0 12 minuti 2 settimane

SOSTIENICI CON UNA DONAZIONE LIBERA SU TIPEEE


La maggior parte delle persone non è nemmeno consapevole del dramma della situazione nell’UE, ma sta lentamente diventando visibile. Intere industrie stanno irrimediabilmente morendo, come mostrano gli esempi qui elencati.

La guerra economica che l’Occidente ha dichiarato alla Russia sei mesi fa sta distruggendo le economie della maggior parte dei paesi dell’UE senza causare troppi danni alla Russia stessa. Di Thomas Roper

Nella rassegna settimanale di domenica, il corrispondente per l’Europa della televisione russa ha riassunto quanto drammatica sia diventata la situazione e io ho la sua rapporto tradotto.

Inizio della traduzione:

Il freddo e la fame spingono gli europei nelle strade

L’Europa non è costretta ad adottare semplicemente misure di austerità, ma ad adottare misure letteralmente draconiane di fronte alla grave carenza di gas.

Questo dà molto spazio ai fumettisti. Qui vedete due senzatetto. Uno chiede all’altro: “Come sei diventato un senzatetto? gioco d’azzardo? Droghe?” “No”, risponde l’altro, “ho lasciato la luce accesa”. O il dipinto ad olio “La bolletta dell’elettricità” – un vero dramma.

Questa è la bolletta dell’elettricità di una piccola panetteria tedesca che è stata messa online. Il conto è quasi quadruplicato da ottobre. Il panificio è rotto. (Ciò che si prevede in Europa è semplicemente sbalorditivo, letteralmente sbalorditivo (video))

L’umorismo generale è triste. Mentre l’Europa è in difficoltà, l’America sta beneficiando della crisi. Non sembra davvero buono. In un momento in cui i prezzi del gas in Europa sono 40 volte più alti che in Russia, anche la Svizzera, altrimenti ricca, ha limiti di temperatura per le case riscaldate a gas.(Che dolore puoi sopportare? L’UE vuole il blocco energetico)

La decisione del governo del Paese: chiunque riscaldi le stanze per se stesso al di sopra dei 19 gradi Celsius rischia non solo una multa, ma anche una pena detentiva fino a tre anni se l’intenzione è provata. Lo riporta RIA Novosti, citando il quotidiano Blick, che cita il portavoce del Dipartimento degli affari economici, Markus Spurndli, dicendo:

“Le violazioni della legge statale sull’approvvigionamento sono sempre un illecito amministrativo o addirittura un reato penale e devono essere perseguite di conseguenza dai Cantoni”.

In Germania il ministro dell’Economia Robert Habeck dichiara che non ci saranno fallimenti, ma suona molto strano: “No, non me ne aspetto. Posso immaginare che alcune industrie interromperanno la produzione per un po’”. Cosa significa: intere “industrie”? Un tempo lungo? E nessuno va in rovina?

In Polonia ci sono restrizioni per le famiglie all’acquisto di carbone – con un mese di anticipo e con una razione non superiore a tre tonnellate per famiglia.(Come prepararsi alla crisi energetica europea e dire al proprio popolo che i russi sono responsabili di tutto)

Ma già a giugno hanno permesso di raccogliere legna secca nella foresta. Tuttavia, costa denaro. Dopo aver raccolto il legno morto, devi mostrarlo a una guardia forestale che ti farà un conto. Donald Tusk, l’ex primo ministro polacco, è in preda al panico per l’aumento dei prezzi del gas:

“Il cappio si sta stringendo così forte che a gennaio e febbraio dozzine, forse anche centinaia, delle migliori fabbriche polacche crolleranno. La situazione è davvero drammatica. Quello che è successo nelle ultime settimane è oltre ogni immaginazione. Le offerte presentate dalla compagnia petrolifera e del gas polacca PGNiG corrispondono a un aumento dei prezzi da 12 a 15 volte. Questo è un aumento dal 1.000 al 1.200 percento”.

Va detto che due grandi aziende di fertilizzanti hanno già cessato l’attività in Polonia. La cosa assurda è che le sanzioni europee sembrano un vero colpo a te stesso. Ecco come l’argomento è stato discusso in Francia questa settimana:

“Stai dicendo che la Russia non ha mai ricevuto così tanto per le sue esportazioni di petrolio e gas, nonostante le sanzioni contro il Paese?”

