista/fascista/nazista in cui i razzisti/fascisti/nazisti inavvertitamente portavano segni anti-vax e dimenticavano il razzista /fascisti/segni nazisti che avrebbero dovuto portare.

La logica è questa:

Se sembra un’anatra, cammina come un’anatra e ciarlata come un’anatra, è sicuramente un razzista/fascista/nazista.

Se assomigliano, si comportano e suonano come persone che protestano contro lo Stato di polizia medica, allora devono essere davvero razzisti/fascisti/nazisti travestiti da sostenitori della libertà.

Qualsiasi prova che sostenesse la narrativa razzista/fascista/nazista è stata ampiamente strombazzata e qualsiasi prova che contraddiceva questa narrativa è stata scartata, se mai fosse stata riconosciuta.

Ad esempio: il tizio della bandiera nazista alla protesta dei camionisti di Ottawa, chiunque fosse, si adatta alla narrativa dell’establishment, quindi rappresenta il Freedom Convoy. Tuttavia, i sikh al Freedom Convoy, alcuni dei quali portavano la bandiera sikh, erano una realtà scomoda che contraddiceva direttamente la narrativa dell’establishment. Quindi, secondo coloro che desiderano vedere il Freedom Convoy in una luce negativa, i manifestanti sikh non rappresentano il Freedom Convoy. A quanto pare i manifestanti sikh non rappresentano assolutamente nulla; sono solo “un token”.

1 Bandiera Nazista = Emblematico del Convoglio della Libertà.

100 Sikh = gettone/non emblematico del convoglio della libertà.

In che modo Candice Sero, una donna indigena alla protesta che è stata calpestata dall’RCMP, si adatta alla narrazione? . . . Bene, facciamo finta che non sia successo; ignorala, ignora decine di migliaia di altri manifestanti, ignora perché erano lì e di cosa si trattava, e torniamo a concentrarci su quel ragazzo della bandiera nazista.

Come ha spiegato utilmente un contromanifestante:

“Ho cercato davvero di sminuire le questioni relative alle vaccinazioni/restrizioni COVID che venivano utilizzate, nella mia mente, come ciniche questioni di ‘cuneo’, e per sottolineare l’opposizione al convoglio come veicolo politico dell’estrema destra”,

Questa determinazione a vedere il Freedom Convoy come un evento razzista/fascista/nazista, al diavolo la realtà, mi ha ricordato l’ingegnoso cavaliere Don Chisciotte de la Mancha. Ho costruito il mio dipinto attorno a quel famoso cavaliere, perché inclinare i mulini a vento era l’attività principale dei Contromanifestanti e della Polizia che represse il Freedom Convoy. Presento – Don Chisciotte. . . de la sinistra!

Don Chisciotte de la Left – Dipinto a olio di Jordan Henderson – 36×52 pollici / 91×132 centimetri

Giordano Henderson è un artista dello stato di Washington negli Stati Uniti. Lavora a olio su tela e carboncino su carta. Un portfolio del suo lavoro può essere visualizzato su uno dei suoi siti Web: Dipinti originali Stampe d’arte



Source link

Lascia un commento

Leggi anche