0 5 minuti 2 settimane

SOSTIENICI CON UNA  DONAZIONE LIBERA SU

Sostienici


Immagine: da quando sono stati lanciati i

(Notizie naturali) Mai prima d’ora così tanti atleti sono morti come dall’inizio del 2021, quando i “vaccini” per il coronavirus di Wuhan (Covid-19) sono stati lanciati per la prima volta nell’ambito dell’operazione Warp Speed.

Secondo i dati, le morti degli atleti sono aumentate del 1.700 percento rispetto alle medie mensili registrate dal 1966. E se le cose continuano sulla loro traiettoria attuale, i dati del 2022 mostreranno un aumento del 4.120 percento delle morti degli atleti.

Solo nel marzo di quest’anno sono morti il ​​triplo degli atleti rispetto alla media annuale precedente. Tale aumento non mostra segni di rallentamento poiché il pieno impatto dei vaccini Fauci Flu sulla salute pubblica è solo all’inizio. (Correlato: controlla la nostra precedente copertura su alcuni degli atleti che sono morti in seguito al rilascio di iniezioni di virus cinese.)

Secondo una ricerca svizzera pubblicata nel 2006, tra il 1966 e il 2004 – sono 39 anni – ci sono state 1.101 “morti improvvise” tra gli atleti altrimenti sani di età inferiore ai 35 anni. In confronto, tra gennaio 2021 e aprile 2022 – questo ha solo 16 anni mesi – ci sono stati almeno 673 decessi improvvisi tra atleti della stessa fascia demografica.

“Questo numero potrebbe, tuttavia, essere molto più alto”, osserva Notizie esposte. “Quindi sono 428 in meno rispetto al numero di morti tra il 1966 e il 2004. La differenza qui però è che i 1.101 decessi si sono verificati in 39 anni, mentre 673 decessi recenti si sono verificati in 16 mesi”.

Prima dei vaccini per l’influenza Fauci, solo circa 28 atleti all’ANNO morivano senza una ragione apparente: nel 2021 ci sono stati almeno 394 decessi!

Per darti una migliore comprensione dell’aumento dei decessi che si osserva, considera il fatto che dal 1966 al 2004 la media annuale delle morti improvvise di atleti è stata di 28. Solo nel gennaio 2022, tre volte quel numero si è verificato in un solo mese. La stessa triplicazione dei decessi è stata osservata anche nel marzo 2022.

Brighteon.TV

“Il totale del 2021 equivale a 394 decessi, 14 volte superiore alla media annuale dal 1966 al 2004”, Notizie esposte spiega. “Il totale da gennaio ad aprile 2022, un periodo di 4 mesi, equivale a 279 decessi, 9,96 volte superiore alla media annuale tra il 1966 e il 2004”.

“Tuttavia, se dividiamo la media annuale da 66 a 04 per 3 per renderla equivalente ai 4 mesi di decessi finora registrati nel 2022, otteniamo 9,3 decessi. Quindi, in effetti, il 2022 finora ha visto morti 10 volte superiori al tasso previsto”.

Questi sono scioccante statistiche che dimostrano, senza ombra di dubbio, che le iniezioni di covid stanno uccidendo le persone a un ritmo sbalorditivo. E queste sono persone atletiche che si potrebbe pensare abbiano una maggiore resilienza rispetto alla persona media che consuma “cibo” SAD (dieta americana standard) e si esercita a malapena.

C’è qualcosa in questi colpi che mira più ai sani che ai malati? O è ancora giunto il momento per i malati di salute di soccombere, in massaalla stessa sorte di questi atleti ormai scomparsi?

Le persone di tutto lo spettro della salute si ammalano e muoiono a causa degli spari anche mentre stai leggendo questo, quindi forse non si verificano discriminazioni. I colpi sono velenoe alla fine quel veleno ti raggiunge.

Un recente studio pubblicato sulla rivista Circolazione ha scoperto che i segni di danno cardiovascolare, che è probabilmente ciò che ha causato la morte di molti atleti, aumentano drasticamente dopo la seconda iniezione con l’mRNA (RNA messaggero) sparato da Pfizer-BioNTech o Moderna.

“Il rischio di attacchi di cuore o altri gravi problemi coronarici è più che raddoppiato mesi dopo la somministrazione dei vaccini, sulla base dei cambiamenti nei marcatori di infiammazione e danno cellulare”, Notizie esposte spiega, offrendo ulteriori approfondimenti sulla questione.

“I pazienti avevano un rischio di 1 su 4 per problemi gravi dopo i vaccini, rispetto a 1 su 9 prima. Il loro rischio di infarto a 5 anni è passato dall’11% al 25% grazie ai vaccini (ovvero un aumento del 227%).

Le ultime notizie sulla carneficina dei colpi di influenza Fauci possono essere trovate su ChemicalViolence.com.

Le fonti per questo articolo includono:

Expo-News.com

NaturalNews.com

AhaJournals.org



Source link

Lascia un commento

Leggi anche