“Questo è il punto, non è ‘nonostante’ le sanzioni, è a causa delle sanzioni. Hanno permesso alla speculazione di scatenarsi sui mercati. Di conseguenza, i russi hanno ottenuto molti più soldi per un po’ meno energia sui mercati mondiali”.

“Quindi stiamo stringendo la cinghia, sperimentando la mancanza di questo e quello, ed è tutto inutile? Tutto questo per niente?”

“Vorrei dirti che non è così. Ma purtroppo la risposta è sì. Sì, le nostre sanzioni non hanno fatto altro che portare il budget di Putin a livelli vertiginosi”.

I nostri rapporti corrispondenti dall’Europa.

Un barile di bollette di elettricità e riscaldamento verrà dato alle fiamme vicino all’ufficio della presidente moldava Maia Sandu: solo l’uno per cento dei residenti sarà in grado di pagare bollette così elevate – il costo del gas nel paese è aumentato di oltre il 300 per cento.

L’energia sta diventando un bene di lusso. In 16 paesi dell’UE, tra cui il Belgio, la bolletta dell’elettricità è già superiore al salario minimo per un mese intero.

“Il Belgio è in bancarotta. Certo, questa non è una crisi causata da Putin, ma quella che l’Europa stessa ha causato rifiutandosi di produrre energia propria”, è convinto il sindaco di Anversa.

Le spese accessorie nei condomini, che purtroppo sono riscaldati a gas, quest’anno sono già salite a 2.500 euro al trimestre.

È importante capire che questo non include la bolletta della luce, che è un extra. Considerando l’aumento del costo di tutti i beni e servizi, i prezzi non hanno ancora raggiunto il loro limite.

E nessuno può indovinare dove sia questo limite. Secondo gli economisti belgi, circa il 60 per cento degli abitanti del regno si troverà in una situazione precaria, con il 40 per cento al di sotto della soglia di povertà.

A causa della siccità in Canada e in Francia, la popolare salsa di senape francese è scomparsa. Viene proposto online a nove euro al bicchiere, mentre il prezzo effettivo si aggira sui due euro. Le persone non si trattengono più con i loro commenti sul prodotto.

Alcuni panifici ora scelgono di chiudere, oltre al gas, le uova sono diventate più care, il prezzo del burro è aumentato dell’80 per cento entro luglio e il latte in polvere è aumentato del 50 per cento.

I Paesi Bassi, il secondo produttore alimentare dopo gli Stati Uniti, potrebbero limitare drasticamente le proprie esportazioni quest’inverno poiché il riscaldamento delle serre è costoso.

Nell’industria, le fabbriche di fertilizzanti in tutta Europa, dalla Lituania alla Spagna, sono state le prime ad essere colpite. Ad esempio, Yara, il più grande produttore europeo di azoto, ha smesso di produrre fertilizzanti in Italia, Francia, Belgio e Paesi Bassi. Anche Nyrstal, leader mondiale del mercato dello zinco e del piombo, ha interrotto la produzione.

Groningen nei Paesi Bassi non produce più alluminio. Il produttore di vetro Duralex chiuderà i suoi forni fusori per quattro mesi a partire da novembre. Le industrie siderurgiche in Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca, Germania, Italia, Spagna e Francia sono ferme.

Uno degli stabilimenti francesi, con un fatturato di 20 milioni di euro, dovrà spendere 10 milioni di euro solo in energia il prossimo anno, rispetto ai soli 750.000 di due anni fa. L’azienda rischia la chiusura. Il produttore di acciaio Ascometal interromperà la produzione due volte, per tre settimane ciascuna a novembre e dicembre.

L’azienda Cristal d’Arques, che produce vetro e cristallo, ha più di 1.500 dipendenti che lavorano una settimana lavorativa di tre giorni, i suoi costi del gas potrebbero salire da 18 milioni a 260 milioni di euro e la produzione europea diventerà non redditizia.

