0 13 minuti 2 mesi

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


Aggiornamento (1537ET): Politico riporta che, sulla base del mandato di perquisizione, l’FBI sta indagando sull’ex presidente Trump per “rimozione o distruzione di documenti, ostacolo a un’indagine e violazione della legge sullo spionaggio”, mentre Breitbart ha gli statuti effettivi dal mandato.

I documenti, che dovrebbero essere svelati più tardi venerdì dopo che il Dipartimento di Giustizia ha chiesto la loro divulgazione pubblica tra gli attacchi implacabili di Trump e dei suoi alleati del GOP, sottolineano la straordinaria minaccia alla sicurezza nazionale che gli investigatori federali credevano che i documenti mancanti presentassero. La preoccupazione è cresciuta così acuta che il procuratore generale Merrick Garland ha approvato la scorsa settimana la perquisizione senza precedenti della proprietà di Trump.

Taylor Budowich, portavoce di Trump, ha affermato che la mossa dell’FBI “non è stata solo senza precedenti, ma non necessaria – e ora stanno divulgando bugie e allusioni per cercare di spiegare l’armamento del governo contro il loro avversario politico dominante. Questo è scandaloso.” -Politico

Un punto interessante:

Il senatore Lindsey Graham (R-SC) ha chiesto all’AG Merrick Garland di rilasciare le informazioni che presupponevano il mandato.

Secondo Eventi umani‘ Jack Posobiec:

Il mandato specifica l’indirizzo e i luoghi da perquisire, incluso che “I luoghi da perquisire includono l'”Ufficio 45”, tutti i magazzini e tutte le altre stanze o aree all’interno dei locali utilizzati o disponibili per essere utilizzati da FPOTUS e dal suo personale e in quali scatole o documenti potrebbero essere conservati, comprese tutte le strutture o gli edifici della tenuta.

Il mandato non includeva una chiamata per perquisire parti della proprietà che sono in uso da parte dei membri del club Mar-a-Lago, o noleggi.

Si legge inoltre che la “Bene da sequestrare” include “Tutti i documenti fisici e gli atti costituenti prove, contrabbando, frutti di reato o altri oggetti posseduti illegalmente in violazione” dei codici legali, tra cui:

“Qualsiasi documento fisico con contrassegni di classificazione, insieme a qualsiasi contenitore/scatola (incluso qualsiasi altro contenuto) in cui tali documenti siano ubicati, nonché qualsiasi altro contenitore/scatola collettivamente immagazzinato o trovato insieme ai suddetti documenti e contenitori/scatola :

“Informazioni, comprese le comunicazioni in qualsiasi forma, riguardanti il ​​reperimento, l’archiviazione o la trasmissione di informazioni di difesa nazionale o materiale classificato;

“Qualsiasi documento governativo e/o presidenziale creato tra il 20 gennaio 2017”, il giorno in cui Trump è entrato in carica e la fine del suo mandato.

Inoltre, il mandato richiede il sequestro di “Qualsiasi prova di alterazione, distruzione o occultamento consapevole di documenti governativi e/o presidenziali, o di qualsiasi documento con segni di classificazione”.

Segue una ricevuta di proprietà per dozzine di scatole, con quella ricevuta firmata dall’avvocato di Trump Christina Bobb l’8 agosto alle 18:19.

Il motivo del mandato di perquisizione non è stato reso pubblico e la probabile causa non è annotata come parte dei documenti.

ESCLUSIVO: Warrant e Prop… di Celine Ryan Ciccio

* * *

Aggiornamento (1512ET): Il presidente Trump ha avuto altro da dire venerdì sul raid dell’FBI di lunedì nella sua residenza a Mar-a-Lago.

“Numero uno, è stato tutto declassificato. Numero due, non avevano bisogno di “sequestrare” nulla. Avrebbero potuto averlo quando volevano senza fare politica e irrompere in Mar-a-Lago. Era in un deposito sicuro, con un blocco aggiuntivo inserito secondo la loro richiesta”, ha scritto Trump su Truth Social.

“Potevano averlo ogni volta che volevano, e questo include MOLTO tempo fa. TUTTO QUELLO CHE DEVONO FARE ERA CHIEDERE. Il problema più grande è che cosa faranno con i 33 milioni di pagine di documenti, molti dei quali riservati, che il presidente Obama ha portato a Chicago?

L’esperto Mark Levin fa alcuni ottimi punti tramite Twitter:

(continua)

C. Hanno guardato a giugno? Se sì, non hanno visto i documenti? Se non guardavano, perché no?

D. 2. Se l’FBI riteneva che gli avvocati di Trump non collaborassero, tutto ciò che dovevano fare era andare in tribunale per far rispettare la loro citazione o ottenere una seconda citazione.

E. Invece, c’è stato un intervallo di DUE MESI tra la riunione di giugno e la richiesta/esecuzione del mandato di perquisizione ad agosto. Perché c’era un intervallo di due mesi se c’era un’urgente necessità di un mandato di perquisizione? Perché non è stato chiesto immediatamente un mandato di perquisizione?