“È ora di porre fine ai Verdi che hanno distrutto le industrie energetiche in Germania e Francia, portando a colli di bottiglia. Abbiamo bisogno della pace in Ucraina, della fine delle sanzioni contro la Russia, questo è un suicidio per le nostre aziende.

Non capisco quali valori proteggiamo quando acquistiamo gas dall’Arabia Saudita o dal Qatar per il quale paghiamo dieci volte tanto”, afferma il politico francese Nicolas Dupont-Aignan.

In Francia, più di 30 piscine gestite dalla società privata Vert Marine sono state chiuse e le bollette dell’elettricità sono salite da 15 a 100 milioni di euro.

Stessa sorte attende le piscine comunali; i costi diventano esorbitanti. In Normandia, quest’inverno alcune scuole saranno riscaldate con legna da ardere.

Il sindaco di Montatre, nel dipartimento dell’Oise, ha esortato tutti a non pagare di più l’elettricità quando i prezzi al megawattora hanno raggiunto i mille euro.

L’idea è stata sostenuta dall’ex candidato alla presidenza del Partito Comunista Fabien Roussel, che allo stesso tempo ha esortato i francesi a scendere in piazza:

“Il Presidente osa dirci che la prosperità è finita, i giorni spensierati sono finiti. In quale paese vive questo Presidente della Repubblica, di ritorno dal suo castello fortificato Breganson, dove girava intorno alla sua piscina privata su una moto d’acqua con la sua famiglia e i suoi nipoti? Non è a conoscenza dei problemi dei francesi. Dieci milioni di nostri concittadini vivono al di sotto della soglia di povertà, 12 milioni sono sull’orlo della povertà energetica”.

Il presidente Macron, il cui numero di sondaggi sta precipitando, afferma che l’energia migliore è quella che non viene utilizzata.

E ancora una volta chiama Selensky per esprimere la sua solidarietà e per discutere di ulteriori armamenti dell’Ucraina. La conversazione è durata quasi un’ora e mezza.

I francesi sono in viaggio per la seconda settimana consecutiva. In Moldova promettono una protesta a livello nazionale. Nella Repubblica Ceca, circa centomila persone si sono radunate nel centro di Praga per chiedere di fermare l’inflazione e l’impennata dei prezzi dell’elettricità, e gli agricoltori cechi hanno detto che sono prossimi allo sciopero. I loro colleghi olandesi stanno protestando, e con loro i ferrovieri sono in sciopero, e la prossima azione nazionale nei Paesi Bassi si svolgerà tra quattro giorni.

fine della traduzione

Il 28 aprile 2020”Il codice di Hollywood: culto, satanismo e simbolismo – Come i film e le stelle manipolano l’umanità“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante: “Revenge of the 12 Monkeys, Contagion and the Coronavirus, ovvero come la finzione diventa realtà“.

Il 15 dicembre 2020”Il codice della musica: frequenze, ordini del giorno e servizi segreti: tra coscienza e sesso, droghe e controllo mentale“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante: “Pop star come burattini d’élite al servizio del New Corona World Order“.

Il 10 maggio 2021”DUMB: bunker segreti, città sotterranee ed esperimenti: cosa nascondono le élite“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante Adrenocromo e ragazzi liberati dai DUMB“.

Il 18 marzo 2022”La moderna cospirazione della musica: pop star, successi e videoclip – per il perfetto lavaggio del cervello“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante”Pro e contro la vaccinazione: “Die Ärzte”, “Die Toten Hosen”, Nena, Westernhagen, Eric Clapton, Neil Young e altri“.

Il 26 agosto 2022”The Hollywood Code 2: Prophetic Works, Alien Agenda, New World Order e Pedofilia – ce lo raccontano attraverso un filme“ (anche con Amazon disponibile), con un capitolo emozionante”Gli Illuminati e il Nuovo Ordine Mondiale a Hollywood“.

Puoi ottenere un libro firmato per EUR 30,00 (tutti e cinque i libri per EUR 150,00) inclusa la spedizione se invii un ordine a: info@pravda-tv.com.

Fonti: dominio pubblico/anti-mirror.ru il 09/12/2022

 



Source link

Lascia un commento

Leggi anche