F. 3. Ancora una volta, sostengo che questo era pretestuoso allo scopo di accaparrarsi tutto ciò che potevano trovare, usando la dottrina della visione chiara come un tentativo di trovare qualcosa relativo al 6 gennaio, tra le altre cose.

* * *

Aggiornamento (1325ET): Il leak-fest del DOJ continua, questa volta con il giornale di Wall Street riferendo che l’FBI “ha rimosso 11 serie di documenti riservati, inclusi alcuni contrassegnati come top secret e destinati ad essere disponibili solo in strutture governative speciali” (molto simile le 7 catene di posta elettronica “top secret”. sul computer di Hillary Clinton).

Gli agenti del Federal Bureau of Investigation hanno preso circa 20 scatole di oggettiraccoglitori di foto, una nota scritta a mano e la concessione esecutiva di clemenza per l’alleato del signor Trump, Roger Stone, mostra un elenco di oggetti rimossi dalla proprietà. Nell’elenco c’erano anche informazioni sul “Presidente della Francia”, secondo l’elenco di tre pagine. L’elenco è contenuto in un documento di sette pagine che include anche il mandato perquisire i locali che è stato concesso da un giudice magistrato federale in Florida. -WSJ

Una serie di documenti recuperati è stata contrassegnata come “Vari documenti classificati/TS/SCI”, riferendosi a informazioni sensibili o top-secret.

L’agenzia afferma inoltre di aver raccolto quattro serie di documenti top secret, tre serie di documenti segreti e tre serie di documenti riservati.

Secondo il rivistaNel sottotitolo di Trump, gli alleati di Trump insistono sul fatto che i documenti siano stati declassificati dall’ex presidente.

Il mandato di perquisizione e sequestrofirmato dal giudice del magistrato statunitense Bruce Reinhart, lo dimostra Gli agenti dell’FBI hanno cercato di perquisire “l’Ufficio 45”, così come “tutti i magazzini e tutte le altre stanze o aree all’interno dei locali utilizzati o disponibili per essere utilizzati da [the former president] e il suo staff e in quali scatole o documenti potrebbero essere conservati, comprese tutte le strutture o gli edifici della tenuta.

L’ex presidente e la sua squadra non hanno l’affidavit, che fornirebbe maggiori dettagli sull’indagine dell’FBI, secondo le persone che hanno familiarità con il processo. I suoi avvocati hanno chiesto un resoconto più specifico di ciò che è stato rimosso da Mar-a-Lago. -WSJ

Nel frattempo, indovina chi non è stato perquisito per aver fatto la stessa cosa?

Venerdì Trump ha denunciato l’ex presidente Barack Hussein Obama per aver tenuto “33 milioni di pagine di documenti, molti dei quali riservati”.

Ne è seguito un dibattito sul fatto che Trump avrebbe potuto declassificare i documenti:

* * *

Venerdì l’ex presidente Donald Trump chiamato un rapporto di giovedì a WaPo che ha preso i documenti riservati relativi alle armi nucleari “una bufala”, e lo ha paragonato all’uso da parte dell’FBI del screditato “Steele Dossier”, una famigerata fabbricazione utilizzata durante e dopo le elezioni statunitensi del 2016 per screditare Trump come una risorsa russa.

“La questione delle armi nucleari è una bufala, proprio come la Russia, la Russia, la Russia era una bufala, due impeachment erano una bufala, l’indagine Mueller era una bufala e molto altro ancora”, Trump ha scritto su Truth Social, aggiungendo “le stesse persone squallide coinvolte”.

«Perché l’FBI non permetterebbe l’ispezione delle aree di Mar-a-Lago con il nostro avvocato [sic], o altri presenti. Li ha fatti aspettare fuori al caldo, non li ha lasciati nemmeno avvicinarsi – ha detto “ASSOLUTAMENTE NO”.

“Piantare informazioni a qualcuno? Mi ricorda un dossier di Christofer Steele!”

Giovedì Trump ha chiesto il “rilascio immediato” di materiali relativi al raid dell’FBI nella sua residenza di Mar-a-Lago.

“Non solo non mi opporrò al rilascio di documenti relativi all’irruzione e all’irruzione non americani, ingiustificati e non necessari della mia casa a Palm Beach, Florida, Mar-a-Lago, Sto facendo un ulteriore passo avanti INCORAGGIANDO l’immediato rilascio di tali documentianche se sono stati redatti da democratici di sinistra radicale e da possibili futuri oppositori politici, che hanno un forte e potente interesse ad attaccarmi, proprio come hanno fatto negli ultimi 6 anni…” ha detto Trump giovedì sera inviare sulla Verità Sociale.

Nel frattempo, Twitter è pieno di riprese e reazioni calde…





Source link

Lascia un commento

Leggi anche